La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per finance:

La lezione americana di Xiaoou

DUAL DEGREE La lezione americana di Xiaoou Lo studente cinese di Scienze bancarie, da poco cittadino italiano, ha vinto la borsa di studio per il Dual Degree a Charlotte, dove ha studiato ma è salito anche in cattedra. Mi sono catapultato fin da subito nel sistema universitario americano: prima ancora di iniziare i corsi al Belk College of Business, sono stato scelto tra i pochi studenti internazionali per diventare Teaching Assistant. Questa esperienza lavorativa che mi teneva impegnato circa 20 ore alla settimana, mi ha dato fin da subito un grande senso di responsabilità e di professionalità. Avere l’opportunità di parlare e confrontarmi con questi professionisti, mi è stato molto utile per capire le dinamiche che governano le strategie di mercato e i giochi di potere tra regolatori e intermediari finanziari. In classe, mi sono misurato fin da subito con persone che erano sulla carta molto più preparate di me: l’età media dei partecipanti era superiore ai 28 anni e molti studenti avevano un forte background matematico-statistico o una consolidata esperienza lavorativa alle spalle. Ho dovuto gestire lo stress delle aspettative che altre persone ponevano in me. Ho dovuto ingoiare l’amaro in bocca e il rammarico delle porte sbattute in faccia durante i colloqui di lavoro, dove il motivo principale della esclusione era non avere la green card. Mi sono trasferito in Italia da ZheJiang (provincia orientale costiera della Cina) nel 2001, quando avevo 8 anni e provengo da una famiglia in cui il più alto grado di istruzione ricevuto dai miei genitori è la licenza delle elementari.

 

Scienze bancarie, al via il dual degree

Milano Scienze bancarie, al via il dual degree Grazie alle nuove partnership con la University of North Carolina di Charlotte (Usa) e la London School of Economics gli studenti della facoltà hanno l’opportunità di costruirsi un percorso di studi e un Cv più internazionale. marzo 2016 Due nuove opportunità per gli studenti di costruirsi un Cv più internazionale. Le partnership che la facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative dell’Università Cattolica ha attivato per l’anno accademico 2016/2017 con autorevoli istituzioni accademiche offrono agli studenti l’occasione di completare all’estero il proprio percorso di studio. L’offerta è riservata a coloro che nell’anno accademico 2016/17 saranno iscritti al primo anno della laurea magistrale in Banking and Finance di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative. Gli studenti attualmente iscritti al terzo anno di laurea triennale (in Università Cattolica o in altra università, ma con l’intenzione di immatricolarsi al corso di laurea in Banking and Finance) dovranno presentare la domanda entro il 15 marzo . La nostra è un’offerta formativa mirata a fornire agli studenti l’opportunità, già durante il percorso di laurea magistrale, di acquisire skill e competenze necessarie per lavorare in un mondo sempre più globale», spiega la preside Elena Beccalli , ordinario di Economia degli intermediari finanziari. Le partnership sono con due prestigiose università, riferimento per gli studi in economia e finanza, con le quali sono stati definiti percorsi di studio che consentiranno di sviluppare professionalità di alto livello e di agevolare il placement in aziende internazionali ».

 

Due scolarship per la Lse di Londra

MILANO Due scolarship per la Lse di Londra Per due laureandi della Cattolica, borse di studio da 15 e 10mila euro erogate da UnipolSai e Banco BPM per frequentare il Diploma in Accounting and Finance, un programma congiunto di Scienze bancarie finanziarie e assicurative e London School of Economics. maggio 2017 Sono Francesco Bucciaglia e Jessica Pedroni , laureandi in Economia delle imprese e dei mercati dell’Università Cattolica, i vincitori delle borse di studio erogate da UnipolSai e Banco BPM dell’importo rispettivo di 15mila e 10mila euro. Come ha ribadito anche Pascal Frantz , direttore del Diploma in Accounting and Finance di LSE, ponendo l’accento sulla spiccata multiculturalità che ancora, nonostante la Brexit, caratterizza LSE. Un progetto che ha trovato il sostegno di alcune aziende, UnipolSai e Banco BPM, che hanno deciso di sponsorizzare l’iniziativa. Queste borse di studio indicano il ruolo sociale che oggi un’azienda può rivestire all’interno delle università – ha detto Alberto Federici , direttore comunicazione UnipolSai –. Abbiamo bisogno di forze nuove, in particolare di laureati in economia, di statistici, di attuari, e da questo punto di vista realtà come la Cattolica possono dare un contributo notevole. Basti pensare che solo nell’ultimo anno abbiamo assunto 256 persone, di cui 98 laureate in discipline economiche, 43 in quelle giuridiche, 28 in materie umanistiche». Le conclusioni dell’evento sono state affidate a Salvatore Poloni , Condirettore Generale Banco BPM, che ha sottolineato l’importanza per gli studenti di iniziative congiunte con università di eccellenza a livello internazionale.

 
Go top