La tua ricerca ha prodotto 20 risultati per economia:

La Consulta e i diritti sociali

milano La Consulta e i diritti sociali Lunedì 24 ottobre in aula Pio XI, secondo incontro del Ciclo “La Corte costituzionale e l’economia” con l’intervento del giudice Silvana Sciarra . ottobre 2016 Secondo appuntamento del ciclo di incontri “ La Corte Costituzionale e l’Economia ” con l’intervento del giudice costituzionale Silvana Sciarra . Silvana Sciarra, studiosa di diritto del lavoro, ha firmato come relatrice, nel 2015, due sentenze molto importanti: quella che ha annullato il blocco della rivalutazione delle pensioni e quella che ha affermato la necessità di ricominciare la contrattazione collettiva nel pubblico impiego. L’incontro “ La Corte costituzionale, i diritti sociali e i welfare ” si terrà lunedì 24 ottobre alle 10.30 in aula Pio XI , nella sede di largo Gemelli a Milano. Il ciclo è dedicato a capire come prendono corpo le decisioni della Consulta e quali sono gli impatti che le sentenze costituzionali hanno sul sistema economico-finanziario e le politiche pubbliche ed è organizzato dai dipartimenti di Diritto privato e pubblico dell’Economia e di Economia e Finanza dell’Università Cattolica. I problemi posti dai principi costituzionali relativi all’economia - la cosiddetta Costituzione economica - sono infatti da sempre al centro dell’attenzione degli studiosi e della Corte costituzionale. Solo per fare qualche esempio, basti pensare alla bocciatura da parte della Corte Costituzionale del blocco dell’indicizzazione delle pensioni contenuto nel decreto “Salva Italia” o alla sentenza che ha dichiarato illegittimo il contributo di solidarietà voluto dai governi di Monti e Berlusconi sulle rendite pensionistiche più alte.

 

Consulta, la lezione di Giuliano Amato

MILANO Consulta, la lezione di Giuliano Amato Giovedì 4 maggio , per il ciclo “La Corte costituzionale e l'economia”, promosso dal dipartimento di Diritto privato e pubblico dell’economia, parlerà a Milano del tema “La Corte costituzionale e la concorrenza”. aprile 2017 “La Corte Costituzione e la concorrenza” : è questo il titolo dell’incontro conclusivo del ciclo “La Corte costituzionale e l’economia” che si terrà giovedì 4 maggio alle ore 15 nell’Aula Pio XI (largo Gemelli, 1 - Milano). Dopo i saluti istituzionali del rettore Franco Anelli e dei professori Alessandro D’Adda e Luca Colombo , rispettivamente direttori del dipartimento di Diritto privato e pubblico dell’economia e di Economia e finanza, interverranno al dibattito i docenti dell’Ateneo Enzo Balboni , Pasquale De Sena e Michele Grillo . I problemi della ‘Costituzione economica’ sono da sempre al centro dell’attenzione della Corte costituzionale e lo sono stati a maggior ragione negli ultimi anni, durante i quali ai giudizi sulla normale produzione legislativa si sono affiancati quelli sulle misure adottate sotto l’urgenza della crisi. Per converso, anche le decisioni di Palazzo della Consulta hanno attirato attenzione, commenti e critiche per le loro implicazioni economiche. cortecostituzionale #economia #concorrenza #diritto Facebook Twitter Send by mail.

 

Terzo Settore al Graduation Day Altems

Emanuele in occasione della cerimonia di consegna dei diplomi per i master dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari dell’Ateneo. by Federica Mancinelli | 05 aprile 2017 Terzo settore, welfare, economia e società sono stati i temi al centro degli interventi tenuti in occasione del Graduation Day dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell’Università Cattolica che ha avuto luogo ieri mattina presso l’Auditorium dell’Ateneo a Roma. La annuale cerimonia di consegna dei diplomi dei master dello scorso anno accademico ha visto, in particolare, l’intervento del presidente della Fondazione Roma, Emmanuele F.M. La direzione contraria, invece, è quella del privato no profit, come la Fondazione Roma, che considera la sanità l’emergenza primaria e destina la parte più rilevante delle sue risorse alla tutela della vita, alla salute e alla ricerca scientifica, con una particolare attenzione alle prospettive offerte dalle nuove tecnologie». Secondo il presidente della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Giovanni Raimondi «l’azione delle persone è il primo motore di ogni rinascita, particolarmente in un’epoca come quella che stiamo vivendo ove una rinascita è necessaria e possibile grazie a un approccio personale». Per Raimondi due sono i temi sui quali concentrare la nostra attenzione: «La tutela e la promozione della salute e la riduzione delle risorse: la carenza di queste ultime non può mai minare il principio primo di tutela della salute. Anche quest’anno possiamo osservare il buon risultato del progetto di unire i temi dell’Economia con quelli della salute e della sanità, dimostrazione che la ricerca e la formazione universitaria in questo campo possono offrire soluzioni concrete a bisogni ed esigenze sociali e sanitarie sempre più importanti».

