La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per deserto:

Il ritorno di Pablo D’Ors

Milano Il ritorno di Pablo D’Ors Lo scrittore spagnolo, consulente del Papa e “amigo del desierto”, nel suo secondo appuntamento milanese dopo Bookcity 2014, presenta a Santa Maria delle Grazie il suo nuovo libro che ripercorre i passi di Charles de Foucauld a cent’anni dalla morte. Tutto questo è Pablo d’Ors , lo scrittore spagnolo che torna in Italia per presentare il suo nuovo libro, L’oblio di sé , dopo il successo di Biografia del silenzio (entrambi Vita e Pensiero) che in Spagna ha superato le 100 mila copie vendute. Il desiderio di luce produce luce» è l’epigrafe di Simone Weil che apre Biografia del silenzio ; «ricorda che sei piccolo» è quella di Charles de Foucauld che avvia L’oblio di sé . L’occasione è data da un anniversario: 100 anni dalla morte del beato fratel Carlo, assassinato all’età di 58 anni da un gruppo armato della tribù dei senussisti, che aveva circondato il suo eremo di Tamanrasset nel Sahara algerino. Pablo d’Ors ne L’oblio di sé racconta l’avventurosa e particolare vita di questo marabut cristiano, nato visconte in Francia, dall’adolescenza turbolenta, poi esploratore del Marocco, giardiniere a Nazareth, eremita amico degli arabi, morto povero tra i più poveri, ma lo fa narrando la storia in prima persona. Mai nessuno aveva osato scrivere un’autobiografia immedesimandosi nel soggetto narrante a tal punto da confondere la sua vita con quella del personaggio stesso» ha scritto “L’Osservatore Romano” commentando L’oblio di sé , che è un diario-romanzo in cui la vita del protagonista si svolge attraverso otto capitoli, dalla Confusione all’Illuminazione . Una ricerca di Dio che passa da esercizi estremi dello spirito alla sorpresa di scoprirlo vivo e presente anche nella più umile e banale delle vite umane.

 
Go top