La tua ricerca ha prodotto 234 risultati per economia.
Stai visualizzando i risultati 1 - 25:

Domenico Bodega, appello per una nuova Economia

A dirlo è il Preside della Facoltà di Economia dell’Università Cattolica Domenico Bodega , che abbiamo intervistato a margine dell’evento “Ritorno al futuro, per una Economia più umana”, che si è tenuto all’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede il 4 marzo. Di «ridefinire il progresso», su una base diversa da quella unidimensionale del profitto e di cambiare il modello di sviluppo globale: questo implica riflettere responsabilmente sul senso dell’economia e sulle sue finalità, per correggere le sue disfunzioni e distorsioni. Ecco l’appello ai giovani per Assisi, a coloro che “hanno il futuro”, capaci di ascoltare col cuore, portatori di una cultura coraggiosa, a cui chiedere di essere protagonisti di queste riflessioni e di questo cambiamento, costruttori del mondo, agenti per un mondo migliore. L’evoluzione tecnologica sta modellando il modo di vivere e di lavorare, ma ha anche generato una serie di tendenze e paure che inevitabilmente stanno influenzando il modo di porsi nei confronti delle sfide globali e alle nuove opportunità di crescita. Il prossimo 4 marzo l’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, in collaborazione con la Facoltà di Economia nel campus di Roma, promuoverà un convegno su un’”Economia più umana”: di quale tasso di umanità ha bisogno la scienza economica? E perché? I giovani poi hanno bisogno di luoghi di confronto e di testimoni, persone cioè aperte alla verità nei differenti rami del sapere, che sanno ascoltare e vivere al proprio interno questo dialogo interdisciplinare, in grado di suscitare quella sete di verità che hanno nel profondo. Se ascoltate il vostro cuore, vi sentirete portatori di una cultura coraggiosa e non avrete paura di rischiare e di impegnarvi nella costruzione di una nuova società” (Papa Francesco, ibidem).

 

Abbiate fiducia, il futuro vi aspetta

Piacenza Abbiate fiducia, il futuro vi aspetta È l'esortazione della preside Anna Maria Fellegara ai neolaureati del Double Degree , il doppio titolo internazionale della facoltà di Economia e Giurisprudenza , protagonisti del Graduation Day . dicembre 2017 “Non siete semplicemente dei numeri di matricola, ma ragazze e ragazzi per cui facciamo il tifo. La preside di Economia e Giurisprudenza Anna Maria Fellegara ha salutato così i 49 laureati del Double Degree che hanno partecipato al Graduation Day , una mattinata di festa, sorrisi e commozione tenutasi lo scorso 22 dicembre in Cattolica. La prof.ssa Fellegara ( nella foto a destra insieme alla prof.ssa Laura Zoni ) ha espresso il suo augurio ai ragazzi soffermandosi su tre consigli: “Abbiate fiducia: imparate ad affidarvi al futuro, accettando le sfide che vi aspettano. Quindi abbiate fiducia nelle regole, ma abbiate soprattutto fiducia nelle persone.”. Le abilità acquisite superando le difficoltà che avete affrontato vi apriranno molte opportunità – ha sottolineato nel suo saluto agli studenti la prof.ssa Laura Zoni , coordinatrice del Double Degree -. Prima della consegna dei diplomi, l’intervento dei laureandi Elena Trucco , Tosca Preti e Michelangelo Blasi (italiani che hanno vissuto un’esperienza all’estero), di Amanda Raphael , Céline Chereque e Danilo Randazzo , studenti rispettivamente americana, francese e tedesco, che stanno trascorrendo parte del loro percorso di doppia laurea alla Cattolica di Piacenza.

 

A Claudia Sisti il premio “Valeria Solesin”

Il 28 novembre scorso, alla presenza di Luciana Milani, madre della giovane ricercatrice scomparsa, nella sede milanese di Microsoft Italia, sono stati premiati i lavori di 12 giovani universitari provenienti da tutta Italia, selezionati dal comitato scientifico su 46 candidature pervenute da tutta Italia. Otto le tesi vincitrici, fra le quali quella discussa da Claudia Sisti, che hanno affrontato argomenti di natura sociale, di politica pubblica e istituzionale, focalizzando l’attenzione su temi come stereotipi di genere, diseguaglianze nella rappresentanza e confrontando diversi modelli di empowerment femminile nei paesi europei. Gli altri quattro vincitori hanno invece analizzato l’impatto del talento femminile nel mondo dell’imprenditoria e nelle performance aziendali, con uno sguardo anche al doppio ruolo delle donne, divise fra famiglia e lavoro. Il tema da affrontare quest’anno era “Il talento femminile come fattore determinante per lo sviluppo dell’economia, dell’etica e della meritocrazia nel nostro Paese”. Sono state 11 ragazze e 1 ragazzo a vincere il Premio quest’anno, riconoscimento promosso dal Forum della Meritocrazia e Allianz Partners, in collaborazione con la mamma di Valeria Luciana Milani e realizzato con il patrocinio del Comune di Milano. economia #alumni #premio #laureati Facebook Twitter Send by mail Print.