 

Saccomanni alla Lezione Arcelli

piacenza Saccomanni alla Lezione Arcelli L'ex ministro dell'Economia del Governo Letta, ora visiting professor alla Università Sciences Po di Parigi, interverrà all’evento del Centro studi di politica economica e monetaria di Piacenza mercoledì 12 aprile . Il ricordo del professor Giacomo Vaciago 10 aprile 2017 Fabrizio Saccomanni , già ministro dell'Economia e delle finanze del Governo Letta tra il 2013 e il 2014, sarà il protagonista della XIII Lezione Arcelli in programma nella Sala Piana della sede di Piacenza dell'Università Cattolica mercoledì 12 aprile . A partire dalle ore 10, l'iniziativa, organizzata dal centro studi di Politica Economia e Monetaria Mario Arcelli , e splorerà i temi della governance europea . Saccomanni, attualmente visiting professor alla Università Sciences Po di Parigi, ha sviluppato gran parte della sua carriera in Banca d'Italia anche come rappresentante della stessa presso tutte le principali organizzazioni internazionali (Fmi, Bce, Bri e Ue). Già nel 2015, Fabrizio Saccomanni introdusse il tema della necessità di "introdurre maggiore simmetria nel processo di aggiustamento macroeconomico, essenzialmente applicando la Procedura per gli squilibri macroeconomici (Psm) in maniera più efficace a questo fine. La Germania ha sempre sostenuto di non poter correggere lo squilibro attraverso una politica di bilancio più espansiva perché ciò sarebbe in contrasto con la strategia di mantenimento della sostenibilità fiscale nel lungo periodo". Di questi temi si parlerà mercoledì, proseguendo un dibattito che da tredici anni si sviluppa grazie al lavoro del Centro studi Cespem dedicato a Mario Arcelli, compianto economista e uomo di Stato piacentino.

 

L'Homer economicus con Oscar Giannino

milano L'Homer economicus con Oscar Giannino “L’economia spiegata dai Simpson” è il sottotitolo del volume curato da Joshua C. Hall che sarà presentato lunedì 6 marzo al collegio Augustinianum di Milano. Interverranno il giornalista di Radio24 e la ricercatrice Rosamaria Bitetti 01 marzo 2017 Homer Economicus. L’economia spiegata dai Simpson è il titolo, certamente provocatorio, del volume curato da Joshua C. Hall , pubblicato in lingua inglese dalla Stanford University Press nel 2014 e tradotto in italiano dalla IBL libri con il patrocinio dall’Istituto Bruno Leoni. Sarà presentato lunedì 6 marzo alle ore 21 nella sala Ruffilli-Giavazzi del Collegio Augustinianum di Milano. Prenderanno parte alla presentazione la ricercatrice Luiss e Laps e fellow dell’Istituto Bruno Leoni Rosamaria Bitetti e il giornalista di Radio24 Oscar Giannino . Le linee fondamentali della scienza economica si dipanano così attraverso alcuni degli episodi di uno dei più famosi cartoni animati al mondo, che aiutano a mettere a fuoco le questioni teoriche fondamentali della disciplina. economia #simpson #oscargiannino Facebook Twitter Send by mail.

