La tua ricerca ha prodotto 6 risultati per dono:

Gino Strada: «Siate generosi, ne vale la pena ed è giusto»

Giornata del dono Gino Strada: «Siate generosi, ne vale la pena ed è giusto» Il fondatore di Emergency interverrà alla Giornata del dono di l unedì 5 ottobre nella sede di Piacenza. Nell’intervista di presentazione, invita a vincere gli egoismi e a pensarci tutti come una collettività by Sabrina Cliti | 02 ottobre 2020 Una vita spesa nel darsi agli altri, quella di Gino Strada , uno dei protagonisti della Giornata del dono , in programma lunedì 5 ottobre alle 11.30 alla sede di Piacenza dell’Università Cattolica. Certo, in generale, essere sensibili al bene altrui è cosa positiva, e credo sia una propensione che caratterizza la natura dell’essere umano, va coltivata e incentivata. Pensando agli ultimi mesi, dominati da una pandemia che ha travolto la vita di tutti, c’è qualcosa che l’ha sorpresa di più, che non si aspettava neanche lei, abituato alle situazioni estreme? «Non mi aspettavo questo collasso dei sistemi sanitari. Devo dire che c’è stato in molti Paesi, non solo in Italia, un tracollo che ha messo in chiaro la fragilità di sistemi basati sull’idea di profitto, della medicina come merce, come bene. Il che, al di là del dramma delle vite umane perse, non è detto che sia un disastro, né per l’economia, né la società: dovremo adattarci a una società diversa, che mi auguro si dimostrerà più aperta, più inclusiva. gino strada #emergency #dono #piacenza Facebook Twitter Send by mail Print TERZA EDIZIONE A PIACENZA Terza edizione della Giornata del dono , che si celebrerà lunedì 5 ottobre , dalle 9.30, nel campus di Piacenza dell’Università Cattolica .

 

Giornata del Dono a Piacenza

Piacenza Giornata del Dono a Piacenza Don Mazzi, Simona Atzori e un “esercito buono “ di 358 associazioni per riflettere su solidarietà e fraternità. “Cominciate col fare il necessario, poi ciò che è possibile e all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile”. ottobre 2018 “Cominciate col fare il necessario, poi ciò che è possibile e all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile”: richiama le parole di San Francesco d’Assisi la Giornata del dono organizzata in Cattolica a Piacenza nella mattina 4 ottobre, su iniziativa di tutte le facoltà del campus piacentino. Una giornata ricca di incontri, caratterizzata da testimonianze forti, di grande impatto emotivo, nata per stimolare negli studenti e in tutta la comunità universitaria una riflessione continua sui valori della solidarietà e della fraternità creando un’opportunità diretta di vivere in prima persona alcune esperienze di dono. Ad arricchire la mattinata gli interventi di Don Antonio Mazzi , che ha aperto la giornata invitando i giovani a compiere la “rivoluzione dolce” scegliendo di vivere per il dare anziché per il ricevere. Una mappa in cui appare da quest’anno anche la città di Piacenza. dono #donoday2018 #donmazzi #atzori Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Giornata del Dono

Piacenza Giornata del Dono Il 4 ottobre in Cattolica a Piacenza una mattina dedicata al dono nelle sue diverse declinazioni. Ospiti Don Antonio Mazzi e Simona Atzori. Una giornata che nasce per stimolare negli studenti dell’Università Cattolica della sede di Piacenza e in tutta la comunità universitaria una riflessione continua sui valori della solidarietà e della fraternità creando un’opportunità diretta di vivere in prima persona alcune esperienze di dono (volontariato, donazione sangue, tempo). Ad arricchire la mattinata gli interventi di Don Antonio Mazzi , che alle 9 aprirà la giornata con la sua testimonianza e il contributo della ballerina, pittrice e scrittrice Simona Atzori, alle 11.45. Una mappa in cui appare da quest’anno anche la città di Piacenza.

