La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per ciampi:

Il presidente dell’ottimismo

IL RICORDO Il presidente dell’ottimismo Nel giorno della scomparsa di Carlo Azeglio Ciampi , pubblichiamo una parte dell’articolo di Stefano Folli sui cambiamenti del Quirinale da Pertini in poi. È l’artefice dell’ingresso del Paese nell’euro e anche per questo è in grado di rappresentare meglio di ogni altro, nella nuova fase storica, il ruolo di “garante dell’unità nazionale”. Molto è stato scritto sullo stile di questa presidenza (ottimo al riguardo è il recente libro di Paolo Peluffo). Quello che forse va sottolineato è che Ciampi riesce a riassumere in sé, in una forma moderna, alcune delle caratteristiche dei suoi predecessori. È evidente che si ispira a Einaudi nel senso rigoroso dello Stato, ma anche che l’esperienza di Pertini non è passata invano. In particolare Ciampi è una figura positiva, nel senso che è fortemente motivato dall’ottimismo e si rifiuta di rassegnarsi al “declino” del Paese, anzi della Nazione, secondo il termine da lui preferito in ogni occasione. Si avvia una sofferta maturazione dei due schieramenti, nel riconoscimento che la storia d’Italia è complessa e che tutti i fenomeni, a cominciare dal “berlusconismo”, vanno ricondotti dentro una forte cornice istituzionale.

 
Go top