La tua ricerca ha prodotto 139 risultati per educatt.
Stai visualizzando i risultati 1 - 25:

Identità digitale dello studente in Europa, una settimana di eventi

Si tratta della MyAcademicID Workshop Week , in programma dal 19 al 23 ottobre 2020. L'obiettivo dell'iniziativa è sostenere e integrare l'internazionalizzazione nell'istruzione superiore, cercando comunque di organizzare e mantenere la specificità di ogni Paese coinvolto e rappresentato dal consorzio. Italia, Svezia, Croazia e Grecia dialogheranno in sincronia per un'intera settimana di eventi online. Il workshop nazionale italiano sarà organizzato da Educatt con la collaborazione di Fondazione Endisu e si terrà in chiusura della settimana, il 23 ottobre su piattaforma Teams. Per maggiori dettagli sulle date della week e per rimanere aggiornato sulle iniziative del progetto, visita l’area dedicata www.myacademic-id.eu . educatt #mobilita' internazionale #studenti #endisu Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Ritornare in Collegio e ritrovare sicurezza e aria di casa

Ormai è diventato un inno alla vita, un modo per ricordarci che, nonostante l’emergenza, se ci impegniamo tutti, t utto tornerà a splendere e anche più di prima. Le ragazze del collegio_paolosesto che sono rimaste a Milano vogliono ricordarlo a tutte le altre che sono lontane, nella speranza di poter presto prendere il treno dei nostri desideri che ci riporti tutte nella nostra seconda casa ». Come ogni anno le settimane precedenti la ripresa delle lezioni universitarie vedono l’arrivo di ragazzi e ragazze che fanno per la prima volta il loro ingresso nelle residenze collegiali, mentre tanti altri vi fanno ritorno, in questo caso dopo un inaspettatamente lungo periodo di tempo. I riscontri da parte dei membri delle commissioni sono stati molto positivi», scrive Matteo Viadana Piovesan , che in relazione alla modalità telematica del CollegeCamp aggiunge: «È uno strumento che si può sicuramente affinare, nell’ottica di mantenerlo in futuro accanto ai colloqui in presenza». È la medesima opinione di Pietro Rossi , che ha avuto la possibilità di seguire passo dopo passo lo svolgimento del concorso per le sedi di Milano, Piacenza e Roma, dove i numeri delle domande di partecipazione, nonostante la situazione particolare, sono stati buoni. Anche da remoto sono stati palpabili l’entusiasmo e la voglia di condividere i bei momenti che anche solo fino all’anno scorso si sono ovviamente svolti in presenza, come le presentazioni, i colloqui, le testimonianze e i racconti dei collegiali ai loro potenziali “colleghi”. Il rientro in Collegio porta dunque con sé delle obbligate novità, ma non vengono dimenticate le “vecchie” abitudini; anche quest’anno è previsto infatti per i collegiali un regalo di benvenuto/bentornato, ovviamente in linea con le necessità dell’attuale situazione.

 

eSharing, rete wifi condivisa in prestito agli studenti

Durante questa nuova emergenza è stato reso disponibile per la comunità collegiale il servizio sperimentale di prestito di dispositivi di connessione wifi per usi esclusivamente didattici finalizzati agli esami e alle prove. Il servizio rientra nelle attività pensate da EDUCatt per facilitare l’accesso agli strumenti tecnologici di base necessari per lo studio e per l’approfondimento e, in generale, per sostenere l’utente nel suo percorso di formazione. In questo modo la Fondazione mette a disposizione della comunità universitaria un servizio fondato sulla qualità e sull’attenzione ai bisogni di chi trascorre le sue giornate nel campus. Per maggiori informazioni sul prestito di router wifi erogato dalla Fondazione, rivolgersi al Referente EDUCatt del Collegio di appartenenza. Il servizio è gratuito e rinnovabile. Consulta l’area web dedicata per scoprire di più sulle iniziative per il digitale promosse da EDUCatt. educatt #esharing #studenti #wifi Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Buoni a far del bene: il Natale 2020 di Casa Fogliani