 

Politica fiscale, la lezione di Gallo

MILANO 07 aprile 2017 Politica fiscale, la lezione di Gallo Il presidente emerito della Corte Costituzionale alla cerimonia di consegna dei diplomi del master in Diritto tributario. La cerimonia si è chiusa con la lectio di Franco Gallo , presidente emerito della Corte Costituzionale nonché emerito di Diritto tributario all’Università Luiss di Roma, dal titolo Potestà normativa d’imposizione, mercato e giustizia sociale . Nel corso del suo intervento il professor Gallo si è concentrato sulla funzione del tributo quale strumento di riparto e di redistribuzione della ricchezza a disposizione degli Stati. master #dirittotributario #economia #fisco Condividi Facebook Twitter Send by mail MASTER IN DIRITTO TRIBUTARIO Il master in Diritto tributario si inserisce nella tradizione storica dell’Università Cattolica, ove fin dalla fine degli anni ’30, è stato insegnata questa disciplina. Il professor Enrico Allorio è stato artefice della Scuola in cui si sono formati alcuni tra maestri del Diritto tributario, che compongono oggi il Comitato scientifico del master: Enrico De Mita , Gaspare Falsitta , Gianfranco Gaffuri , Francesco Tesauro , Maurizio Logozzo . L’incontro tra il mondo accademico e i rappresentanti delle professioni, dell’amministrazione finanziaria e della Guardia di Finanza è una delle caratteristiche principali dell’impostazione didattica del master, basata sul costante confronto tra principi teorici e attuazione pratica del rapporto tributario. Il programma didattico annuale - suddiviso in sei moduli arricchiti da una serie di convegni e seminari su temi di stretta attualità - prevede una prova finale consistente nell’elaborazione di una tesi sui temi più attuali del Diritto tributario.

 

Varesi, il Terzo settore diventi sistema

piacenza Varesi, il Terzo settore diventi sistema È la proposta del giuslavorista della facoltà di Economia e Giurisprudenza, dopo il convegno promosso a Piacenza con l’Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili alla presenza del sottosegretario al Lavoro Luigi Bobba . marzo 2017 Mettere ordine e semplificare il terzo settore. È la parola d’ordine della riforma del terzo settore che ne definisce il quadro di azione, ne armonizza le norme con un Codice specifico, prevedendo un unico Registro nazionale, rivedendo la normativa sull’impresa sociale e istituendo il servizio civile universale. La legge delega del terzo settore approvata nel maggio scorso dà tempo al governo fino al giugno di quest’anno per dare attuazione effettiva a questi principi attraverso i decreti legislativi delegati. Secondo il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Luigi Bobba , le nuove direttive, rientreranno in un registro delle organizzazioni del terzo settore unico per l’Italia e poi gestito dalle regioni, il tutto per dare ordine e trasparenza a questo complesso sistema. Questo importante convegno - ha chiarito il professor Pier Antonio Varesi - è stato organizzato per dare rilievo a una fondamentale legge dove già è stato approvato il Decreto per il servizio civile e sono in fase avanzata altri decreti attuativi. Riguarda tutti gli operatori del mondo sociale, le associazioni e coinvolge l’Ordine degli avvocati, dei commercialisti, dei notai perché questa legge modifica profondamente la precedente e quindi è necessario regolare la materia in modo preciso e con nuove regole».

 

Era Trump, cosa cambierà?

Politica estera Era Trump, cosa cambierà? Ridefinizione dei ruoli di potenza e riformulazione dei rapporti internazionali. A Brescia un seminario ha discusso della visione, delle priorità e delle direttrici di politica estera della nuova amministrazione statunitense a due mesi dall’insediamento. Tra gli esperti intervenuti, introdotti dal prorettore Mario Taccolini : Carolina De Stefano , della Scuola Superiore Sant'Anna e George Washington University, Giuseppe Gabusi dell’Università di Torino, T.wai - Torino World Affairs Institute, Enrico Fassi , Andrea Plebani , Alessandro Quarenghi e Andrea Locatelli dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. politica #estero #economia #trump #usa Facebook Twitter Send by mail.

 

Estrarre benzina dall'acqua, si può!

