La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per budapest:

Budapest 2020, verso il Congresso Eucaristico Internazionale

I Congressi Eucaristici rappresentano tappe che scandiscono il cammino della Chiesa cattolica proponendo un percorso di conversione e rinnovamento spirituale rivolto alle comunità cristiane. Il titolo dell’edizione 2020 è « In Te sono tutte le mie sorgenti » (tratto dal Salmo 87,7) e si svolgerà dal 13 al 20 settembre 2020 a Budapest , con un fitto programma che comprende lezioni, testimonianze, concerti ed eventi culturali. Durante la presentazione sono state ricordate le circostanze storiche e sociali dello svolgimento del 34° Congresso Eucaristico Internazionale che si svolse sempre a Budapest in un contesto sociale alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale. Durante l’incontro, in relazione all’attenzione da porre all’Eucaristia, è stato ampiamente citato il documento base preparato per il Congresso, che presenta una rinnovata teologia dell’Eucaristia, tesa a rendere più feconda l’azione pastorale nella preparazione remota e prossima al Congresso Eucaristico Internazionale di Budapest. Pertanto gli intendimenti del Congresso Eucaristico Internazionale sono quelli di «offrire occasioni per continuare il cammino di guarigione della memoria, per perdonare le offese del passato e per ritrovare in Cristo la piena riconciliazione capace di vincere le difficoltà e le tentazioni del tempo presente. Inoltre, è stato rilevato, una caratteristica speciale del Congresso eucaristico di Budapest sarà l’apertura ecumenica attraverso varie manifestazioni culturali. Inoltre non potrà che rinvigorire anche il peculiare e storico legame che unisce il nostro Ateno con l’università cattolica di Budapest» ha concluso monsignor Giuliodori.

 

Erasmus, an inside out experience

Roma Erasmus, an inside out experience L’esperienza a Budapest è stata per Lucia , studentessa di Medicina, «la crisi più bella di sempre»: l’ha costretta a provare sempre ad assumere il punto di vista dell’altro senza dare nulla per scontato. novembre 2017 di Lucia Scarlato * Prima ancora di iniziare il mio Erasmus, ancora ignara di quanto avrei amato quelle strade, un passante mi disse: “I’m amazed at every corner of this city!”. Una città viva che chiama a vivere, una città vera, controversa, pensante, che poi però inaspettatamente diventa, in alcune ore e in alcuni luoghi, un posto irreale. Il tirocinio non è stato importante solo per le numerose conoscenze acquisite ma soprattutto perché mi ha portato a essere più autonoma, più consapevole, esigente e intraprendente, non più studente ma futuro medico. E in questo mare di infinite possibilità che ogni essere umano e ogni cultura costituiscono, mi è stato insegnato a capire, a sforzarmi di capire, ad accogliere e lasciarmi meravigliare. Ogni persona con cui ho vissuto il mio tempo (che fossero pochi giorni, una manciata d’ore o tre mesi) mi ha regalato una parte di sé e mi ha accompagnata a scoprire parti di me sconosciute, senza paura, finalmente libera, spontanea, vera. Sono stata immensamente felice e terrorizzata, ho provato ogni emozione si possa provare, e ora sono a casa, con la mente e il cuore colmi di ricordi, progetti, colmi di tutta la vita e tutte le vite incontrate.

 

Luca, a Budapest con Unicredit

premio Luca, a Budapest con Unicredit Lo studente di Scienze bancarie , grazie al sostegno della Unicredit &; Universities Foundation, che lo ha premiato tra i 136 giovani talenti vincitori delle borse di studio e ricerca 2015, ha potuto pagarsi interamente un Erasmus nella capitale ungherese. È quanto ha potuto compiere Luca Bossano (nella foto) , studente al secondo anno di laurea magistrale del corso Economia dei Mercati e degli Intermediari Finanziari, della facoltà di Scienze bancarie finanziarie e assicurative , grazie al sostegno della Unicredit &; Universities Foundation . Grazie a un amico, Luca era venuto a conoscenza di questa fondazione che eroga borse di studio e premi per promuovere la specializzazione all'estero dei migliori studenti europei nei campi delle scienze economiche, bancarie e finanziarie. Luca ce l’ha fatta e l’8 giugno ha partecipato alla cerimonia in cui UniCredit &; Universities ha premiato 136 giovani talenti vincitori delle borse di studio e di ricerca lanciate nel 2015. All’evento hanno presenziato Giuseppe Vita , presidente di UniCredit, il presidente dell’Associazione Borsisti Marco Fanno Giorgio Barba Navaretti e Alberto Alesina , professore alla Harvard University che ha tenuto una lecture dal titolo: “ What is happening to the European Union? ”, nonché numerosi rettori e professori delle più prestigiose università internazionali. Budapest è una città dal grande fascino e superati i primi mesi invernali è diventata molto più vivibile, soprattutto nei grandi spazi verdi e aperti che dispone» racconta lo studente di Scienze bancarie. Il sistema è differente da quello Italiano: le lezioni sono molto più interattive e la valutazione finale è legata a una serie di punti che si devono guadagnare settimanalmente tramite assignment, presentazioni e lavori di gruppo.

 
Go top