EDUCATT Buoni a far del bene: il Natale 2020 di Casa Fogliani Si avvicina il periodo delle feste e il marchio che “sa di bene” lancia iniziative solidali a sostegno degli studenti. by Giada Meloni | 04 dicembre 2020 Ci avviciniamo alla conclusione dell’anno e proprio a causa delle difficoltà causate dall’emergenza sanitaria che ci ha colpiti è importante non dimenticarsi delle fasce più fragili della società. Quest’anno, per l’edizione 2020 della campagna natalizia, Casa Fogliani si reinventa e punta tutto sul binomio “sociale e digitale” con una serie di azioni innovative che si concentrano sull’online. Prima tra tutte il nuovo e-commerce, con una nuova vetrina prodotti più intuitiva, la possibilità di pagare con Paypal e una selezione con un’attenzione ancora maggiore alla qualità e all’etica dei produttori scelti come partner. Un’idea di cucina alla portata di tutti ma non per questo banale, un modo per sentirsi vicini soprattutto in questo 2020 che sempre più spesso ci ha tenuti lontani dagli affetti e dai momenti di convivialità. L’iniziativa rientra nelle azioni di solidarietà introdotte da Casa Fogliani per sostenere l’accesso alla formazione universitaria degli studenti più bisognosi: acquistando uno o più dei corsi disponibili sulla piattaforma, si accompagnano giovani meritevoli nel loro percorso universitario, reinvestendo le marginalità in borse di studio, sostegno economico e servizi. Casa Fogliani da anni promuove azioni di solidarietà volte a sostenere giovani meritevoli e bisognosi nel loro percorso di studi: grazie alla campagna “Buoni a far del bene 2019” , sono stati aiutati studenti come Elmer , Denish e Omayma a realizzare il proprio sogno di un futuro migliore.

 

Omayma e il coraggio di fare sempre un passo in più

La vita lì era agiata, grazie alle attività del papà (che possedeva una fabbrica di dolciumi e un ufficio di compravendita di automobili); Omayma va a scuola, ottiene ottimi risultati e conclude le scuole superiori con il desiderio di proseguire a studiare e diventare un’ ambasciatrice . Nel 2016 la famiglia di Omayma coglie al volo l’opportunità messa a disposizione dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati ( UNHCR ) e dal Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati ( SPRAR ): arrivare in Europa, in particolare in Italia , e proseguire lì studio, lavoro e vita. La Siria, pur rimanendo sempre nel cuore di Omayma, in quel momento non può offrire nulla, e il Libano non sembra affatto la sistemazione definitiva; ecco allora che la numerosa famiglia atterra a Roma, piena di speranze e promesse. Ho sempre avuto questo grande amore per lo studio, e uno dei miei sogni era quello di iscrivermi in Università Cattolica , e ci sono riuscita grazie al Comune di Milano in collaborazione con SPRAR. Sempre con la serenità e la dolcezza che la contraddistinguono, Omayma non nasconde quante volte sia stata vicina a perdere la speranza: «So che molte persone al mio posto avrebbero gettato la spugna. Io stessa in più occasioni mi sono detta che ero arrivata al limite, che non riuscivo più ad andare avanti, che avevo già vissuto esperienze fin troppo pesanti per una ragazza della mia età. Ma poi guardo la mia famiglia, vedo gli occhi dei miei fratelli e il bene che ci vogliamo, e grazie a questo mi riprendo sempre, e trovo le forze per fare sempre un passo in più ».

 

Educatt, nuovi sconti per aiutare gli studenti lontani dai collegi causa Covid

STUDENTI Educatt, nuovi sconti per aiutare gli studenti lontani dai collegi causa Covid La Fondazione farà pagare meno per ogni mese trascorso fuori dalle sue residenze per il periodo ottobre-dicembre 2020. Posticipata anche la scadenza per seconda e terza rata 09 novembre 2020 Un aiuto concreto per gli studenti e le loro famiglie in questi mesi difficili. EDUCatt h a scelto di scontare parte della quota annua ai collegiali che non potranno usufruire di vitto e alloggio e altri servizi a causa della seconda ondata dell’emergenza sanitaria in corso. Per ogni mese passato lontano dal collegio verrà scontato sulla seconda rata l’equivalente di 1/11 della quota annua prevista dal bando. Potranno beneficiare di questa agevolazione tutti gli studenti di collegi e residenze EDUCatt presenti in tutte le sedi dell’ateneo, a patto che risultino in regola con il pagamento della prima rata, in scadenza a novembre 2020 e per cui il MAV sarà disponibile da metà mese su MyEDUCatt. Non rientrano nell’agevolazione i titolari di borsa di studio EDUCatt ed eventuali rinunciatari, per i quali le condizioni economiche sono riportate al punto 10.1.3 del bando di concorso. La Fondazione valuta la possibilità di prorogare l’iniziativa anche nel 2021 in base all’evolversi della pandemia e a seconda della disponibilità economica dell’ente.

