La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per entireligiosi:

Beni religiosi, serve professionalità

Milano Beni religiosi, serve professionalità Un incontro in largo Gemelli promosso dal Cesen e dalla Congregazione per gli istituti di vita consacrata ha fatto il punto sulle sfide che attendono gli ordini religiosi per una gestione oculata, trasparente e competente delle proprie risorse e strutture. by Agostino Picicco | 04 febbraio 2019 Un’attenta gestione economica di beni e strutture non può più essere marginale al carisma e alla missione delle Congregazioni religiose. Sinodalità, competenza, trasparenza, corresponsabilità: sono le parole-chiave riproposte in varie declinazioni dai relatori che si sono alternati nel dibattito con l’obiettivo di fare un primo bilancio a un anno di distanza dagli “Orientamenti” emanati dalla Congregazione. È importante essere coinvolti in questo progetto di grande valore, che esprime la necessità di conciliare la nobiltà dei fini con i limiti concreti dell’oggi», ha detto il rettore Franco Anelli , intervenendo all’incontro. E in tal caso «il ruolo dell’università non è solo trasmettere conoscenze ma anche imparare da queste esperienze che abbiamo di fronte». Il cardinale João Braz De Aviz , prefetto della Congregazione pontificia, ha portato la testimonianza personale di un colloquio con il pontefice, preoccupato nel vedere il mondo dell’economia lontano dalla visione evangelica. Proprio papa Francesco ha fatto riferimento all’importanza della professionalità perché l’economia è una scienza e come tale va approcciata, lavorando insieme per valutare le situazioni in stile ecclesiale e per trovare soluzioni evangeliche.

 
Go top