La tua ricerca ha prodotto 11 risultati per consigli:

Coronavirus, buone prassi da rispettare

Consigli utili Coronavirus, buone prassi da rispettare Le dieci regole di comportamento che il Sistema Sanitario Nazionale ha fornito per prevenire il contagio e per affrontare responsabilmente la situazione. Sono entrati nelle nostre case in questi giorni consigli, regole, ordinanze, direttive per ridurre i rischi di trasmissione e per riuscire a prevenire l’epidemia da Coronavirus. Pubblichiamo di seguito il vademecum diffuso dal Ministero della Salute e dall'Istituto Superiore di Sanità con indicazioni sui 10 comportamenti da seguire e alcune buone pratiche da applicare in casa, nei luoghi pubblici, negli uffici. Lavati spesso le mani con acqua e sapone per almeno venti secondi o in alternativa utilizzare un disinfettante per mani a base di alcol al 60%. Usa la mascherina solo se sospetti di aver contratto il nuovo coronavirus, e presenti sintomi quali tosse o starnuti, o se ti prendi cura di una persona con sospetta infezione da nuovo coronavirus (viaggio recente in Cina e sintomi respiratori). A queste indicazioni del Servizio Sanitario Nazionale si aggiungono altre utili precauzioni, da attuare in particolare sul posto di lavoro: • Se si hanno sintomi influenzali (febbre, tosse e raffreddore) NON recarsi sul posto di lavoro. In caso di contatto con documenti o materiale consegnato da clienti esterni, seguire le buone pratiche di igiene, lavandosi le mani.

 

Consigli di lettura per noi che restiamo a casa

Libri Consigli di lettura per noi che restiamo a casa Il tempo della “clausura” forzata a causa dell’emergenza coronavirus ci regala anche del tempo prezioso per riscoprrire dei buoni libri.. Ecco alcuni suggerimenti per valorizzare questo momento 13 marzo 2020 di Velania La Mendola È il momento di riappropriarsi del tempo. Sull’arte di indugiare e la capacità di riappropriarsi dei nostri momenti di ozio contemplativo ha scritto un libro il coreano Byung-Chul Han , un filosofo oggi professore a Berlino, che ne Il profumo del tempo dedica bellissime pagine alla capacità di raccogliersi e ritrovarsi, nel respiro, nello spirito. Partendo da questo principio del riappropriarsi della lettura profonda, del riaffezionarci al libro, ecco qualche consiglio di lettura per voi. Poesia da filmare e in cui immergersi Partiamo dalla cosiddetta “cenerentola delle librerie”, la poesia. Tra i versi non troverete solo un inno alla libertà, ma anche tanti temi di grande interesse, come la tutela dell’ambiente o l’immigrazione, una crasi potente - che solo la poesia può fare - tra epica e quotidiano. Come cura letteraria e spirituale, scegliete un libro della Bibbia , il Qoelet per esempio, e leggetelo dall’inizio alla fine: in questi giorni senza messa la lettura, magari condivisa in famiglia, è davvero arricchente. Augurando una pronta guarigione allo scrittore cileno Luis Sepùlveda , ricoverato per il corona virus, vi consigliamo il suo “ Raccontare, resistere ”, una conversazione con Bruno Arpaia, dove si legge: “un Paese davvero colto è in grado affrontare le avversità e di capirne le ragioni”. Ultimo libro di questo elenco, fuori scaffale perché più recente, è Come cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin , un romanzo particolare, perché sebbene la protagonista sia la guardiana di un cimitero il libro vi porta dalle lacrime alle risate con personaggi divertenti e commoventi insieme.

 