 

Educatt adesso è anche on air: arrivano i podcast

EDUCATT Educatt adesso è anche on air: arrivano i podcast L’entusiasmo del fare della Fondazione si trasforma e si evolve in volontà di raccontare ciò che si fa, con modi e strumenti al passo con i tempi: nasce così Eco-Educatt On Air . educatt #podcast Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Arriva Papersafe, la nuova mascherina certificata

Indossata nella maniera corretta (su naso e bocca), fatta aderire perfettamente al volto e da lasciare il più intonsa possibile (se ne dovrebbero toccare esclusivamente gli elastici o i legacci), la mascherina è elemento fondamentale per la tutela personale e di chi ci sta attorno. È fondamentale per questo motivo essere a conoscenza delle differenze e delle eventuali restrizioni relative a questo strumento all’interno degli ambienti frequentati con regolarità, come per esempio la Fondazione per il Diritto allo Studio Universitario e la stessa Università Cattolica del Sacro Cuore. All’interno delle Linee Guida di Comportamento presentate all’interno del Protocollo di emergenza epidemiologica da SARS-CoV-2 promulgato dall’Università si evidenzia come, durante l’accesso e la permanenza in Ateneo, sia fondamentale indossare un’idonea mascherina facciale, e che non sono autorizzate le cosiddette “mascherine di comunità”. A differenza di queste ultime, che funzionano impedendo la trasmissione del virus, le mascherine di comunità non possono e non devono essere considerate né dispositivi medici né dispositivi di protezione individuale, bensì una misura igienica utile a ridurre la diffusione del virus SARS-COV-2. Anche EDUCatt , facendo tesoro dell’importante differenza tra gli strumenti di prevenzione, ha messo a disposizione della comunità universitaria uno strumento innovativo e adeguato alle necessità, senza dimenticare l’importante (e purtroppo al momento accantonato dai più) elemento dell’ecologia e del riciclo. PaperSafe, prodotta in conformità alle direttive contenute nella normativa UNI 14683 per caratteristiche di filtrazione, traspirabilità e biocompatibilità, una volta rimosso l’elastico (che può essere recuperato e riutilizzato) è interamente riciclabile nella carta. La mascherina è in distribuzione presso il Container.9 a Milano e a richiesta per la comunità universitaria ed è parte del kit – in fase di distribuzione – di raccomandazioni per i collegiali di tutte le sedi.

 

Educatt, ecco come riaprono i servizi di ristorazione e gli altri servizi

La ripartenza dopo il Covid Educatt, ecco come riaprono i servizi di ristorazione e gli altri servizi Sicurezza e serenità sono le parole d’ordine adottate per consentire la riapertura delle mense gestite dall’Ente per il diritto allo studio. Tutte le misure da adottare per accedere ai servizi by Redazione Educatt | 02 settembre 2020 Settembre è arrivato e l’università piano piano si ripopola. È necessario ripartire in sicurezza e garantendo serenità a tutta la comunità universitaria e per questo Educatt, in concomitanza con il riavvio delle attività dell’Ateneo, prosegue nell’adozione di misure finalizzate alla sicurezza degli utenti che accedono ai suoi servizi. Le azioni saranno attivate progressivamente, in modo da garantire il funzionamento dei servizi riducendo al minimo i rischi per i frequentatori delle strutture e al contempo permettendone la massima fruibilità. Dai primi giorni di settembre a Milano e Piacenza le strutture saranno inoltre dotate di separatori in plexiglas tra le sedute, che consentiranno il raddoppio dei posti a sedere attualmente disponibili. Entro le prime due settimane del mese di settembre, inoltre, grazie alla collaborazione con il partner IoBevo , gli erogatori di bevande in free refill saranno dotati di un sistema “ no touch ”. In ogni struttura sono state inoltre svolte attività di sanificazione certificata con abbattimento della carica batterica, delle muffe e dei virus presenti nelle condutture aerauliche e negli ambienti e sono stati collocati divisori di separazione tra il personale in distribuzione e gli utenti in linea self service.