 

A distanza i laboratori sull’economia di Francesco

Ateneo A distanza i laboratori sull’economia di Francesco L’iniziativa, promossa dall’Università Cattolica su proposta dell’arcivescovo di Milano Mario Delpini , prosegue da remoto, registrando anche on line una partecipazione attiva e interessata degli studenti. Tra le prossime attività in calendario, sotto forma di webinar, accessibili sulla piattaforma Teams, il laboratorio su “Economia e gratuità” in programma il 13 maggio , alle ore 17.30: nel corso del quale sarà affrontato il tema degli scenari sostenibili al tempo del Coronavirus. Interverranno Giulio Fezzi , Chairman Phoenix Group, e R oberto Giacomelli , Associate Partner Ernst &; Young - Climate Change and Sustainability. Il 20 maggio, alle ore 11.00, Paolo Bonassi , responsabile Direzione Centrale Strategic Support presso Intesa Sanpaolo, discuterà di prodotti finanziari non inquinati. Insomma importanti occasioni di riflessione dove le considerazioni dei relatori, stimolati dagli interventi dei partecipanti, offriranno strumenti utili per rivedere gli scenari economici del post-Covid alla luce dei principi di scelte etiche e solidali ispirati al magistero di Papa Francesco. economia #francesco #coronavirus Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Boom di iscritti ai laboratori sull’economia di Francesco

Ateneo Boom di iscritti ai laboratori sull’economia di Francesco Più di 700 giovani dell’Ateneo , partecipano a un percorso educativo e interdisciplinare dedicato ai temi del documento Oeconomicae et pecuniariae quaestiones . A promuoverlo è l’Università Cattolica del Sacro Cuore che, accogliendo la proposta dell’arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini , ha dato vita a un innovativo percorso educativo. Più di 700 giovani delle diverse facoltà delle quattro sedi dell’Università Cattolica hanno dato la propria adesione ai 12 laboratori che stanno lavorando sui temi del documento. Molto rilevante anche la risposta di accademici e professionisti di settore (80 persone) di importanti istituzioni bancarie e finanziarie operanti nel panorama nazionale, che li affiancheranno nel percorso interdisciplinare. Interdisciplinarietà, creatività e coinvolgimento dei giovani sono le tre parole chiave di questa iniziativa dell’Ateneo», sostiene Elena Beccalli , preside della facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative dell’Università Cattolica. Si tratta di un esperimento che ha la finalità di rendere protagonisti gli studenti di un ripensamento del sistema economico-finanziario guidati da accademici e professionisti che forniscono loro gli strumenti adeguati per impostare al meglio questa riflessione. I laboratori, che hanno appena preso il via, prevedono una serie di incontri che si snoderanno nelle sedi dell’Università Cattolica.

 

Al G7 un’Europa divisa

L'ANALISI Al G7 un’Europa divisa L’analisi del direttore di Aseri Vittorio Emanuele Parsi sul vertice mondiale di Biarritz 26 agosto 2019 La complessa situazione in Medioriente, il caso Iran e il dramma dell’Amazzonia. Il G7 che si è concluso lunedì 26 agosto a Biarritz ha messo in evidenza le divisioni tra i Paesi occidentali. Secondo Vittorio Emanuele Parsi , direttore dell’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali la spaccatura è emersa soprattutto sulla questione relativa alla guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti: «L’Unione Europea – spiega il direttore di Aseri - sa che potrà essere colpita dalle conseguenze di questa guerra commerciale. Nel momento in cui il Ministro degli Esteri iraniano è arrivato con un po’ di coup de théâtre a Biarritz, senza riuscire come del resto era ampiamente previsto, a incontrare Trump (e neanche il Segretario di Stato Mike Pompeo) Israele colpiva obiettivi a Damasco e a Beirut». Questo fatto si colloca sullo sfondo dei mutati rapporti di forza tra Paesi occidentali e Cina e all’interno dei paesi occidentali in termini anche economici. Non dimentichiamo che per la Cina il Brasile è il principale fornitore di soia e di carne e lo sta diventando sempre di più proprio in seguito delle sanzioni e dei rapporti commerciali tesi tra Pechino e Washington. E infatti non è un caso che la Cina non abbia battuto ciglio su ciò che sta succedendo alla foresta amazzonica».

