La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per api:

Le api, catturapolvere anti pm10

Piacenza Le api, catturapolvere anti pm10 Durante il volo, insieme al polline, raccolgono anche polveri aerodisperse, sottili e ultrasottili. Da una ricerca Unicatt emergono dati fondamentali sul livello di tossicità e sulle principali fonti di emissione di queste polveri. ottobre 2018 Le api sono indicatori dello stato di salute di un ecosistema. Durante l’attività di bottinamento, che si estende per diverse centinaia di metri attorno all’alveare, le operaie raccolgono, insieme a polline e nettare, anche le polveri atmosferiche, responsabili di importanti disturbi che interessano la salute umana. Abbiamo scoperto che le api si comportano come degli “swiffer catturapolvere”, riempiendosi di PM10, ma anche di PM2.5 e di polveri ancora più minuscole, come i PM1 e i PM0.1, le temute polveri ultrasottili, oltre mille volte più piccole di un capello» aggiunge la ricercatrice. Siamo stati in grado di analizzare le polveri emesse dalle attività umane e di capire quali sono gli step industriali responsabili delle emissioni di queste polveri». Ci stiamo attrezzando per verificare anche il grado di tossicità di queste polveri per l’ape stessa» prosegue Ilaria Negri.

 
Go top