Consigli d’autore per libri in vacanza

vita e pensiero Consigli d’autore per libri in vacanza Un filosofo, un viaggiatore instancabile, una neuroscienziata: quest’anno abbiamo chiesto a loro, tre autori in testa alla classifica Vita e Pensiero, i suggerimenti sulle letture da fare nel riposo estivo o sotto l’ombrellone. È un verso di Antonio Machado che lo scrittore argentino Miguel Benasayag cita più volte nel suo libro Funzionare o esistere? Perché funzionare sempre al meglio o vivere con una “bilancia” in mano per valutare rischi/benefici porta a una società con «giovani terrorizzati perché devono costruirsi un curriculum e vecchi che campano sul proprio curriculum». Ma cosa leggere? Per questa estate ho chiesto consiglio a tre autori nel podio della classifica di vendita di Vita e Pensiero , la casa editrice dell’Università Cattolica. Tra le nuove edizioni di grandi autori consiglio, in omaggio a Benasayag per l’ambientazione argentina, Il console onorario di Graham Greene (Sellerio) – a cura di Domenico Scarpa e con una nota di Baricco – e Le donne di Messina di Elio Vittorini (Bompiani), con l’introduzione di Giuseppe Lupo . Si ascende toccando terra con Nel nome (NNeditore) di Alessandro Zaccuri, che non è né saggio né romanzo, ma un viaggio personale sulle tracce di Maria, nel nome di Maria, appunto. libri #estate #letture #consigli Facebook Twitter Send by mail Print CONTROCORRENTE: LA PROMO DELL’ESTATE Sul sito Vita e Pensiero è attiva la promozione Controcorrente dedicata ai lettori profondi: fino al 31 luglio tutti i titoli della collana “Grani di senape”, anche in versione ebook, sono disponibili con uno sconto del 15%.

 

Nuova maturità, come affrontarla

speciale maturità Nuova maturità, come affrontarla Sono diverse le novità che riserva la prova di esame a chiusura degli studi superiori di secondo grado. Ecco i suggerimenti dei professori dell’Università Cattolica su alcune delle principali tracce che gli studenti si troveranno ad affrontare. Sono alcune delle novità dell’Esame di Stato conclusivo della scuola secondaria di secondo grado, che per la prima volta gli studenti si troveranno a fronteggiare. Ansia da maturità? Scaricala con l’app di Giuseppe Riva Un gruppo di psicologi dell’Università Cattolica ha creato un’applicazione e un protocollo che utilizza tre diverse tipologie di esperienze di realtà virtuale. Ecco i consigli dell’esperto su come prepararsi e affrontare l’esame Maturi in cittadinanza e costituzione di Milena Santerini Per la prima volta alla maturità arriva la prova “Cittadinanza e Costituzione”. Non era mai successo Allo Scientifico il debutto di Fisica di Alessandro Musesti e Stefania Pagliara Per la prima volta la seconda prova scritta vedrà la sua presenza accanto alla Matematica. I rinvii da parte del Miur, la preoccupazione dei ragazzi e il senso di inadeguatezza dei docenti attestano il bisogno di rivedere contenuti e metodologie didattiche #maturita' #esami #ansia #consigli Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Salute, consigli per l’estate

L’abbiamo realizzato con l’aiuto dei professori della facoltà di Medicina e Chirurgia della sede di Roma dell’Università Cattolica del Sacro Cuore che ci hanno fornito preziosi suggerimenti su come sopravvivere a giornate afose, prevenire le scottature solari, alimentarsi correttamente e quali farmaci è sempre utile avere in valigia. Di fronte a ogni cambiamento del comportamento e/o delle condizioni generali bisogna considerare la possibilità che questo derivi dalle conseguenze del caldo eccessivo e quindi assicurare anzitutto un ambiente fresco e un’adeguata idratazione». In estate cambia il clima e l’elevazione della temperatura è causa di malesseri che in qualche modo possono essere contrastati adottando delle precauzioni in campo alimentare », osserva il professor Giacinto Miggiano , direttore UOC di Dietetica e Nutrizione Umana alla Fondazione Policlinico Universitario “A Gemelli”. Tuttavia fa sicuramente male quando ci si espone in modo eccessivo per periodi di tempo prolungati, ad esempio, tutta la giornata incluse le ore centrali e più calde, aumentando la probabilità di avere ustioni solari che rappresentano un noto fattore di rischio per i tumori della pelle». In ogni caso, al di là dei farmaci, di cui abbiamo detto, occorre informarsi bene sulle condizioni sanitarie e climatiche del paese in cui si va, della eventuale necessità di vaccinazioni e/o di altra profilassi farmacologica. Eppure, anche se ci troviamo nei luoghi più remoti siamo sempre alla ricerca del WiFi per leggere mail o le chat di WhatsApp… «Non dobbiamo pensare che se facciamo di più produciamo di più. La prima regola a cui attenersi –che, poi, fa parte delle buone maniere che un po’ tutti dovrebbero conoscere - è non invadere lo spazio acustico altrui, cercando di non parlare ad alta voce sotto l’ombrellone o in luoghi come musei, ristoranti, alberghi».