 

Al Graduation Day Altems la lezione di Tiziano Treu

Roma Al Graduation Day Altems la lezione di Tiziano Treu Mercoledì 11 novembre (ore 11), la cerimonia online di consegna dei diplomi per i Master dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari (ALTEMS). La cerimonia di proclamazione per gli studenti dei Master e Corsi di Perfezionamento promossi da ALTEMS per l'Anno Accademico 2018/2019 si terrà domani mercoledì 11 novembre dalle ore 11.00 alle ore 13.00 in diretta on line attraverso la homepage del sito Internet del Campus di Roma dell’Ateneo. La cerimonia avrà inizio alle ore 11.00 con il saluto della professoressa Antonella Occhino , preside della Facoltà di Economia dell’Università Cattolica. Il professor Americo Cicchetti , Ordinario di Organizzazione Aziendale dell’Università Cattolica e Direttore dell’ALTEMS, introdurrà l’evento presentando le attività dell’Alta Scuola, con particolare riferimento all’ultimo anno formativo. Nell’occasione sarà consegnato il Premio “Elio Guzzanti” dedicato alla memoria dell’indimenticabile “maestro” nell’organizzazione e nella programmazione sanitaria. Il premio, dell’importo di Euro 2.500 istituito con Bando di concorso, è destinato alla pubblicazione di tesi e project work di carattere economico e giuridico realizzati nell’ambito dei master universitari di II livello promossi dall’ALTEMS. A conclusione avrà luogo la cerimonia di consegna dei diplomi agli studenti che hanno frequentato i Master dell’Alta Scuola nell’anno accademico 2018/2019 a cura dei docenti coordinatori dei singoli programmi formativi.

 

Altems, al via l'anno formativo

Roma Altems, al via l'anno formativo Franco Sassi , docente dell’Imperial College Business School di Londra, ha aperto con una lezione su consumi, economia e salute le attività dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari. L’evento è stato aperto da Lorenzo Maria Cecchi , Direttore della Sede di Roma dell’Ateneo, e da Americo Cicchetti , Direttore dell’ALTEMS. Dopo la lecture del professor Franco Sassi la discussione con Angela Adduce , Direttore generale della Ragioneria Generale dello Stato (Ministero dell’Economia e delle Finanze), e Gilberto Turati , Ordinario di Scienza delle Finanze alla Facoltà di Economia dell’Università Cattolica. A conclusione un particolare Question Time sui temi principali della mattinata, con il coinvolgimento degli studenti studenti dell’Alta Scuola. Ha moderato l’incontro il giornalista Roberto Iadicicco (Fondazione ENI). Nel pomeriggio l’attività formativa di ALTEMS continua con la lectio di Federico Gelli , responsabile del rischio in Sanità (Federsanità-ANCI), ad inaugurazione delle lezioni del Master in Risk Management dell’Alta Scuola. altems #economia #salute #altescuole #management Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Altems, la lezione di James Barlow

Roma Altems, la lezione di James Barlow Il docente dell'Imperial College Business School ha inaugurato l'anno di studi dell'Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell'Ateneo. Dibattito con Urbani, Mantoan e Ripa di Meana. A discutere con lui Andrea Urbani , Direttore Generale della programmazione sanitaria del Ministero della Salute, Domenico Mantoan , Direttore Generale Area Sanità e Sociale della Regione Veneto e Francesco Ripa di Meana , Presidente FIASO. L’evento è stato aperto dal professor Domenico Bodega , Preside della Facoltà di Economia dell’Università Cattolica, dal dottor Fabrizio Vicentini , Direttore della sede di Roma dell’Ateneo e dal professor Americo Cicchetti, Direttore dell’ALTEMS. Conclusioni affidate al professor Rocco Bellantone , Preside della Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica. economia #healthcare #management #sistemisanitari Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Al via la laurea blended in Economia

Milano Al via la laurea blended in Economia Ha iniziato uficialmente le sue attività, alla presenza del rettore Franco Anelli , il primo corso di laurea magistrale in Direzione e consulenza aziendale. Fisicamente staranno tra i banchi di lezione solo per la metà del tempo, perché quella proposta dalla facoltà di Economia è la prima laurea blended dell’Università Cattolica . Le attività della nuova laurea magistrale sono state avviate sabato 25 settembre nell'aula magna della sede di Milano alla presenza del rettore Franco Anelli e del preside della facoltà di Economia Domenico Bodega . Di queste 12 sono di video-lezioni create ad hoc dai docenti dei corsi (ogni videolezione contiene gli obiettivi, i temi e le domande/stimolo di autovalutazione); 12 di Webinar esercitativo; 6 di feedback live. La laurea dispone di una Community Studenti dedicata nella piattaforma Blackboard e di uno spazio dedicato a ciascun insegnamento. Il modello didattico e-blended risponde a una crescente, elevata e qualificata domanda di formazione per studenti-lavoratori e all’esigenza di fornire competenze che favoriscono lo sviluppo professionale e di responsabilità di chi è già inserito nel mondo del lavoro» afferma il preside della facoltà di Economia Domenico Bodega . E permetterà di superare gli ostacoli di prossimità al luogo di studio che attualmente impediscono a molti lavoratori di intraprendere un percorso di studi di laurea magistrale».