La nostra società è basata sui combustibili fossili – ha raccontato il ricercatore - Essi permeano l’essenza stessa della società moderna, permettendo di produrre elettricità, riscaldare le nostre case, cucinare il nostro cibo e muovere i nostri veicoli. Combinando questi due elementi in un reattore Fischer Tropf, è possibile produrre catene di idrocarburi adatte ad essere utilizzate nei motori esistenti, come recentemente dimostrato dal “Naval Research Laboratory” della marina degli Stati Uniti, e da altre istituzioni civili in paesi come Israele, Germania e Islanda. I combustibili prodotti in questo modo sono inoltre molto puri, cosa che produce una maggiore efficienza nel motore, e non contengono le impurità presenti nei conbustibili tradizionali quali mercurio e zolfo. Infatti, malgrado lo sviluppo di molte promettenti tecnologie ci sono ancora importanti problemi pratici da superare: nel caso delle energie rinnovabili, specialmente solare ed eolico, il problema principale èla loro dipendenza dal tempo atmosferico. Tuttavia, avendo definito il problema in questo modo, la soluzione ideale sarebbe utilizzare le energie alternative per produrre combustibili ecologici che possano essere utilizzati da tutti i macchinari originariamente intesi per i combustibili fossili. Ma quali saranno vantaggi concreti derivati dall’applicazione di questa incredibile scoperta? «I combustibili sintetici convertono l’energia prodotta da fonti rinnovabili in un comune idrocarburo semplice da stivare e maneggiare e nel fare ciò risolvono il problema gravoso della dipendenza dal tempo atmosferico, che le rende imprevedibili e intermittenti. Permettono inoltre di mantenere l’attuale infrastruttura economica senza significativi processi di adeguamento, contrariamente ad altre tecnologie come per esempio l’idrogeno, che comunque è affetto da problematiche ancora da risolvere.

 

Il primo Annual Report di Altems

roma Il primo Annual Report di Altems Numeri, ricerche e formazione: la fotografia di un anno di attività dell’ Alta Scuola di Economia e management dei sistemi sanitari della sede di Roma nel volume presentato lo scorso 20 ottobre in occasione dell’Open evening. ottobre 2016 Per un’organizzazione socialmente responsabile è fondamentale dotarsi di uno strumento di comunicazione e accountability efficace e chiaro. L’Alta Scuola di Economia e management dei sistemi sanitari dell’Università Cattolica del Sacro Cuore ha scelto l’ Annual Report presentato lo scorso 20 ottobre, in occasione dell’Open Evening, l’evento annuale di presentazione dell’offerta formativa dell’Alta Scuola. L’Annual Report Altems non è pensato per rappresentare principalmente gli aspetti economici: rende pubblici i risultati organizzativi e gestionali, dando senso a numeri e dati e raccontando risultati, strategie e la programmazione del futuro. Tutto questo grazie al lavoro di oltre 100 docenti e 38 collaboratori. L’Annual Report di Altems è pubblicato nel sito istituzionale dell’Alta Scuola: http://altems.unicatt.it/ . altems #sanita' #economia Facebook Twitter Send by mail.

 

Nel cuore della City dopo la Brexit

londra Nel cuore della City dopo la Brexit Federico Arnaboldi , dopo il master in Credit Risk Management è approdato a Londra alla Royal Bank of Scotland . ottobre 2016 Nel cuore finanziario di Londra, a pochi mesi dalla Brexit, in un momento cruciale per il sistema bancario internazionale. Quello di Federico Arnaboldi (a destra) è un osservatorio privilegiato sui cambiamenti globali dell’economia e della finanza. Dopo il master in Credit Risk Management all’Università Cattolica e un lavoro come Senior Analyst nell’Area di Credit Risk Validation in Unicredit, Federico è approdato da poco nella City londinese e si occupa di audit nel risk management della Royal Bank of Scotland. Ma la cosa che più mi ha colpito è la dimensione internazionale della banca: ci sono persone da tutto il mondo e in posizioni di responsabilità». Il lavoro di Federico consiste nel verificare che i processi e i modelli di risk management siano implementati correttamente e che i controlli per mitigare i potenziali rischi siano adeguati. L’attività è molto stimolante e cruciale per le scelte gestionali della banca, che vive come l’intero settore bancario europeo una fase di grande incertezza» afferma.