 

Non si dona più come una volta

PIACENZA Non si dona più come una volta Internet e le Ict al servizio del bene: la “ nuova filantropia ”, tra adozioni a distanza, crowdfunding e nuove forme di altruismo sociale al centro del convegno-laboratorio promosso dalla facoltà di Economia e Giurisprudenza. novembre 2015 di Anna Maria Fellegara * “ Come è cambiata la filantropia ?”; “ Per una nuova fondazione della filantropia ”; “ La nuova filantropia della Silicon Valley ”: nel corso dell’ultimo anno grandi testate giornalistiche, dal New York Times al Wall Street Journal hanno dedicato decine di articoli al fenomeno chiamato New Philanthropy. E, nelle librerie reali e virtuali intorno al globo, numerose pubblicazioni di filosofi-economisti affrontano il tema del “ Do-Good ”, suggerendo che ognuno di noi dovrebbe donare il 30% circa dei propri guadagni. Che cosa sta accadendo nel mondo della beneficenza e del non-profit e quali sono le ragioni di questa rivoluzione? Le idee di fondo che muovono la recente riflessione sul “fare bene il bene” sono semplici ma capaci di produrre importanti cambiamenti. La stessa espressione “ nuova filantropia” è nata all’interno della generazione di imprenditori del dot-com , l’industria digitale, come filantropia strutturata da criteri economici. Preside della facoltà di Economia e Giurisprudenza, Università Cattolica del Sacro Cuore, Piacenza #nuovafilantropia #dono #crowdfunding #nonprofit Facebook Twitter Send by mail Print DIRITTO ED ECONOMIA SI INTERROGANO «La complessa architettura del donare contemporaneo è vasta e articolata. A diritto ed economia si chiede di offrire sostegno adeguato e flessibile alle diverse forme del “dare” e del “donare”, e di aprire spazi di creatività e innovazione», spiega la professoressa Mariachiara Tallacchini , della facoltà di Economia e Giurisprudenza, tra gli organizzatori del convegno-laboratorio del 2 dicembre “ La Nuova Filantropia.

 

Collegi solidali al tempo dell’emergenza

Ateneo Collegi solidali al tempo dell’emergenza Per i collegiali dell’Università Cattolica vivere questo periodo vuol dire non solo prendersi cura di sé, ma anche mettersi a disposizione di chi ha più bisogno in questo momento di difficoltà. Le iniziative da Nord a Sud by Valentina Giusti | 23 aprile 2020 Anche e soprattutto in questo periodo di chiusura e isolamento forzato, i collegiali agiscono nel pieno rispetto delle normative e danno il loro contributo, piccolo o grande che sia, nell’aiutare chi si trova nell’emergenza e nella difficoltà. È il caso dell’esemplare atteggiamento del Collegio San Luca Barelli , le cui aree, visto il forte coinvolgimento della sede di Roma nella situazione emergenziale, sono state interamente messe a disposizione della Fondazione del Policlinico Gemelli . Con la consapevolezza di trovarsi accanto e dentro a realtà fortemente coinvolte, i Collegi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore hanno inoltre deciso di contribuire con donazioni e quote devolute a sostegno di istituzioni in prima linea in questo particolare momento storico. Il Collegio Ker Maria ha deciso di partecipare, a supporto della zona di Monte Mario, all’iniziativa della vicina parrocchia dei Monfortani, che organizza raccolte di beni di prima necessità da distribuire a domicilio. In collaborazione con l’associazione Agostini Semper , i collegiali dell’ Augustinianum hanno organizzato una raccolta fondi (in cui è confluita parte del fondo destinato alle attività del collegio) interamente devoluta alla Regione Lombardia per la lotta contro il coronavirus. Anche il Collegio Marianum , assieme all’associazione delle ex studentesse M.E.A ., ha effettuato donazioni all’Istituto Auxologico di Milano per l’acquisto di materiale sanitario.

 

Giornata del dono con l’«economista di Dio» e Gino Strada

Dopo la laurea in Economia e gestione d’azienda nella sede di Piacenza della Cattolica, dal 2014 vive nel Carmelo della città. Una testimonianza vivente che dimensione economica e dimensione contemplativa possono essere amiche Alle 11.30 sarà la volta del fondatore di Emergency Gino Strada , protagonista della seconda sessione plenaria con l’intervento “ Il dono non può essere un’emergenza ”. Questa giornata è un’occasione per riflettere sul dono come una componente importante del vivere contemporaneo a livello di economia, educazione e vita collettiva» sottolinea la preside della facoltà di Economia Anna Maria Fellegara . Ma, come ricorda Papa Francesco «tutti, specialmente i ragazzi e i giovani, sono chiamati a fare la stupenda esperienza del dono. piacenza #dono #sincletica #ginostrada Facebook Twitter Send by mail Print.

 
Go top