 

Ambiente e tecnologia, le sfide del business dopo Covid-19

Fondamentali competenze culturali e linguistiche di alto livello, ma anche digitale, innovazione, sostenibilità by Bianca Martinelli | 26 maggio 2020 Fare business nel mondo di oggi esige un approccio cross-culturale e competenze linguistiche di altissimo livello, oltre che tecnologiche e legate alla conoscenza dei mercati. Nuove sfide, nuove competenze” promosso dalla facoltà di Scienze Linguistiche e letterature straniere , campus di Brescia, e moderato da Marco Grumo , docente di Economia Aziendale e co-coordinatore del Curriculum magistrale in Management e relazioni economiche internazionali, e Alessandro Ceriani , docente di Organizzazione e management delle imprese turistiche. Ne è convinto Claudio Tapparo , imprenditore, vce presidente di Unionmeccanica Brescia e membro del direttivo nazionale di Unionmeccanica Confapi, che nel suo intervento ha affrontato il tema delle trasformazioni e delle sfide che si prospettano per un nuovo slancio delle imprese metalmeccaniche. Ambientale, sociale ed economico dovranno diventare i tre pilastri del processo produttivo di ogni impresa del settore», ha precisato Tapparo, la cui azienda opera nell’ambito della fusione di alluminio secondario, ovvero derivato non dalle miniere bensì da oggetti di scarto e riciclo, secondo un processo ad alta compatibilità ambientale. Sul tema della logistica e del trasporto merci per via marittima nell’international business, si è infine soffermato Renato Causa , esperto del settore marittimo dell’Accademia Marina Mercantile di Genova con alle spalle 42 anni di esperienza all’interno delle compagnie di navigazione. Con l’avvento del Covid il rischio era quello di un’interruzione della catena della logistica, che tuttavia ha retto seppur con un movimento merci limitato ad una percentuale tra il 13% - nel peggiore dei casi - e il 32% - nel migliore - rispetto all’era pre-Covid. Per Paolo Lupoli «empatia, capacità di relazione, conoscenze cross-disciplinari e capacità di mettersi nei panni di chi ci sta di fronte grazie alla profonda conoscenza di una cultura, sono le skills che oggi fanno la differenza nel mondo del lavoro».

 

Anche a Roma, Benvenute, matricole!

Anno accademico 2020-2021 Anche a Roma, Benvenute, matricole! Il primo giorno di università per i nuovi studenti della facoltà di Economia è coinciso anche con l’avvio delle lezioni in presenza nel campus romano della Cattolica. Le “matricole del centenario” sono state accolte dal saluto iniziale di monsignor Claudio Giuliodori , assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica, che ha dato il benvenuto ai nuovi studenti all’ingresso «nell’anno accademico del centesimo anno di nascita della nostra Università. Anche quest’anno, nonostante la situazione così complessa, l’Ateneo registra un segno positivo nelle immatricolazioni, a indicare che quando ci sono persone capaci di sognare e di investire sul futuro si possono fare grandi cose». Proprio negli ultimi cento anni, nel 1947, quando tutto nel dopoguerra si stava ricostruendo, nasce la facoltà di Economia, su intuizione del fondatore del nostro Ateneo, padre Agostino Gemelli» ha ricordato il preside Domenico Bodega . Vent’anni fa la facoltà di Economia è nata anche nel campus di Roma, con attenzione ai servizi, all’healthcare management, al benessere e alla salute generale della società per formare persone che, in questo tempo e nel futuro, sappiano operare scelte e assumersi responsabilità». E poi sicuramente studiate con impegno, per crescere in responsabilità e competenze e acquisire la libertà di pensiero grazie alla quale potrete sempre confrontarvi con le persone e sulla quale baserete tutte le decisioni da prendere». Parte, infatti, oggi anche nel Campus di Roma il Piano #eCatt : “ Tutto il possibile in presenza, tutto il necessario da remoto ”.

 

Andrea e Ilaria, con il Papa ad Assisi

Andrea, parteciperà anche all’iniziativa “ The Economy of Francesco ”, evento organizzato da Papa Francesco ad Assisi dal 26 al 28 marzo, con l’obiettivo di coniugare economia e sostenibilità attraverso il confronto con le nuove generazioni. Sono curioso di vedere come gli studenti si giocheranno nei laboratori», è la maggiore aspettativa di Andrea. Sicuramente la risposta da parte degli studenti è stata molto positiva: solo dell’Università Cattolica parteciperanno 700 studenti di tutte le facoltà (Economia, Scienze politiche, Lettere…). Il fatto che si sia creato un luogo dove si può dare il proprio parere con un dialogo reale tra persone con diverse competenze, diversi background secondo me è già un primo passo per costruire qualcosa». Il mio percorso è di tipo finanziario, quindi nei miei studi di laurea magistrale ampio spazio è stato dedicato al profitto. Il master di finanza sostenibile, invece, mi sta facendo scoprire un’altra parte della finanza che credo possa conciliarsi completamente con quella che è la proposta del Papa» afferma Ilaria. Quella di oggi non è più una finanza orientata esclusivamente al profitto, ma si sta proprio incentrando su una politica di lungo periodo e quindi anche sostenibile».