 

SOS psicologo, l’ascolto continua a distanza

ECATT SOS psicologo, l’ascolto continua a distanza Attivato da EDUCatt lo sportello di Consulenza psicologica da remoto per gli studenti. In questi casi – osserva Farina – “i giovani vivono con l’ansia di dover studiare da soli, a distanza, senza contatti reali con amici e compagni, o con il timore di ammalarsi senza che ci sia qualcuno vicino ad assisterli”. La consultazione avviene tramite la videochiamata, “più efficace dal punto di vista clinico” rispetto alla semplice chiamata vocale: “il silenzio al telefono può risultare un po’ angosciante, invece uno sguardo accogliente comunica partecipazione e attenzione da parte dello specialista”. Il luogo del colloquio psicologico è un luogo “speciale”: “gli studenti possono raccontare sogni, fantasie o paure irrazionali, aspetti intimi che non sempre sono condivisibili con le persone con cui si vive la quotidianità”. Gli studenti che stanno usufruendo del servizio sono molto soddisfatti, così come i loro genitori, che ringraziano l’Università Cattolica per prendersi cura dei figli lontani. I questionari, spediti e compilati on line da parte degli studenti, “sono utilizzati in modo ‘collaborativo’: aiutano i ragazzi ad aprirsi di più e a indagare meglio i punti essenziali di questioni da risolvere”. Per prenotare il primo incontro virtuale gratuito, gli studenti possono scrivere all’indirizzo ascolto@educatt.org (preferenzialmente utilizzando la mail icatt.it) indicando nome, cognome, matricola, sede universitaria di appartenenza, numero di telefono, domicilio attuale e motivo della richiesta.

 

Anche Educatt valuta la qualità

Il Progetto Life ( Lightening Innovations for Empowerment ), avviato nel 2017 in seguito alle indagini svolte in precedenza, nasce con l’obiettivo di dar voce ai diversi gruppi di interesse della Fondazione e di ascoltare i bisogni, le opinioni e i suggerimenti della comunità universitaria. E, in secondo luogo, i Focus Group che concorrono invece a un’indagine di tipo qualitativo attraverso piccoli gruppi di studenti guidati dallo staff di psicologi di Educatt in un dialogo semistrutturato per raccogliere la percezione sui servizi della Fondazione e indagare la consapevolezza in tema di diritto allo studio. educatt #quaalita' #valutazione #anvur Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Verso il Natale

Nella sera del 9 dicembre, presso il ristorante Mensa&;Caffè.23, si è tenuta la Cena di Natale solidale, promossa dall’Ateneo, dalla Fondazione Policlinico Gemelli IRCCS e da EDUCatt insieme alla Comunità di Sant’Egidio. Oltre un centinaio di studenti della sede sono ogni anno coinvolti nel servizio agli ospiti della “Villetta della misericordia”, la struttura all’interno del campus della sede di Roma che dal settembre 2016 ospita persone senza fissa dimora. Nel pomeriggio le operazioni di preparazione e, prima di radunarsi insieme per la cena, gentilmente offerta da EDUCatt, la preghiera per la pace in Chiesa Centrale. Martedì 10 dicembre serata in musica nella “Panendorata”, il tradizionale concerto di Natale, con momenti di intrattenimento promossi dagli studenti e coordinati dal Consiglio Organizzativo Intercollegiale. Giovedì 19 dicembre, dalle 11.00 nella Hall del Policlinico Gemelli, la tradizionale festa “Natale al Gemelli”, con personaggi dello sport e dello spettacolo, per festeggiare in allegria insieme ai pazienti, alle loro famiglie e a tutto il personale. Nel pomeriggio la solenne benedizione del Presepe animata dalla Corale Polifonica “Gaudete et exultate” dell’Università Cattolica e della Fondazione Policlinico Agostino Gemelli IRCCS. Per tutto il periodo di Avvento, fino al 20 dicembre, ogni giorno alle ore 8.30 dal lunedì al venerdì, sono trasmesse in diretta su TV2000 le celebrazioni eucaristiche dalla Cappella San Giuseppe Moscati della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS.

 