 

Taccolini nuovo presidente Sise

brescia Taccolini nuovo presidente Sise È stato eletto il 22 ottobre durante l’assemblea annuale della Società italiana degli storici economici che si è tenuta nel campus sede di Brescia dell’Ateneo. Ordinario di Storia economica è anche delegato rettorale per la sede bresciana. ottobre 2016 Il professor Mario Taccolini è il nuovo presidente della Società italiana degli Storici economici . È stato eletto a larga maggioranza, nel corso del convegno annuale che si è svolto venerdì 21 e sabato 22 ottobre nella sede di Brescia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Mario Taccolini è professore ordinario di storia economica nella sede di Brescia dell’Università Cattolica e delegato rettorale al coordinamento delle strategie di sviluppo della sede, oltre che direttore del dipartimento di Scienze storiche e filologiche. Del nuovo direttivo dell’associazione faranno parte anche i professori Alfani, Strangio, Battilani, Travaglini, Conti, Pierucci, Ritrovato, insieme al bresciano Marco Belfanti, professore ordinario di storia economica della locale Università degli Studi. Si riunisce più volte all'anno per convegni e giornate di studio, e organizza altresì un convegno quadriennale aperto agli studiosi interessati ai temi proposti.

 

La finanza a servizio della nuova frontiera dell'economia

Piacenza La finanza a servizio della nuova frontiera dell'economia Conferenza di Gaël Giraud, ex banchiere, economista, gesuita, oggi chief economist all’Agence Française de Développement. La conferenza si terrà nella Sala Convegni Giuseppe Piana (Via Emilia Parmense, 84) alle ore 18.00, dove Giraud dialogherà con Matteo Billi , presidente di UCSI Emilia Romagna. Secondo l’Autore, la transizione ecologica, che comporta una serie misure concrete per ridurre la dipendenza da energie derivanti da fonti fossili e di conseguenza l’inquinamento, è concreta e possibile e può essere sostenuta attraverso gli strumenti tipici della finanza. Con tale liquidità i finanziamenti alla transizione ecologica saranno più agevoli e redditizi anche in campo finanziario. O si riesce ad innescare questa transizione e se ne parlerà nei libri di storia; o non si riesce, e forse se ne parlerà tra due generazioni, ma in termini ben diversi». finanza #economia Facebook Twitter Send by mail Gaël Giraud Nato nel 1970, economista, gesuita, è chief economist all’Agence Française de Développement di Parigi. Direttore di ricerche al CNRS (Centre national de la recherche scientifique), fa parte del Centro di Economia della Sorbona, del Laboratorio d’Eccellenza di Regolazione Finanziaria e della Scuola di Economia di Parigi.

 

Career day Roma, edizione delle novità

roma Career day Roma, edizione delle novità Incontri one-to-one con gli Hr aziendali, seminari formativi e presentazioni aziendali, ma anche Cv check e simulazioni di colloqui in italiano e in inglese. Sono gli ingredienti dell’evento promosso dalla facoltà di Economia nella sede romana dell’Ateneo. Promosso dalla facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e organizzato da People in collaborazione con il Servizio Stage & Placement dell’Ateneo , è uno degli eventi più attesi dell’anno per chi è alla ricerca di lavoro. GUARDA LA GALLERY SU FACEBOOK ] Oltre 30 aziende nel Polo Didattico “Giovanni XXIII” della sede di Roma, pieno di studenti e giovani laureati per incontri e dialoghi sulle opportunità di contatto e conoscenza sul mondo del lavoro. Le aziende presenti hanno offerto occasioni di lavoro in diversi settori: marketing, risorse umane, grande distribuzione organizzata e retail, largo consumo, banche e istituti finanziari, assicurazioni, consulenza fiscale, recupero crediti, e-commerce, abbigliamento e tessile, no profit, logistica, informatica e Ict, aziende farmaceutiche. Grande affluenza da parte degli studenti di Economia della nostra sede e non solo» racconta Virginia Fondacaro , rappresentante degli studenti della sede romana della facoltà. Certamente apprezzabile dal punto di vista estetico, con numerose aziende di indubbia rilevanza che speriamo possano offrire agli studenti della facoltà di Economia a Roma possibilità di crescita e inserimento nel mondo del lavoro» aggiunge Alessandro Martellotta , studente iscritto al terzo anno.

