La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per creditriskmanagement:

Il Crerim tra i SAS Master's Programs

cattolicapost Il Crerim tra i SAS Master's Programs Il master in Credit Risk Management sempre più protagonista sulla scena internazionale grazie al riconoscimento dell’Istituto leader negli analytics . Un legame che, grazie alla certificazione SAS, apre nuove possibilità professionali per i propri diplomati. “Fare da ponte” tra la richiesta di talenti in ambito analitico nel business di oggi e la formazione corrisponde a una delle idee alla base del percorso postlaurea, nato per formare professionisti altamente qualificati nel risk management , campo che necessita in modo particolare di conoscenze specifiche. Questo significa una formazione solida a livello analitico e quantitativo unita a una visione multidisciplinare del rischio, della sua gestione e del suo controllo. E una certificazione come risk analyst a livello internazionale è un plus, sia per i candidati, sia per le società. Crerim, quest’anno alla sua decima edizione, nasce dalla consapevolezza che un fattore di successo per un’organizzazione è la sua capacità di agire in condizioni di rischio, specialmente se operante nell’ambito del sistema finanziario. Il master offre gli strumenti e le capacità per governare la gestione del rischio all’interno di banche, compagnie assicurative, società di consulenza, IT, con un ampio spettro di possibilità di carriera.

 

Stage, una card per la banca

milano Stage, una card per la banca Per molti studenti del master Credit Risk Management il tirocinio professionale è un palcoscenico privilegiato per affacciarsi sul mondo del lavoro. Lo stage è un palcoscenico privilegiato perché offre la possibilità di poter vedere i ragazzi al lavoro e di poterne conoscere il loro valore professionale» afferma il manager che è anche docente al master Credit Risk Management (Crerim) dell’Università Cattolica. Negli anni, ho avuto in stage in Unicredit alcuni di questi profili ed è stata un’esperienza più che positiva: si sono rivelati svegli e con una buona preparazione di base. Non meno importante è l’acquisizione di abilità relazionali e comunicative: imparare a lavorare in team, cercando di far valere la propria posizione o apprendere le skill necessarie per rapportarsi anche con l’esterno, può essere davvero molto utile». Unicredit ha assunto già alcuni allievi del master Crerim: come valuta il profilo professionale che forma questo percorso post laurea? «Nel mio team, nel quale operano 20 persone, tre vengono proprio dal master. Il primo profilo, dopo lo stage nella nostra banca, ha lavorato in un altro istituto bancario, per poi essere assunto qui da noi; il secondo lavorava in un’altra banca prima di scegliere Unicredit; il terzo, cui è appena stato offerto il contratto, è entrato da poco. Si tratta di figure che sono riuscite a inserirsi nella squadra e che mi hanno colpito per il loro atteggiamento propositivo e le loro competenze di base.

 
Go top