La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per vigneti:

La concimazione intelligente

E’ ciò che intende dimostrare la ricerca della facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali della Cattolica di Piacenza, che per quattro anni ha condotto uno studio sperimentale di concimazione intelligente dei vigneti, incrociando mappe satellitari, algoritmi matematici e rilievi di campo ottenendo, peraltro, risultati molto promettenti. “La tecnologia corre veloce e spesso i tempi di una ricerca seria, capace di dare risultati attendibili, non possono essere immediati soprattutto trattando le specie arboree” sottolinea Matteo Gatti il ricercatore dell’Università Cattolica che ha sviluppato questo progetto. “Tuttavia la ricerca che abbiamo condotto ha portato a dei risultati interessanti, che ci danno l’indicazione della via da percorrere per ottenere un vigneto equilibrato capace di garantire uve di buona qualità possibilmente contenendo i costi di produzione”. “Questo è stato possibile grazie all’applicazione in vigneto delle soluzioni offerte dall’agricoltura di precisione: attraverso immagini multispettrali del vigneto studiato, abbiamo potuto calcolare gli indici di vigore e il potenziale di accrescimento delle piante collocate nelle diverse aree del vigneto. Dall’incrocio di questi dati con l’osservazione diretta delle piante volta a descrivere le reali esigenze nutrizionali, abbiamo costruito delle mappe di prescrizione, capaci di indicare la quantità di concime necessario per ciascuna pianta . “Obiettivo principale della ricerca è stato quello di valutare l’effettiva possibilità di favorire lo sviluppo, attraverso una concimazione mirata, di un vigneto omogeneo, che presenta ampi vantaggi in termini di produzione e vendita del prodotto finito”. “L’agricoltura di precisione è tra i temi prioritari fissati nell’ambito delle strategie di innovazione in agricoltura della Regione Emilia Romagna e di molte altre regioni del nostro paese, dato che l’aumento della competitività delle azienda agricole richiede costante adeguamento alle innovazioni tecnologiche via via disponibili” conclude Gatti.

 

VinCapTer - L’efficacia del vigneto come sequestratore di Carbonio

piacenza VinCapTer - L’efficacia del vigneto come sequestratore di Carbonio Il vigneto è un ecosistema dalle grandi potenzialità, capace di contribuire alla riduzione dei gas serra attraverso la funzione di stoccaggio della CO2 atmosferica immagazzinata nella biomassa prodotta dalle viti e nel suolo. giugno 2018 Prende il via da qui il Gruppo Operativo VinCapTer , fortemente innovativo poiché affronta una tematica finora poco approfondita. Un’attività che proseguirà fino al 2020 e che oltre all’ Università Cattolica del Sacro Cuore e agli enti di ricerca I.TER e CRPA-Centro Ricerche Produzioni Animali , coinvolge attivamente cinque aziende del territorio piacentino. Nel caso della Val Tidone, lo stoccaggio di CO2, sarà inoltre valutato in funzione di differenti livelli di vigoria su scala intra-parcellare”. “Le aziende del territorio partner sono Malvicini Paolo e Tenuta Pernice in Val Tidone, La Pagliara, I Salici e Tenuta Borri in Val Trebbia. vigneti #gasserra #carbonio #agraria Facebook Twitter Send by mail.

 
Go top