Collegi universitari, un appello alla politica

In una lettera aperta l’ Acru (Associazione nazionale dei collegi e delle residenze universitarie) rivolge un appello al governo e al parlamento perché vengano presi in considerazione due aspetti relativi a questa realtà. Il primo riguarda i collegi e le residenze studentesche che in questo periodo si sono dati da fare per continuare a ospitare e dare sostegno ai ragazzi che si sono fermati senza tornare nei luoghi d’origine (per altro non contravvenendo, così, alle disposizioni ufficiali). L’altro punto sottolineato dalla lettera dell’Acru è relativo alla richiesta di sostegno alle famiglie di questi studenti fuori sede che, non potendo tornare a casa, e rimanendo nei collegi o in appartamento devono sostenere le spese di affitto. L’Università Cattolica è coinvolta direttamente con le sue strutture residenziali nelle sedi di Milano, Piacenza e Roma che ospitano in questo periodo circa 150 studenti. Fin da subito abbiamo deciso di rimanere aperti offrendo il massimo aiuto possibile a chi è rimasto - aggiunge Giornelli - relativamente all’istruzione, alla formazione e agli strumenti per garantire la massima sicurezza in termini di igiene, dispositivi di protezione e distanziamento all’interno del collegio. Inoltre sono stati attivati due servizi importanti, uno sanitario e uno di ascolto psicologico in modo da permettere a chi si trova in difficoltà di ricevere un triage telefonico ed eventualmente la prescrizione di medicinali». Come hanno testimoniato i messaggi di auguri che gli studenti hanno condiviso con il personale di EduCatt e come è naturale che sia in una grande famiglia.

 

Le video ricette di Casa Fogliani

Educatt Le video ricette di Casa Fogliani Educatt reagisce al lockdown (anche) dal punto di vista culinario cucinando in quarantena con le proposte firmate da Andrea Dell’Edera . L’hashtag #stiamoacasafogliani è il titolo della rubrica in pillole disponibile sul canale youtube by Giada Meloni | 07 maggio 2020 Durante il lockdown gli italiani si sono riscoperti cuochi provetti e amanti della buona tavola. I social sono il campo di battaglia di questa guerriglia mangereccia: si assiste quotidianamente a un’ondata di foto e video ricette in cui, tra le quattro mura delle loro case, gli italiani si “sfidano” a colpi di antipasti e dessert. Il potere benefico della condivisione ha riscosso i suoi risultati, le persone hanno riscoperto il piacere di stare a casa e di cucinare per i propri cari, con prodotti semplici e di facile reperibilità. Casa Fogliani partecipa attivamente a questo rinascimento culinario e lancia l’hashtag #stiamoacasafogliani , legato al titolo della rubrica in pillole disponibile sul canale youtube Educatt e sui profili Facebook e Instagram di Casa Fogliani. La rubrica Stiamo a Casa Fogliani: cucinare in quarantena nasce dall’idea di coinvolgere il pubblico con brevi clip video in cui lo chef di Ristorante.9 Andrea Dell’Edera conduce passo passo lo spettatore nella realizzazione di semplici ricette facilmente replicabili a casa. Le video ricette sono disponibili sul canale youtube di Educatt e sul profilo Instagram di Casa Fogliani.

 

Borse di studio, c’è tempo fino al 30 settembre per presentare le domande

Per il nuovo anno c’è tempo fino al 30 settembre per presentare la domanda di borsa di studio. Ancora più preoccupanti sono le stime effettuate dall’ Osservatorio Talents Venture che prevedono una riduzione del numero di immatricolati nell’aa. di circa 35.000 unita (-11% rispetto all’anno precedente) se la contrazione del Pil a fine anno dovesse essere del 9,1% come stimato dal Fondo Monetario Internazionale. Se dunque attualmente 2.576 (81%) studenti risultano coperti dai fondi regionali, i restanti 727 (19%) ne resterebbero esclusi e andrebbero a costituire la categoria di idonei non beneficiari: la manovra con fondi propri dell’Ateneo garantisce a tutti gli stessi diritti, assegnando al 100% degli aventi diritto il beneficio della borsa di studio. Gli studenti interessati possono controllare la propria posizione accedendo all’area MyEDUCatt e visualizzare l'esito nella sezione Servizi per Anno Accademico 2019/2020, cliccando il pulsante “Fascicolo Elettronico” e selezionando il rigo inerente la “Graduatoria Finale” delle Borse di Studio Educatt a.a. Per l’a.a. 2020-2021 è ancora possibile – fino al 30 settembre – presentare domanda di borsa di studio accedendo all’area MyEDUCatt. educatt #borse di studio #diritto allo studio Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Il Centro sanitario ha un nuovo direttore

Nella speranza di riaprire presto, il Centro sta riorganizzando i propri servizi, implementando i presidi e potenziando il contatto telefonico per definire le priorità d’ingresso all’ambulatorio pur garantendo a tutti l’accesso al consulto medico e psicologico. educatt #centrosanitario #salute Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Borse di studio per tutti gli idonei

