L'aula magna gremita per la presentazione della facoltà di Economia. Molti altri studenti erano collegati dall'aula GemelliGrande interesse per le materie economico-giuridiche. Sembra questo il dato più evidente dell’edizione invernale 2012 dell’Open day nella sede milanese dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Rispetto allo scorso anno il numero complessivo delle presenze è salito di oltre 300 partecipanti superando di poco la soglia delle 3.700 persone, tra studenti degli ultimi anni delle scuole superiori e genitori che vogliono constatare da vicino l’offerta formativa, gli spazi e i servizi dell’ateneo. Per la prima volta la manifestazione, che si è svolta il 13, 14 e 15 febbraio, si è tenuta nell’aula magna, il luogo artisticamente più bello e il cuore di una università che ha la sede principale nel complesso dell’antico monastero adiacente la Basilica di Sant’Ambrogio, un campus nel centro di Milano.

La facoltà di Economia ha toccato quota mille studenti, ma anche Scienze bancarie, finanziarie e assicurative ha più che raddoppiato le presenze rispetto all’ultima edizione del febbraio 2011. A ciò si aggiunge che Giurisprudenza ha avuto oltre 100 partecipanti in più, quasi a confermare un interesse per un’area complessiva di studi che sembra dare più sicurezza a studenti e famiglie in tempi di crisi. Anche se, a parziale smentita, la facoltà di Lettere e filosofia fa registrare un forte aumento, superando ampiamente quota 400, e anche Psicologia conferma ancora una buona attrattiva. Quasi tutte in linea con le precedenti edizioni anche le altre facoltà.

La tre giorni nella sede di largo Gemelli, ha permesso di ascoltare dalla voce dei presidi o di alcuni professori delegati le motivazioni per cui scegliere un percorso di studi in Università Cattolica e di partecipare, per oltre 200 studenti ai colloqui di orientamento promossi dal Cross. Ma, accanto a questo, come da tradizione consolidata, non è mancata la testimonianza di laureati delle nove facoltà milanesi che hanno fatto un percorso più o meno lungo nel mondo del lavoro.

 

Il collegamento via Skype da Londra con Enrico NosedaSolo per fare qualche esempio, hanno dato la loro adesione testimoni più navigati come Enrico Noseda, collegato via Skype da Londra, e non poteva essere altrimenti, dato che di mestiere è responsabile per Europa, Medio Oriente e Africa della società che ha rivoluzionato il modo di telefonare di milioni di persone, e Lucilla Sioli, che lavora a Bruxelles alla Commissione europea, dove è responsabile dell'unità di analisi economica e statistica nel settore che si occupa dell'Agenda Digitale. Oppure, per restare più vicini, il giovane Gip del tribunale di Milano Fabrizio D’Arcangelo. Ma anche giovanissimi laureati che hanno raccontato, a seconda delle facoltà, i primi passi per entrare nel mondo delle professioni, anche in un tempo difficile come quello presente.

Significativo il caso di Marta Mascheroni, che a soli due anni dalla laurea magistrale in Sociologia ha già conosciuto due realtà importanti nel settore della consulenza: lo Studio Ambrosetti, prima, e da qualche mese Accenture dove svolge le funzioni di Analyst con un rapporto di lavoro stabile. Elena Premoli, laureata alla facoltà di Scienze linguistiche, durante la sua testimonianza all'Opend day in aula magna (13 febbraio 20129O come Elena Premoli, laureata in Lingue straniere per le Relazioni internazionali, che a soli 25 anni si trova già stabilmente a operare tra il mercato italiano e quello cinese per un grande studio di architettura, Gbpa Architects. Una passione coltivata sui banchi dell’università. Infatti, oltre a un’esperienza di Erasmus in Inghilterra, Elena ha trascorso un semestre presso la Renmin University of China di Pechino, dove ha avuto modo di perfezionare le competenze di cinese mandarino e di beneficiare dell’International Thesis Scholarship promossa dall’Università Cattolica, finalizzata a ricerche per la stesura della tesi di laurea. Ma Elena non si occupa solo di business: la passione per la Cina l’ha portata a collaborare con un Think tank di giovani che si chiama lospaziodellapolitica.com e con Orizzonte Cina e AgiChina24. Un modo interessante di entrare nel mondo del lavoro e, insieme, di aprirsi al mondo.