 

Anna Maria Fellegara confermata preside

PIACENZA Anna Maria Fellegara confermata preside La professoressa di Economia aziendale svolgerà il suo secondo mandato alla guida della facoltà di Economia e Giurisprudenza della sede di Piacenza per il quadriennio 2016/17-2019/20. settembre 2016 La professoressa Anna Maria Fellegara è stata confermata dal consiglio di facoltà preside di Economia e Giurisprudenza per il quadriennio 2016/17-2019/20. Professore ordinario di Economia aziendale, la professoressa Fellegara svolgerà il suo secondo mandato alla guida della facoltà piacentina. In un contesto di calo demografico e di riduzione nazionale della popolazione universitaria, in cui l’iscrizione all’università dopo il diploma non è più un fatto scontato, registrare ogni anno una crescita nelle iscrizioni è un dato molto incoraggiante e che ci riempie di soddisfazione. Il Double Degree sarà lo strumento portante, per assicurare uno scambio di medio periodo, che consenta ai nostri studenti di apprendere una lingua, ma soprattutto di imparare a vivere in un contesto culturale e relazionale diverso da quello in cui sono cresciuti. Un’ultima battuta sull’anima specifica della facoltà piacentina, Economia e Giurisprudenza: «Vogliamo mantenere il carattere distintivo dell’essere insieme economia e giurisprudenza, due aree di studio che riteniamo molto ricche di potenziale se viste insieme. I dati che abbiamo in termini di inserimento nel mondo lavorativo dei nostri laureati ci confortano in questo senso: punteremo anche a migliorare il livello di retribuzione e di inquadramento dei nostri ex-alunni, per verificare il ritorno dell’investimento fatto negli studi universitari dalle famiglie».

 

Antonella Occhino, nuova preside di Economia

Ateneo Antonella Occhino, nuova preside di Economia La docente di Diritto del lavoro guiderà la Facoltà a partire dal 1° novembre. Succede al professor Domenico Bodega 14 luglio 2020 È Antonella Occhino la nuova preside di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore per il quadriennio 2020/21-2023/24. La professoressa Occhino, ordinario di Diritto del lavoro nella stessa facoltà, entrerà in carica il 1° novembre. Antonella Occhino è professore ordinario di Diritto del lavoro nella Facoltà di Economia dell’Università Cattolica dal 2014, dove è stata ricercatore dal 2001 e professore associato dal 2007. Nella Facoltà di Economia è coordinatrice del Corso di laurea magistrale in Economia e Legislazione di Impresa (LM ELI) e direttore del Master di II livello in Corporate Governance (COR-GOV). economia #nomina #preside Facebook Twitter Send by mail Print Cambio al vertice anche a Scienze della formazione È Domenico Simeone il nuovo preside di Scienze della formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore per il quadriennio 2020/21-2023/24. Il professor Simeone, ordinario di Pedagogia generale e sociale nella stessa facoltà che promuove corsi nelle tre sedi di Milano, Brescia e Piacenza, entrerà in carica il 1° novembre.

 

A ogni studente il suo manager

Piacenza A ogni studente il suo manager Con l’avvio del progetto MyMentor , gli allievi della magistrale in General Management di Piacenza, grazie a un portale web unico in Italia, saranno affiancati da un network di 60 professionisti e imprenditori per un periodo di sei mesi, in presenza e a distanza. dicembre 2016 Con il progetto MyMentor!2016-17 gli studenti della laurea magistrale in General Management della facoltà di Economia e Giurisprudenza che hanno richiesto di aderire, potranno incontrare 60 manager e imprenditori ed essere affidati a uno di loro per circa 6 mesi, a partire dai primi di gennaio 2017. Attraverso la cura del proprio profilo gli studenti-mentee avranno la possibilità di entrare in contatto e di farsi conoscere dai mentor e dalle loro aziende creando di fatto un canale privilegiato utile anche per la ricerca di opportunità lavorative post-laurea. Il coordinamento interno all’Università del progetto MyMentor! con risorse dedicate, diversamente da altri progetti sorti in Italia che invece sono gestiti al di fuori dell’Università, si è rivelato una modalità che sta permettendo coesione e stimolo sia per i mentor che per gli studenti. Prima lo stage e l'esperienza all'estero, ora i progetti di mentorship e di coaching aiutano lo studente ad accostare allo studio esperienze sul campo che gli consentono di orientarsi nel mercato del lavoro» spiega la professoressa Franca Cantoni . Il nostro studente, in tutto il suo percorso di studi, è accompagnato con una serie di iniziative, dalle più tradizionali come lo stage e le visite in azienda, ad iniziative nuove come il coaching, il mentoring e i percorsi di formazione outdoor. In particolare il progetto di mentoring è finalizzato a orientare lo studente nelle sue scelte professionali di settore, per esempio intermediari finanziari piuttosto che imprese manifatturiere, e funzione, per esempio pianificazione e controllo invece di risorse umane.