Borse di studio Borse di studio per tutti gli idonei L’Università Cattolica anche quest’anno ha deliberato una manovra straordinaria per garantire il diritto allo studio a tutti gli studenti. Infatti, è in fase di completamento la definizione delle risorse finanziarie relative all’anno accademico 2019/20 che Regione Lombardia mette a disposizione degli idonei alla borsa di studio e al momento risulta una copertura pari a circa l’81%. L’Università Cattolica, con i suoi 3.000 beneficiari, costituisce peraltro quasi la metà degli studenti beneficiari in Atenei non statali sul territorio nazionale. La manovra straordinaria a favore degli idonei non beneficiari si aggiunge a un più ampio ventaglio di azioni già messe in campo dall’Ateneo, in uno sforzo coordinato con EDUCatt, per far fronte alle possibili ricadute economiche indotte dalla crisi di questi mesi. Il Fondo è stato istituito per sostenere le famiglie in difficoltà con il pagamento delle tasse universitarie, e l’integrazione di 120.000 euro a supporto del fondo già esistente per l’erogazione di Sovvenzioni Straordinarie EDUCatt, relativo a strumenti e servizi per il conseguimento del successo formativo. L’unicità dell’operazione dell’Università Cattolica e dell’Ente per il diritto allo studio è determinata dall’impegno a dare a tutti i bisognosi e i meritevoli l’opportunità di intraprendere percorsi formativi di alta qualità in un ateneo prestigioso, unico ateneo privato in Lombardia a estinguere la categoria paradossale degli “idonei non beneficiari”. borsedistudio #manovrastraordinaria #educatt Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Borse di studio, gli esiti definitivi

Educatt , da sempre dalla parte degli studenti per la propria mission di Ente per il Diritto allo Studio, lancia un segnale e non si ferma: continua nell'espletamento del suo mandato e pubblica gli esiti definitivi della domanda di Borsa di studio 2019/2020 . La prima rata della borsa di studio sarà erogata in servizi di ristorazione (accesso alle strutture ristorative per l’anno solare 2020) e/o abitativi. Tutti gli studenti beneficiari, esclusi gli ospiti nei collegi a pensione completa, utilizzando il badge rilasciato dall'Università hanno diritto, da gennaio a dicembre 2020, a consumare un pasto presso i punti di ristoro gestiti o in convenzione con Educatt. Per gli iscritti ai primi anni di corso, la borsa di studio e il rimborso delle tasse saranno corrisposti ai soli studenti che conseguiranno, entro il 10 agosto 2020, un livello minimo di merito, secondo quanto indicato nel bando di concorso . Gli studenti risultati beneficiari hanno diritto all'esonero dal pagamento delle tasse e contributi universitari e a ricevere una borsa di studio dell’importo lordo riportato nell'esito definitivo consultabile nell'area riservata MyEducatt. Ma anche gli studenti risultati idonei non beneficiari hanno diritto all'esonero dal pagamento delle tasse e contributi universitari, pur non ricevendo l’aiuto economico in denaro previsto dalla borsa di studio. Inoltre, è sospeso il pagamento della seconda e terza rata del Collegio in favore degli studenti risultati idonei non beneficiari , fino alla pubblicazione degli esiti finali (disponibili solitamente nel mese di giugno/luglio).

 

Giornelli, la nostra risposta all’emergenza

Nella prima fase inoltre il Centro sanitario ha funzionato come presidio, sia per la comunità universitaria in generale, sia in particolare per i ragazzi dei Collegi, che hanno avuto la possibilità di ottenere assistenza immediata anche per verificare gli eventuali sintomi. I recenti Decreti Nazionali hanno richiamato tutta la popolazione ad attenersi scrupolosamente alle prescrizioni e alle restrizioni attualmente in vigore, che hanno come scopo principale la salvaguardia della salute personale e della collettività. Allo stato attuale, non è ancora possibile prevedere quando si inizierà a vedere un’inversione di tendenza, ma abbiamo ragione di sperare che applicando scrupolosamente le indicazioni nazionali riusciremo a fronteggiare questa emergenza inedita ed estremamente complessa. A tutte le persone che hanno organizzato e gestito il lavoro, a tutti gli operatori di linea, a tutti i lavoratori che hanno continuato a prestare la loro opera con spirito di responsabilità deve andare un ringraziamento particolare. È grazie a loro che la Fondazione esiste e può dare pieno adempimento alla propria missione di supporto dell’Ateneo. Questa è stata un’occasione per ciascuno di mostrare le proprie qualità e per rendere più solidi i legami invisibili che rendono coesa una comunità. Ci riabbracceremo presto, e avremo allora imparato a lavorare ancora meglio per il bene dell’Università e dei giovani che da lei e dalle famiglie ci sono affidati.

