La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per anac:

Contro la corruzione, rafforzare la legalità

È questa la premessa da cui bisogna partire per affrontare la corruzione e profilare strategie di intervento, coordinate tra i diversi operatori del settore pubblico e privato, atte a prevenire concretamente il rischio della commissione di illeciti corruttivi. L’incontro è stato introdotto da Franco Anelli , rettore dell’Ateneo, il quale ha sottolineato l’importanza di sviluppare politiche di intervento a carattere preventivo e sistemico, non concentrando l’attenzione unicamente sul versante del trattamento sanzionatorio. In questi termini, Mario Romano , emerito di Diritto penale dell’Università Cattolica, che ha presieduto e moderato il dibattito, ha constatato come il diritto penale, seppur rivesta un ruolo fondamentale, non possa essere l’unico strumento di intervento nella repressione del fenomeno corruttivo. Affrontare il problema della corruzione significa, inoltre, riflettere in primo luogo in termini di cambiamento culturale, come ha ricordato Gabrio Forti , preside della facoltà di Giurisprudenza e direttore del Centro Studi “Federico Stella” sulla Giustizia penale e la Politica criminale ( CSGP ). Sul punto, Nicoletta Parisi , componente del Consiglio della stessa Autorità e ordinario di Diritto Internazionale all’Università degli Studi di Catania, ha riferito in merito all’implementazione delle linee guida dell’Autorità in materia di contratti pubblici, organizzazione degli uffici e piani anticorruzione e di tutela dei whistleblower. Infine, Giammarco Sigismondi , associato di Diritto amministrativo all’Università Cattolica, ha rammentato l’utilità di investire sulla formazione dei funzionari della PA, per sviluppare quelle conoscenze atte a gestire i rischi corruttivi nel settore pubblico, ricordando come, in primo luogo, la corruzione sia un reato contro l’amministrazione stessa. corruzione #trasparenza #anac Condividi Facebook Twitter Send by mail IL CORSO COPAT La tavola rotonda è stata l’occasione per presentare la prima edizione del Corso di Perfezionamento in Anticorruzione e Trasparenza ( CoPAT ), organizzato presso l’Università Cattolica di Milano e co-diretto dai professori Gabrio Forti e Aldo Travi .

 

Corruzione, la sfida di Cantone

milano Corruzione, la sfida di Cantone Il presidente dell’Anac ha presentato in largo Gemelli il suo libro scritto a quattro mani con Enrico Carloni , dieci lezioni per contrastare un fenomeno che ha radici soprattutto culturali ma anche negli snodi burocratici. Parola del presidente dell'Anac Raffaele Cantone , che ha presentato in Università Cattolica a Milano il libro scritto “ Corruzione e anticorruzione ”. Con queste parole il magistrato Raffaele Cantone ribadisce la sua attività di contrasto che da anni svolge contro il fenomeno, anche nelle vesti di presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione. Un impegno raccontato nel suo ultimo libro scritto con Enrico Carloni , docente di Diritto amministrativo all’Università degli Studi di Perugia, al centro del dibattito a più voci, promosso dalla facoltà di Scienze politiche e sociali, che si è svolto martedì 11 dicembre all’Università Cattolica. La corruzione in atti giudiziari è uno dei reati più gravi che si possano compiere in quanto viene a mancare la premessa che regge tutto il sistema, quella dell’incorruttibilità della legge. Ciò che risulta evidente è che nel nostro Paese, pur avendo un livello di corruzione in linea con gli altri Stati europei, c’è una percezione da parte del cittadino molto più amplificata. Nel caso italiano, il presidente dell’Anac suggerisce che si parta dal settore informatico: la catalogazione delle informazioni è alla base di questo processo e per farlo è necessario un sistema di banche dati all’avanguardia.

 
Go top