 

A Roma arriva Farmacia

by Federica Mancinelli | 27 giugno 2018 Al via dall'anno accademico 2018/2019, nella sede di Roma dell’Università Cattolica, il Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Farmacia . L’esame di ammissione consiste in una prova scritta di cento domande a risposta multipla sui seguenti argomenti: ragionamento logico e logico-matematico; cultura scientifica (Chimica, Biologia, Fisica); cultura generale; conoscenza della lingua inglese; cultura religiosa. L’offerta formativa, che prevede un core curriculum di insegnamenti riconosciuti ai fini dell’accreditamento EU, che si articola negli insegnamenti di base della fisica, della chimica e della biologia, non trascura i settori più innovativi biotecnologici, farmacologici, chimici e tecnici applicati alla farmaceutica. Tale corso nasce nella Facoltà di Medicina e Chirurgia e offre l’opportunità concreta di accostarsi a un approfondito studio dei nuovi farmaci e dei dispostivi medici e diagnostici, valutabili all’interno della pratica clinica. Fondamentale anche la possibilità di interazione con le professionalità mediche e sanitarie che operano presso la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, in cui la Farmacia ospedaliera sarà un forte valore aggiunto di questo percorso formativo. Inoltre, la sinergia con la Facoltà di Economia e con i Corsi di laurea in Management dei servizi sanitari, offerti nella sede di Roma dall’Università Cattolica, garantisce la possibilità di acquisire conoscenze e competenze manageriali indispensabili per il Farmacista in tutti gli ambiti. Da sottolineare, inoltre, il costante aggiornamento sulla normativa europea e sulle questioni disciplinatorie, che consente allo studente di monitorare le evoluzioni normative di una figura in costante evoluzione e di ridurre al minimo il gap temporale per l’inserimento nel mondo del lavoro.

 

A Roma è tempo di Summer Experience

Il Forum delle Opportunità si è aperto martedì 25 giugno con il saluto di benvenuto e l’illustrazione del programma delle giornate. A seguire si è tenuto un incontro di orientamento psicoattitudinale sulla scelta universitaria con laboratori di gruppo, coordinato da Stefano Gheno , psicologo e docente all’Università Cattolica. Nel pomeriggio il meeting per conoscere i percorsi di formazione universitaria con esperti e studenti delle Facoltà di Economia e Medicina e chirurgia alla scoperta dei propri interessi e talenti. Per la Facoltà di Economia gli studenti parteciperanno ad un contest sulla Sharing Economy che vede al mattino lezioni frontali con spunti di carattere teorico e nel pomeriggio laboratori interattivi finalizzati alla realizzazione di un lavoro di gruppo sui temi dell’attualità. Per la Facoltà di Medicina e chirurgia al mattino la lezione di anatomia e attività in sala settoria presso l’istituto di Anatomia Umana e al pomeriggio osservazioni al microscopio presso l’istituto di Patologia. Giovedì 27 giugno al Polo Universitario "Giovanni XXIII" si è tenuta la tavola rotonda sulle prospettive occupazionali e il mondo del lavoro, introdotta da Lorenzo Cecchi , Direttore della Sede di Roma dell'Ateneo, e da Domenico Bodega , Preside della Facoltà di Economia dell'Università Cattolica. Quindi, dopo un incontro conoscitivo sulle prove di ammissione ai Corsi di laurea, si sono svolte le sessioni di simulazione dei test di ingresso.

 

A Roma è tempo di test

Roma A Roma è tempo di test Dopo il test d’ingresso alla facoltà di Economia (Tiec), mercoledì 6 settembre il concorso di ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie attivati dalla facoltà di Medicina e chirurgia ”A. Gemelli” con quasi 2.500 candidati. by Federica Mancinelli | 05 settembre 2017 Sono iniziate alla sede di Roma dell’Università Cattolica del Sacro Cuore le prove di selezione per l’iscrizione ai corsi di laurea delle Facoltà di Economia e di Medicina e chirurgia “A. Gemelli”. Il 4 settembre si è svolto il Tiec (Test d’Ingresso alla Facoltà di Economia) che ha impegnato circa 200 candidati (l’ultimo ‘appello’ del test d’ingresso per questo anno accademico si svolgerà nella sede di Milano sabato 9 settembre ). A partire dalla pubblicazione dell’esito del test ciascun candidato potrà accedere al Portale di iscrizione ai corsi della sede di Milano e verificare il proprio stato. Di questi, 1.325 svolgeranno il test nella sede di Roma; presso i poli didattici collegati saranno 166 presso la Poliambulanza di Brescia, 236 a Campobasso, 51 a Moncrivello, 416 a Potenza, 163 a San Martino al Cimino e 86 a Torino. L’esame di ammissione consiste in una prova scritta di 120 domande a risposta multipla su argomenti di Logica, Cultura scientifica, Cultura generale, lingua Inglese, cultura religiosa. I risultati saranno pubblicati dal 12 settembre sul sito istituzionale dell’Università Cattolica di Roma.