 

Tempo di vacanze, indugiate sui libri

Per questo eccovi qualche consiglio dall’editrice e dalla libreria Vita e Pensiero e da alcuni dei presidi di facoltà dell’Università Cattolica, che hanno gentilmente condiviso con noi le loro scelte di letture estive. Tra i romanzi in libreria le novità Swing time di Zadie Smith e I paesaggi perduti di Joyce Carol Oates, anche se il più richiesto a sorpresa è Memoria di ragazza di Annie Ernaux. Tra gli immancabili gialli, sotto l’ombrellone la libreria consiglia La strega di Camilla Läckberg e La paura di Anne Holt; d’altronde, ci spiega Massimo Locatelli nel libro Psicologia di un’emozione. Il primo racchiude una serie di saggi su Josef Noldin, mentre il secondo – di cui è autore Othmar Parteli – è dedicato a Rudolf Riedl: «Nel 1927 Noldin fu confinato a Lipari per cinque anni (ma vi si ammalò gravemente e nel 1928 fu rilasciato, pochi mesi prima della morte). È a quello che succede al di là dell’oceano che ci porta invece Guido Merzoni , preside della facoltà di Scienze politiche e sociali, con una delle sue letture: «Tra i primi della lista ho il libro Elegia americana di J.D. Ci riporta nelle nostre acque il preside della facoltà di Lettere e filosofia Angelo Bianchi , che dedicherà le sue letture al Mediterraneo con Storia politica del Mediterraneo di Federico Chabod (Morcelliana), Breviario mediterraneo di Predrag Matvejevic (Garzanti) e Il pensiero meridiano di Franco Cassano (Laterza). Più introspettiva la scelta di Luigi Pati , preside della facoltà di Scienze della Formazione, che consiglia Le parole che ci salvano (Einaudi) di Eugenio Borgna: «Un libro sul valore della comunicazione quotidiana, che esige di essere riscoperta per rilanciare il valore dell'incontro e del dialogo interpersonali.

 

Come difendersi dai pericoli dell’estate

ROMA Come difendersi dai pericoli dell’estate Una serie di semplici ma utili consigli su come prevenire, e come agire, in caso di contatto con vipere, api, vespe, calabroni, pesci e meduse. luglio 2017 Di Loredana Dominici * Nel periodo estivo le nostre vacanze possono essere compromesse da alcuni sgraditi incontri con dispettosi rappresentanti del mondo animale che popolano la terra, il mare e l’aria. Ecco una serie di semplici, ma utili consigli su come prevenire e come agire in caso di contatto con questi piccoli animali, forniti da Loredana Dominici , biologa del Centro Anti Veleni della Fondazione Policlinico Universitario “A. Gemelli”. A TERRA: VIPERE Quello fra tutti che spaventa di più è sicuramente il morso di vipera . Nei luoghi “a rischio” (ambiente rurale al di sotto dei 3.000 metri di altezza) è opportuno: • Indossare un corretto abbigliamento (pedule da montagna, calze, pantaloni lunghi). Il veleno di questi pesci è inattivato dal calore quindi bisogna mettere la parte colpita (mani o piedi) in un contenitore d’acqua molto calda (al limite della sopportabilità al di sotto dei 45° C) per 30-60 minuti. Se la zona è ampia ed esposta alla luce è opportuno consultare un medico che prescriverà un anestetico locale e valuterà l’ipotesi di una profilassi antitetanica o di un trattamento con cortisone e/o antibiotici per ridurre il rischio di infezioni.

 

Prova di Latino-Greco, esperimento riuscito

speciale maturità Prova di Latino-Greco, esperimento riuscito Secondo il professor Gian Enrico Manzoni, docente di Didattica del latino nella sede di Brescia dell’Università Cattolica, la compresenza delle due materie è riuscita visto che la relazione tra i due testi era stretta. giugno 2019 di Gian Enrico Manzoni * La seconda prova scritta della Maturità classica ha fatto il suo debutto nella prevista forma, solo teoricamente bilingue: da tradurre c’era solo il latino, mentre il greco aggiunto era affiancato dalla corrispondente versione italiana. Il testo latino (breve, nove righe) era di Tacito, tratto dal primo libro delle “Historiae”: la vicenda dell’imperatore Galba al quale un aruspice predice infausti avvenimenti e un pericolo interno. Questo sarà incarnato da Otone, a lui vicinissimo, che volge in senso per sé positivo la stessa profezia: e così accetta di dare il via alla congiura contro Galba, anche se pieno di timori e debole fisicamente. Il testo di Tacito isolatamente trattato sarebbe stato impegnativo perché di difficile contestualizzazione, nonostante la presenza di un Ante-testo e di un Post-testo tradotti, poco significativi, se non fosse intervenuto il soccorso venuto dal greco (tradotto) di Plutarco. Un aiuto prezioso, che ha chiarito molti dubbi, visto che narrava lo stesso episodio; quindi, leggendo il greco/italiano, si capiva molto qualcosa di più sull’intera vicenda. docente di Didattica del latino nella sede di Brescia dell’Università Cattolica #maturita' #esami #ansia #consigli Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Matematica e Fisica, buona la prima