 

Sportello EduCatt e due gruppi social, ecco le iniziative di sostegno psicologico di Unicatt

PSICOLOGIA Sportello EduCatt e due gruppi social, ecco le iniziative di sostegno psicologico di Unicatt Un gruppo facebook della facoltà di Psicologia riservato agli studenti, uno aperto a chiunque vorrà intervenire e uno sportello gratuito di consulenza psicologica offerto da Educatt. La facoltà di Psicologia si è organizzata inizialmente con un gruppo Facebook rivolto ai propri studenti per sostenerli nelle loro attività di studio a distanza, perché possano raggiungere i loro obiettivi, ma anche per supportarli nella difficile condizione di lockdown che sta vivendo il Paese. Il percorso proposto vuole essere uno spazio di condivisione di riflessioni sulla situazione in atto e su ciò che stiamo imparando nel tentativo di dare significato e gestire al meglio la vita quotidiana e lo studio. Gli psicologi sostengono che la flessibilità, l’immaginazione e la creatività aiutano a ragionare, oltre che su quello che possiamo fare, anche su quello che possiamo guadagnare da momenti difficili. Sulla base dell’ottimo riscontro ricevuto dagli studenti sul confronto molto attivo e sullo scambio di esperienze e idee, la Facoltà ha pensato che questa modalità potesse essere utile anche ad altre persone. Per questo ha deciso di sviluppare un altro progetto simile che partirà a breve e sarà aperto a chiunque volesse interagire. Sempre per far fronte alle difficoltà causate dall’epidemia e con l’obiettivo di fornire un supporto professionale alle situazioni di disagio psicologico, EDUCatt ha avviato lo sportello gratuito di Consulenza psicologica - Emergenza Covid - 19 per gli studenti di tutte le sedi dell’ateneo.

 

Dal Perù a Piacenza, il segreto di Elmer

I suoi occhi profondi e le sue parole ponderate lasciano trasparire la maturità di chi ha capito che l’unica arma del progresso è la formazione professionale e l’educazione dell’intera società, a partire dalle nuove generazioni, nella convinzione che l’unico avanzamento possibile sia quello collettivo. In Italia ha svolto un tirocinio formativo, all’interno del progetto stage overseas Italia&;Perù, alla facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e parla con entusiasmo della sua esperienza. educatt #casa fogilani #peru' #stage Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Educatt alle prese con la Fase 2

Educatt Educatt alle prese con la Fase 2 Gli aggiornamenti sui servizi sede per sede. Vediamo nel dettaglio, sede per sede, quali servizi sono attivi e con quali modalità. Il Centro Sanitario resta disponibile con esclusiva consultazione telefonica solo per gli ospiti dei Collegi e per la Medicina del lavoro. Il Servizio Agevolazioni economiche è contattabile telefonicamente, per email o con l’apertura di un ticket ai numeri indicati all’indirizzo www.educatt.it/contatti . Il Centro Sanitario in sede è chiuso; il Centro Sanitario di Milano resta comunque a disposizione con esclusiva consultazione telefonica al numero 02.72342217 secondo gli orari indicati alla pagina www.educatt.it/contatti . I servizi di ristorazione sono funzionanti esclusivamente per la comunità universitaria; in particolare: • Mensa.7 segue il normale orario di funzionamento; • il Bar dell’Università resterà chiuso; • Il Bar Cafè resterà chiuso.

 