 

Economia, ecco la nuova laurea 2.0

Padre Agostino Gemelli , commentava così, nel discorso di inaugurazione dell’anno accademico 1946-1947, l’avvio dei corsi serali della facoltà di Economia e commercio. Una proposta che, nelle parole del rettore, aveva lo scopo «di dar modo a colui che si presenta agli esami di frequentare realmente le lezioni; ma ha anche uno scopo sociale: riconoscere la funzione della cultura». Settant’anni dopo quell’intuizione, che prosegue ancora nella laurea triennale in Economia e gestione aziendale , la facoltà di Economia rilancia con una proposta 2.0, ideale per studenti-lavoratori. A partire dal prossimo anno accademico, la nuova laurea magistrale in Direzione e consulenza aziendale , basata sull’attuale esperienza del corso tardo pomeridiano in “ Mercati e strategie d’impresa ”, condividerà con gli altri percorsi magistrali economico aziendali una parte del percorso formativo di base proponendo però un’originale formula mista (“ blended ”). La parte online del corso, oltre a prevedere momenti in auto-apprendimento attraverso lo studio e la consultazione di materiale didattico, richiederà il coinvolgimento dello studente in una serie di attività a distanza che si svolgeranno utilizzando la piattaforma Blackboard dell’Ateneo. Il modello didattico e-blended risponde a una crescente, elevata e qualificata domanda di formazione per studenti-lavoratori e all’esigenza di fornire competenze che favoriscono lo sviluppo professionale e di responsabilità di chi è già inserito nel mondo del lavoro» afferma il preside della facoltà di Economia Domenico Bodega . E permetterà di superare gli ostacoli di prossimità al luogo di studio che attualmente impediscono a molti lavoratori di intraprendere un percorso di studi di laurea magistrale».

 

Assoreti, 4mila euro in borse di studio

MILANO Assoreti, 4mila euro in borse di studio L’Associazione italiana per la consulenza agli inverstimenti premia gli studenti meritevoli della magistrale in Management per l’impresa di Economia nell’ambito di una convenzione che punta a rilanciare la professione del consulente finanziario. L’hanno ricevuta Ambra Negrini e Silvia Lastrucci ( nella foto in alto da sinistra insieme con il presidente di Assoreti e il professor Marco Oriani ), due studentesse della facoltà di Economia dell’Università Cattolica, iscritte al corso di laurea magistrale in Management per l’impresa. Ad assegnarle, giovedì 9 marzo, l’Assoreti – Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti – nell’ambito di una Convenzione di due anni stipulata con l’Ateneo, che prevede il conferimento di complessive otto borse di studio per l’ammontare di 32mila euro. E il nostro settore presenta un’anzianità media molto elevata, pertanto, da una parte, abbiamo l’esigenza di nuove leve competenti e specializzate, dall’altra, c’è la necessità che la professione del consulente finanziario entri a far parte dell’immaginario collettivo dei giovani». Nel mondo della consulenza finanziaria è in atto un processo culturale che stiamo assecondando e incentivando» afferma Marco Tofanelli , segretario generale di Assoreti. Il mondo della consulenza finanziaria è in evidente crescita e i consulenti svolgono un ruolo professionale importante, con una non sottovalutabile valenza sociale» sostiene Marco Oriani , direttore del Dipartimento di Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale dell’Università Cattolica. E aggiunge: «La Convenzione con Assoreti apre la possibilità a diversi studenti del nostro Ateneo di entrare in contatto con questa realtà e di mettere la loro freschezza e la loro preparazione al servizio degli intermediari operanti nel settore».

 

A Toronto la sfida mondiale di Trading

milano A Toronto la sfida mondiale di Trading Applicare ciò che si è studiato, prendere decisioni sotto pressione, affrontare l’incertezza del futuro. L’esperienza avvincente di sei ragazzi di Scienze bancarie ed Economia che in Canada, in gara con le migliori università, sono diventati un super team. marzo 2017 di Team Rotman 2017 * Avete mai avuto la sensazione di provare a immaginare come andrà a finire un esame, un progetto, una relazione alla quale avete lavorato per mesi? I pensieri affollano la mente quando meno te lo aspetti. È quello che ci è successo in 7 notti, popolate dal turbinio di sentimenti, di batoste e di vittorie. La competizione fa parte di un progetto che richiede di mettere in pratica ciò che si è studiato, prendere decisioni sotto pressione e affrontare l’incertezza legata al futuro. Il giorno successivo ci siamo subito immersi nel clima della competizione, abbiamo cominciato subito con una prova di trading sul petrolio e continuato nel pomeriggio con il trading basato sull’analisi della volatilità del mercato. A darci sostegno il pensiero che di lì a poco avremmo avuto l’onore di festeggiare la fine della competizione in uno dei simboli di Toronto e del Canada, la famosa CN Tower.