Speciale maturità Matematica e Fisica, buona la prima La seconda prova per i licei scientifici è piaciuta agli studenti e alla maggior parte dei docenti e la transizione non è stata un’operazione troppo dolorosa. Quest’anno tra le tante novità dell’esame, ai candidati è stato chiesto di risolvere uno dei due problemi misti di Matematica e Fisica e di svolgere quattro quesiti degli otto proposti, di cui cinque di Matematica e tre di Fisica. Per quanto riguarda la Fisica, segnaliamo che gli argomenti hanno riguardato solamente l’ultimo anno: per svolgere i problemi bisognava conoscere essenzialmente l’elettromagnetismo e le leggi di Maxwell; in uno dei quesiti è comparsa per la prima volta la relatività ristretta. Tra i due problemi era sicuramente più fattibile il primo, anche se per affrontare la parte di Fisica bisognava prima aver completato la parte di Matematica. In ogni caso, i problemi di Fisica entrano finalmente nella seconda prova scritta, e si chiede ai ragazzi di comprendere la situazione problematica, di formalizzarla, di interpretare e disegnare grafici e argomentare dal punto di vista fisico. Anche se si tratta ancora di un “delicato sapore di Fisica”, come riportato recentemente dal Presidente dell’Associazione per l’Insegnamento della Fisica, il primo passo è stato fatto, la strada è stata tracciata e si apre una nuova sfida per l’insegnamento della Matematica e della Fisica nei licei. docenti di Fisica Matematica e di Fisica, facoltà di Matematica e Fisica, campus di Brescia #maturita' #esami #ansia #consigli Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Coronavirus, how to overcome the fear

CORONAVIRUS Coronavirus, how to overcome the fear Advice from the Emergency Psychologist, Fabio Sbattella , on how to face this critical moment with responsibility, serenity and positivity 25 febbraio 2020 Currently people's reactions to the feared Coronavirus epidemic are diverse. We switch from states of worry to panic, from calmly adopting the precautions suggested by the competent authorities to stockpiling for fear of running out of supplies. Emergency psychologist Fabio Sbattella gives some responses in order to try to contain the consequences of the situation and to foster positivity. Otherwise this Coronavirus that generates anxiety invades our whole life and prevents us from reacting intelligently». How do we explain the situation to a child? «On these occasions children may ask: what’s happening? Should I be scared? We shouldn’t respond, just as we shouldn’t respond to our inner child, by denying the facts with "don’t be afraid, nothing is happening". Do you have any keywords to suggest that we could use when we’re overwhelmed with anxiety? «Two things should be remembered in this emergency situation: human strength derives from the two sides to the brain. If it is temporary and not too serious it is useful because the problem of anxiety is that it doesn’t have an object to attack that can be reacted to. Lastly, panic is a very rare reaction that blocks our rational due to excessive thoughts and excessive behavioural demands.

 

Coronavirus, come superare le paure

coronavirus Coronavirus, come superare le paure I consigli dello psicologo dell’emergenza, Fabio Sbattella , per fronteggiare il momento critico con serietà e al tempo stesso serenità e positività by Emanuela Gazzotti | 25 febbraio 2020 Le reazioni delle persone alla paventata epidemia da Coronavirus in questi giorni sono le più diverse. In questo clima di iper-informazione come ci dobbiamo comportare per evitare allarmismi? «Prima di tutto in maniera realistica cerchiamo di rimanere informati e fare subito ciò che la comunità propone in maniera autorevole. Innanzitutto che sappiamo qual è il problema ed è sempre meglio sapere che non sapere. Il realismo ci aiuta a capire il presente e a chiederci qual è il problema, quanto è duro il problema e quali strumenti abbiamo per fronteggiarlo. Diversa è l’ansia, paura anticipatoria che ci permette di prepararci a ciò che ci immaginiamo. È utile, se è nel breve periodo e se è poca, perché il problema dell’ansia è che non ha un oggetto da attaccare a al quale reagire. Il panico infine è una reazione molto rara che manda in blocco il pensiero a causa di un eccesso di pensieri, e il comportamento a causa di un eccesso di richieste comportamentali.

 
Go top