Servizi librari al tempo della crisi

Biblioteca Servizi librari al tempo della crisi Tutte le opportunità della Biblioteca e di Educatt per rispondere all’emergenza da Coronavirus 06 aprile 2020 In questo momento di emergenza sanitaria i servizi della Biblioteca e di Educatt hanno subito importanti variazioni. LA BIBLIOTECA Prestito Nel rispetto delle vigenti normative sull'accessibilità dei campus universitari, la Biblioteca è chiusa e il servizio di prestito e consultazione non è pertanto disponibile . Contatti Gli utenti del campus di Milano possono contattare i bibliotecari che continuano a operare a distanza per rispondere a tutte le richieste di informazione inviate scrivendo al Bibliopoint ( biblioteca.informazioni-mi@unicatt.it ) oppure utilizzando il canale Chiedi@lbibliotecario all’interno della pagina personale iCatt . Servizi di Reference: Assistenza e Consulenza Bibliografica Tutte le domande e le richieste che pervengono tramite i canali sopra indicati dagli studenti dell’Ateneo vengono gestite – con particolare attenzione per quelle dei laureandi – da un team della Biblioteca dedicato alla prima assistenza . Le risposte relative a quesiti di area disciplinare vengono erogate da bibliotecari esperti delle discipline specifiche, che offrono una consulenza bibliografica approfondita per supportare gli utenti nell’individuazione e l’utilizzo di tutte le risorse che fanno parte del patrimonio documentale del Sistema bibliotecario e documentale d’Ateneo. Prestito digitale Per il prestito digitale, il punto di partenza è il servizio integrato di risorse online HUB digitale , che offre la possibilità di accedere con rapidità a titoli e prodotti multimediali nelle mediateche presenti sulle piattaforme MediaLibraryOnline (MLOL) e Pandoracampus . Tali risorse sono ora più che mai di fondamentale importanza: è per questo che le biblioteche stanno cercando di ampliarne la disponibilità attivando nuovi contatti con gli editori di tutto il mondo.

 

I Collegi non si fermano

Ateneo I Collegi non si fermano Nonostante la situazione critica i collegiali di tutta Italia non perdono il sorriso. Andrà tutto bene», come recitano i cartelloni dai davanzali dei Collegi dell’Ateneo by Valentina Giusti | 27 marzo 2020 Al momento la situazione è stazionaria: dai Collegi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore nessuno entra e nessuno esce. Le residenze sono aperte esclusivamente per gli ospiti interni che non sono tornati a casa all’inizio della sospensione delle lezioni, i visitatori non sono ammessi. Il loro motto è quello che rimbalza di bocca in bocca, di tastiera in tastiera, di balcone in balcone in tutta Italia: andrà tutto bene. Così anche i ragazzi del Collegio San Luca-Barelli a Roma : l’invito che emerge dai social è proprio quello di prendersi cura l’uno dell’altro, ma a distanza. Rispettare i dieci comportamenti da seguire del ministero della Salute, seguire assieme le Sante Messe in diretta dalla pagina Facebook della diocesi di Roma, prendere parte al ritiro spirituale predicato da don Fabio Rosini , ovviamente sempre in streaming: sono questi i modi per mantenersi virtualmente vicini e darsi ascolto. Le ragazze del Ker Maria infine raccontano le loro due settimane di quarantena su Instagram, pubblicando foto scattate (in momenti diversi) nel loro giardino ed esprimendo il desiderio di poter tornare presto a farne molte altre tutte assieme.

 

Ristorazione collettiva: come reinventarsi dopo il Covid-19

Educatt Ristorazione collettiva: come reinventarsi dopo il Covid-19 A fronte di dati preoccupanti il settore, duramente colpito dal lockdown, si dimostra pronto a una ripartenza consapevole e in totale sicurezza, con il desiderio di innovarsi. EDUCatt non si è fermata, durante il lockdown, e sta valutando modalità innovative e funzionali per venire incontro a una realtà decisamente imprevista. Di giorno in giorno la Fondazione – che gestisce le mense dell'Università Cattolica – si adatta alle modalità di ripartenza delle aziende di ristorazione collettiva e ai nuovi modelli di business che stanno nascendo. Sarà necessario attivare inoltre accorgimenti come la rimodulazione del lavoro in considerazione del distanziamento degli operatori e delle nuove tipologie di offerta da ridefinire, che inevitabilmente andranno a pesare sui costi delle gestioni, accanto alle necessarie introduzioni dei dispositivi di sicurezza e delle risorse aggiuntive adibite al controllo. Ciò va a confermare la preoccupante situazione (delineata in pieno lockdown da Maria Teresa Manuelli per “Il Sole 24 ore”) cui sta andando incontro la ristorazione collettiva, che normalmente fornisce 860 milioni di pasti l’anno a studenti, lavoratori, degenti e anziani e conta 97 mila posti di lavoro . Per fronteggiare la situazione sono dunque necessarie iniziative di sostegno rapide e adeguate a fronte di un danno stimato dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) in 8 miliardi di euro in meno nel 2020 . La crisi di mercato attuale sarà vinta dalla ristorazione collettiva grazie alla sua predisposizione all’aggiornamento : è questo il pensiero di Antonio Preanò , che da diverso tempo collabora con EDUCatt per il saving e l’innovazione nella ristorazione, nel marketing e nei progetti sviluppati dalla Fondazione.

 

Go top