 

Arrow e la possibilità di decidere

ECONOMIA Arrow e la possibilità di decidere L’economista statunitense, premio Nobel nel 1972, è scomparso il 21 febbraio all’età di 95 anni. Nel 1994 l’Università Cattolica gli aveva conferito la laurea honoris causa per la capacità di mettere al centro della sua impresa scientifica la persona umana. Tra i maggiori studiosi della teoria dell’equilibrio economico generale, della teoria dell’informazione e dell’economia del benessere, ha fornito contributi scientifici fondamentali alla ricerca economica che gli sono valsi nel 1972, insieme a John Richard Hicks, il Premio Nobel, uno dei più giovani a ricevere il riconoscimento dell’Accademia svedese. Un lungo legame di amicizia e di collaborazione con l’Ateneo che ha preso vigore con il conferimento il 12 aprile del 1994 della laurea honoris causa in discipline economiche allo studioso americano . Con rara sensibilità ha saputo coniugare la raffinatezza del pensiero teorico con la centralità e concretezza della persona umana, punto di partenza e di arrivo della sua impresa scientifica. Egli è un maestro dell’economia e maestro fra gli economisti, che lo ammirano e lo stimano sia per il suo genio intellettuale, la sua esemplare attenzione agli studenti e la sua generosità umana». Durante la cerimonia Kenneth Joseph Arrow, che era anche accademico onorario della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, pronunciò una lectio magistralis dal titolo Information and the organization of industry pubblicata poi nella Rivista Internazionale di Scienze Sociali (Editrice Vita e Pensiero), Anno 102, No. 2 (aprile-giugno 1994), pp.111-123.

 

È morto il professor Giacomo Vaciago

piacenza È morto il professor Giacomo Vaciago Il docente di Politica economica si è spento nella notte a Piacenza. Sposato, con quattro figli e dodici nipoti, si era laureato in Economia e Commercio all’Università Cattolica nel 1964, e nel 1968 aveva conseguito il Master of Philosophy in Economia all’Università di Oxford (dove nel 1966 è stato President della Common Room di Linacre College). Tra il 1970 e il 1989 è stato prima professore incaricato e poi ordinario di Economia politica all’Università di Ancona, della quale ha anche diretto per diversi anni l’Istituto di Economia. Nel 1989 rientrò in Università Cattolica come professore ordinario di Politica economica alla facoltà di Economia ed era stato direttore dell’Istituto di Economia e Finanza dal 1992 al 1994 e dal 1998 al 2009. Dal 1° novembre 2012, lasciò la cattedra di Politica economica per il pensionamento ed è professore Incaricato di Economia Monetaria. È stato co-fondatore e primo presidente (dal 2000 al 2004) di ref. (Ricerche per l’economia e la finanza); dal 2013 è stato presidente di Ref Ricerche e dal 2014 di Ref&Associati. Sono molti i temi fra cui scegliere, ma credo che uno dei più importanti – anche in prospettiva, per ciascuno di noi – sia quello che brevemente inizio a trattare: la società economica nella quale viviamo sempre più appare, e in effetti è, guidata dal sapere.

 

La Bellezza dell'economia

La Bellezza dell'economia Riprende il percorso Educare/Educarsi alla Bellezza, che fino ad ora ha proposto a collegiali UC (ma non solo) riflessioni su temi importanti – dalla politica all'arte, passando per l'attualità – attraverso la voce di relatori d'eccezione. Il tema del prossimo appuntamento, fissato per il 18 novembre alle ore 17.30 , è Il bello dell'economia: la sfida della sharing economy. Nell'occasione verrà presentato ConLab, il nuovo spazio di co-working in Università Cattolica. Tutte le informazioni sull'iniziativa all'indirizzo www.educatt.it/bellezza . educareallabellezza #collegi #pais #merzoni #sciarrone #bellezzadell'economia # Facebook Twitter Send by mail.

 
Go top