 

A Roma si prova l'Università

Lunedì 25 febbraio alle ore 9.30, nell’Aula 1 del Polo Universitario “Giovanni XXIII”, si è aperta la giornata dedicata alla Facoltà di Economia con l’incontro “Scopri cosa si studia e come si accede”, guidato dai tutor della Facoltà. Alle ore 10.15 il professor Gilberto Turati , docente di Scienza delle Finanze, ha tenuto una lezione su “Prezzi e mercati. Perché un tifone può fare sparire i gelati (alla vaniglia)” e alle ore 11.45 il professor Stefano Villa, docente di Economia aziendale, ha svolto la lezione dal titolo “Capire struttura e dinamiche di un’azienda. Nel pomeriggio l’incontro di preparazione al Test di Ingresso ai corsi di laurea triennale della Facoltà di Economia (TIEc). Martedì 26 febbraio alle ore 9.30, nell’Aula Moscati presso gli istituti Biologici, al via l’evento per la Facoltà di Medicina e chirurgia con l’incontro “Scopri cosa si studia e come si accede”, guidato dai tutor della Facoltà. Alle ore 10.15 il professor Alessandro Arcovito , docente di Biochimica, ha tenuto la lezione “Le proteine: realizzazione tridimensionale del codice genetico, dalla teoria alla simulazione 3D”. Alle ore 14.30 l’incontro di preparazione al test di ammissione ai Corsi di laurea della Facoltà di Medicina e chirurgia.

 

Arrow e la possibilità di decidere

ECONOMIA Arrow e la possibilità di decidere L’economista statunitense, premio Nobel nel 1972, è scomparso il 21 febbraio all’età di 95 anni. Nel 1994 l’Università Cattolica gli aveva conferito la laurea honoris causa per la capacità di mettere al centro della sua impresa scientifica la persona umana. Tra i maggiori studiosi della teoria dell’equilibrio economico generale, della teoria dell’informazione e dell’economia del benessere, ha fornito contributi scientifici fondamentali alla ricerca economica che gli sono valsi nel 1972, insieme a John Richard Hicks, il Premio Nobel, uno dei più giovani a ricevere il riconoscimento dell’Accademia svedese. Un lungo legame di amicizia e di collaborazione con l’Ateneo che ha preso vigore con il conferimento il 12 aprile del 1994 della laurea honoris causa in discipline economiche allo studioso americano . Con rara sensibilità ha saputo coniugare la raffinatezza del pensiero teorico con la centralità e concretezza della persona umana, punto di partenza e di arrivo della sua impresa scientifica. Egli è un maestro dell’economia e maestro fra gli economisti, che lo ammirano e lo stimano sia per il suo genio intellettuale, la sua esemplare attenzione agli studenti e la sua generosità umana». Durante la cerimonia Kenneth Joseph Arrow, che era anche accademico onorario della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, pronunciò una lectio magistralis dal titolo Information and the organization of industry pubblicata poi nella Rivista Internazionale di Scienze Sociali (Editrice Vita e Pensiero), Anno 102, No. 2 (aprile-giugno 1994), pp.111-123.

 

Assoreti, 20mila euro in borse di studio

MILANO Assoreti, 20mila euro in borse di studio È il valore dei premi messi a disposizione degli studenti di Economia più meritevoli dall’Assoreti-Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti. Il riconoscimento rientra nell’ambito di una convenzione stipulata nel 2015 tra Università Cattolica e Assoreti - che ha portato al conferimento di tre borse di studio - e poi rinnovata nell’ anno accademico 2017/2018 , mettendo in palio ulteriori sette premi economici per un totale di 28mila euro. L’accordo, insieme all’assegnazione di borse di studio, prevede di agevolare l’inserimento dei giovani talentuosi nel mondo professionale grazie all’attivazione di tirocini formativi in società associate ad Assoreti. Tra i requisiti richiesti per vincere la borsa di studio: essere iscritti al secondo anno in corso della laurea magistrale in Management per l’impresa, aver indicato nel piano di studi gli insegnamenti di Risk Management e di Private Banking , conseguire uno stage aziendale in una delle associate Assoreti. L’attività che il consulente finanziario svolge quotidianamente richiede specifici requisiti di conoscenza e competenza espressione di consolidata professionalità che gli permettono di comprendere gli obiettivi, le esperienze e le esigenze dei clienti investitori, instaurando una relazione di fiducia che privilegia il “contatto umano”. Ci auguriamo, pertanto, che la convenzione con Assoreti apra in futuro la possibilità a diversi studenti del nostro Ateneo di entrare in contatto con questa realtà offrendogli la possibilità di mettere la loro preparazione al servizio degli intermediari operanti nel settore». Al dibattito sono intervenuti alcuni esponenti di associate Assoreti, tra cui Marta Cozzi , Sviluppo Professionale &; Training Pfa - Human Resources di FinecoBank, Luca Iandimarino , Responsabile Investment Center di Bnl-Bnp Paribas - Life Banker, Paolo Lecco , Marketing e Vendite Gruppo Fideuram, Alberto Romano , Senior Executive Manager Recruiting di Banca Mediolanum.

