La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per capitale:

Matera capitale, un miracolo italiano

Nelle parole di Elena Donaggio , Senior consultant di Avanzi, le tappe che hanno inciso sull’urbanistica di Matera. Il percorso del gruppo di lavoro di Olivetti si interruppe però bruscamente quando quella che veniva percepita come un’emergenza nazionale venne risolta con la Legge speciale per lo sfollamento dei Sassi , nel 1952, che impose a due terzi degli abitanti di abbandonare le proprie case e trasferirsi nei nuovi rioni. Il dibattito sul destino dei Sassi continuò e nel 1986, ebbe inizio il processo di risanamento, che culminò nel 1993 con la designazione dei Sassi come paesaggio culturale Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco. Uno degli obiettivi principali del progetto è lavorare sulla percezione della città come unica, ricucendo il tessuto urbano e rendendo attrattivi anche i quartieri di edificazione recente perché parte fondamentale della storia del luogo e dei suoi abitanti. Curti ha presentato due progetti che si muovono in questa direzione: Matera Alberga, realizzato con la partecipazione degli albergatori, che hanno accolto all’esterno delle loro strutture opere d’arte contemporanea che rievocano gli antichi vicinati dei Sassi. L’eredità che questo anno vorrebbe lasciare è molteplice ma legata in particolare alla riflessione, e una nuova legislazione, sugli spazi civici e sul loro uso per riattivare una tradizione che le città del Sud hanno saputo mantenere nel tempo. Foto in alto: Giuseppe Stampone, Doppia faccia/ Double face, 2019 #matera #capitale #cultura Facebook Twitter Send by mail INCONTRO IN CATTOLICA Si è tenuto il 2 Aprile uno dei primi incontri pubblici organizzati all’interno della cornice Università Cattolica Incontra Matera 2019.

 

Capitali della cultura, parlano le città

milano Capitali della cultura, parlano le città Alcuni dei dieci comuni finalisti, tra cui la giuria del ministero dei Beni culturali ha scelto Parma come capitale italiana del 2020 , hanno presentato al master Mec i propri progetti. I progetti di alcune di queste sono stati presentati il 13 febbraio in un incontro organizzato nell’ambito del master in Ideazione e progettazione di eventi culturali (Mec) della Cattolica e coordinato dal direttore Paolo Dalla Sega . Giorgio Re , responsabile del dossier di candidatura di Agrigento , ha presentato la candidatura della città siciliana. Dato che nel 2020 Agrigento festeggerà i suoi 2600 anni di vita, sarà comunque un anno ricco di manifestazioni per rendere omaggio alla città e alla sua storia. La città è stata presentata come un luogo di opportunità, che, nonostante le contraddizioni presenti all’interno del suo tessuto sociale, cerca di mantenersi aperta all’incontro con le altre culture, in particolare quella cinese. Macerata ha deciso di puntare non tanto sulla fruizione di cultura ma sulla sua produzione, attirando giovani che mettano a frutto la propria creatività formandosi all’Università, all’Accademia di belle arti e allo Sferisterio, uno tra i più importanti teatri europei di musica lirica. Il tema centrale del programma di Reggio Emilia è la riqualificazione degli spazi urbani, come ha spiegato Giordano Gasparini , responsabile del dossier di candidatura della città.

 

Contro la crisi, investire sui bimbi

ECONOMIA E PSICOLOGIA Contro la crisi, investire sui bimbi Secondo il Nobel per l’economia James Heckman , investire nel capitale umano fin dalla tenera età produce effetti di lungo periodo. Le abilità cognitive si sviluppano durante l’infanzia e in un contesto familiare favorevole 29 settembre 2009 di Eugenia Scabini * La lectio magistralis del professor James Heckman ha proposto un modello in grado di fornire nuovi stimoli per gli orientamenti educativi e nel contempo importanti indicazioni per la politica economica e sociale. Il suo contributo si radica sui risultati della ricerca economica e psicologica ed evidenzia l’importanza di investire sul capitale umano delle giovani generazioni, attraverso l’analisi degli effetti che questo tipo di investimento ha sul lungo periodo. Il capitale umano comprende sia le abilità cognitive (formalizzate nel quoziente intellettivo) sia quelle non cognitive, socio-emotive e relazionali (come la motivazione, i tratti di personalità, la capacità di autocontrollo, di concentrazione e di perseveranza), oltre che la loro interazione dinamica. Primo: lo sviluppo delle abilità cognitive e non cognitive è la chiave di volta per la riuscita e il successo nei diversi ambiti dell’agire umano: nella riuscita scolastica, nell’inserimento lavorativo, nelle performance salariali, nella prevenzione della devianza sociale. Quinto: l’acquisizione di una abilità in un particolare momento della vita facilita l’acquisizione di nuove abilità nel periodo di vita successivo, secondo un circolo virtuoso per cui “successo chiama successo”. preside della facoltà di Psicologia e direttore del Centro di Ateneo Studi e ricerche sulla famiglia Luigi Campiglio, Capitale umano e crisi economica (Corriere della sera, 28.09.2009) ( KB) #heckman scabini campiglio capitale umano Facebook Twitter Send by mail.

 
Go top