La tua ricerca ha prodotto 4 risultati per dieta:

#5 consigli per una sana alimentazione

Se c’è una cosa scientificamente appurata, è che l’alimentazione non può certamente curare o proteggerci dall’infezione del nuovo coronavirus (a discapito di qualche falsa notizia circolata di recente sui social media legata agli effetti stupefacenti della vitamina C!). Quello che è certo, però, è che curare l’alimentazione, anche in questo periodo, può rappresentare un buon strumento per cercare di mantenerci in salute e svolgere al meglio le attività quotidiane tra le mura domestiche. Ricorda di pianificare i tuoi pasti Una sana alimentazione passa anche dalla corretta ripartizione di calorie durante la giornata. Se il nostro dispendio energetico si è ridotto, perché siamo diventati più sedentari, ricordiamoci di prediligere alimenti a bassa densità energetica (come frutta e verdura) e di controllare le quantità di cibo che ingeriamo. È rappresentata da una piramide che ci indica quali sono gli alimenti da consumare più frequentemente (che stanno alla base della piramide) e quelli di consumare meno spesso. Asseconda i tuoi gusti, ma cerca anche di sperimentare pietanze nuove per garantire l’apporto di cui abbiamo bisogno di tutti i nutrienti e altri composti interessanti dal punto di vista nutrizionale. Se è vero che dobbiamo porre particolare attenzione a non eccedere con le porzioni e gli spuntini non previsti, è altrettanto vero che possiamo attuare piccoli gesti quotidiani, che ci consentano di garantire il giusto dispendio energetico.

 

Mangiare sano e con gusto

MILA NO Mangiare sano e con gusto Il dietologo della facoltà di Medicina di Roma Giacinto Miggiano spiega come comportarsi a tavola in occasione delle feste, per guardare alla salute, concedersi qualche sfizio e prevenire i mali di stagione. dicembre 2016 «Attenzione a non esagerare con cibi grassi e porzioni abbondanti che portano, insieme con la possibile riduzione dell’attività fisica propria dei mesi invernali, a un incremento di peso». È la raccomandazione del professor Giacinto Miggiano , direttore del Centro di ricerche in nutrizione umana dell’Università Cattolica e dell’Unità operativa di dietetica del Policlinico Gemelli di Roma che consiglia di non strafare con alimenti calorici e bevande alcoliche durante il periodo natalizio. Quando la temperatura esterna è solitamente più bassa rispetto ad altri periodi dell’anno, il nostro organismo disperde più calore e quindi, oltre che indossare un diverso abbigliamento, può aiutare l’assumere preparazioni e pietanze che di per sé tendono ad apportare più calore». Se è vero che si brucia di più per mantenere costante la temperatura corporea in compenso ci si muove di meno e quindi occorre tenere in conto questi due aspetti opposti del bilancio calorico». Tuttavia poiché alla fine l’alcol è anche un dilatatore dei vasi sanguigni periferici (di mani e piedi), alla prima sensazione di caldo-calore subentra una dispersione di segno opposto. L’alimentazione può essere d’aiuto contro il rischio di influenze e raffreddamenti? «Le vitamine (A, C ed E), composti antiossidanti (bioflavonoidi) e alcuni metalli (zinco, rame e selenio) possono aiutare ma questo non obbliga a seguire un’alimentazione diversa rispetto ad altri periodi.

 

Cibo sano, i consigli dell’esperto

dieta Cibo sano, i consigli dell’esperto Parte nelle mense Educhef di tutte le sedi dell’Ateneo una campagna sulla corretta alimentazione, con suggerimenti pratici e menù consigliati dal professor Giacinto Miggiano , direttore del Centro Nutrizione Umana della facoltà di Medicina e Chirurgia. by Martina Vodola | 28 marzo 2019 Seguire costantemente una dieta equilibrata e corretta non è sempre facile, soprattutto se molto spesso si è costretti a mangiare fuori casa e nei ritagli di tempo. Per questo Educatt ha pensato di inaugurare una campagna sulla corretta alimentazione nelle mense Educhef di tutte le sedi dell’Università Cattolica, grazie alla preziosa collaborazione di Giacinto Miggiano (nella foto), docente di Scienze dell’alimentazione e direttore del Centro Nutrizione Umana della facoltà di Medicina e Chirurgia. Ogni giorno verrà proposto in tutte le mense, a partire da Mensa&;caffe.23 di Roma fino a includere tutte le sedi universitarie , un “ Menù del nutrizionista ” redatto dal professore, con una serie di piatti selezionati tra quelli proposti dal menù del giorno. Verranno inoltre collocati in tutte le mense pannelli con “Le cinque raccomandazioni essenziali ”, sempre redatte dal professore, grazie alle quali si indicheranno alcune buone abitudini da seguire per condurre una vita più sana e all’insegna della corretta nutrizione. Sono infine previste rubriche, sempre curate dal professore nutrizionista, su temi riguardanti la buona alimentazione e la conduzione di una vita sana, come l’importanza dello sport, la corretta dieta mediterranea o il giusto apporto di nutrienti. A chi volesse approfondire ulteriormente, sarà possibile rivolgere direttamente all’esperto domande su tematiche generali legate alla nutrizione, in quanto i casi specifici necessitano di una consulenza privata e mirata.

 

Dimmi come mangi, ti dirò chi sei

educatt Dimmi come mangi, ti dirò chi sei Per la Giornata Mondiale per l’Alimentazione 2016 , a Milano, Piacenza e Roma il 17 e 18 ottobre campagne informative sul rapporto tra alimentazione e stile di vita e una scheda di anamnesi alimentare per avere consigli per una dieta sana ed equilibrata. ottobre 2016 Il 16 ottobre di ogni anno la Fao – Food and Agriculture Organization of the United Nations – celebra la Giornata mondiale dell’alimentazione , per commemorare la fondazione dell’Organizzazione nel 1945. In linea con i contenuti della giornata, lunedì 17 e martedì 18 ottobre , si terrà un’operazione per sensibilizzare sull’importanza di una sana e corretta alimentazione in una dimensione globale attraverso info point allestiti ad hoc nelle sedi di Milano (Mensa&;Pizza.9), Piacenza (Mensa.7) e Roma (Policlinico e Mensa&;Caffè.23) . educatt #alimentazione #salute #dieta Facebook Twitter Send by mail Print.

 
Go top