 

Assoreti, 4mila euro in borse di studio

MILANO Assoreti, 4mila euro in borse di studio L’Associazione italiana per la consulenza agli inverstimenti premia gli studenti meritevoli della magistrale in Management per l’impresa di Economia nell’ambito di una convenzione che punta a rilanciare la professione del consulente finanziario. L’hanno ricevuta Ambra Negrini e Silvia Lastrucci ( nella foto in alto da sinistra insieme con il presidente di Assoreti e il professor Marco Oriani ), due studentesse della facoltà di Economia dell’Università Cattolica, iscritte al corso di laurea magistrale in Management per l’impresa. Ad assegnarle, giovedì 9 marzo, l’Assoreti – Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti – nell’ambito di una Convenzione di due anni stipulata con l’Ateneo, che prevede il conferimento di complessive otto borse di studio per l’ammontare di 32mila euro. E il nostro settore presenta un’anzianità media molto elevata, pertanto, da una parte, abbiamo l’esigenza di nuove leve competenti e specializzate, dall’altra, c’è la necessità che la professione del consulente finanziario entri a far parte dell’immaginario collettivo dei giovani». Nel mondo della consulenza finanziaria è in atto un processo culturale che stiamo assecondando e incentivando» afferma Marco Tofanelli , segretario generale di Assoreti. Il mondo della consulenza finanziaria è in evidente crescita e i consulenti svolgono un ruolo professionale importante, con una non sottovalutabile valenza sociale» sostiene Marco Oriani , direttore del Dipartimento di Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale dell’Università Cattolica. E aggiunge: «La Convenzione con Assoreti apre la possibilità a diversi studenti del nostro Ateneo di entrare in contatto con questa realtà e di mettere la loro freschezza e la loro preparazione al servizio degli intermediari operanti nel settore».

 

Assoreti premia il merito

MILANO Assoreti premia il merito Marianna De Vita , del corso di laurea magistrale Management per l’impresa, è la vincitrice per l’anno accademico 2016-2017 della borsa di studio del valore di 4.000 euro assegnata dall’Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti. È Marianna De Vita l’unica vincitrice per l’anno accademico 2016-2017 della borsa di studio assegnata dall’Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti ( Assoreti ). Il riconoscimento rientra nell’ambito di una Convenzione di due anni stipulata con l’Ateneo che, oltre al conferimento di borse di studio a studenti meritevoli, prevede di agevolare il loro inserimento nel mondo professionale grazie all’attivazione di tirocini formativi in società associate ad Assoreti. L’incontro, promosso dal dipartimento di Scienze dell’economia e della gestione aziendale, è stato anche l’occasione per fare il punto sull’organizzazione e sugli obiettivi degli stage con alcuni esponenti di risorse umane e selezione del personale del settore bancario e finanziario. L’iniziativa si è conclusa con la presentazione del rinnovo, anche per l’anno accademico 2017-2018, della Convenzione Università Cattolica-Assoreti. assoreti #borsedistudio #economia Facebook Twitter Send by mail Print.

 

A Toronto la sfida mondiale di Trading

milano A Toronto la sfida mondiale di Trading Applicare ciò che si è studiato, prendere decisioni sotto pressione, affrontare l’incertezza del futuro. L’esperienza avvincente di sei ragazzi di Scienze bancarie ed Economia che in Canada, in gara con le migliori università, sono diventati un super team. marzo 2017 di Team Rotman 2017 * Avete mai avuto la sensazione di provare a immaginare come andrà a finire un esame, un progetto, una relazione alla quale avete lavorato per mesi? I pensieri affollano la mente quando meno te lo aspetti. È quello che ci è successo in 7 notti, popolate dal turbinio di sentimenti, di batoste e di vittorie. La competizione fa parte di un progetto che richiede di mettere in pratica ciò che si è studiato, prendere decisioni sotto pressione e affrontare l’incertezza legata al futuro. Il giorno successivo ci siamo subito immersi nel clima della competizione, abbiamo cominciato subito con una prova di trading sul petrolio e continuato nel pomeriggio con il trading basato sull’analisi della volatilità del mercato. A darci sostegno il pensiero che di lì a poco avremmo avuto l’onore di festeggiare la fine della competizione in uno dei simboli di Toronto e del Canada, la famosa CN Tower.

 

Go top