La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per sordi:

Marco, il web e la lingua dei segni. Una storia di umanità

Lo trova, impara in fretta a mente i gesti per alcune frasi: “Hai difficoltà a respirare? Hai dolore da qualche parte del corpo? Ti senti affannata?”. Non che si fidi troppo di un sito incontrato al volo, sa che in rete c’è di tutto e di più, ma davvero non ha tempo. La chiamata era appena arrivata dal pronto soccorso: “Fra mezz’ora vi mandiamo in reparto una trentasettenne sorda” e il reparto è uno di quelli Covid al Policlinico Gemelli di Roma. Sa già quanto sia “difficile comunicare con alcune persone anziane che hanno problemi all’udito” e che nemmeno possono aiutarsi col labiale, visto che la bocca di medici e infermieri è coperta da mascherina e tutto il resto. E ora con una ragazza che non sente e non parla dalla nascita diventa quasi impossibile. Gli è venuta quell’idea, non sa se e quanto possa essere realizzabile. Continua a leggere su Avvenire TG2 20:30 servizio n. 10 del giorno 30/11/2020 #covid #medicina #roma #sordi Facebook Twitter Send by mail Print.