La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per hatespeech:

Web-catena umana vs gli hate speach

Milano Web-catena umana vs gli hate speach È stata lanciata da ChainRelAction , un progetto-esperimento ideato e realizzato da un gruppo di studenti della sede di Milano, nell’ambito della campagna internazionale Peer to Peer Challenging Extremism . maggio 2017 Contrastare i fenomeni di radicalizzazione e i cosiddetti “discorsi d'odio” ( hate speech ) all’interno del web è l’obiettivo di ChainRelAction , un progetto-esperimento ideato e realizzato da un gruppo di studenti dell’Università Cattolica di Milano, parte della campagna internazionale Peer to Peer Challenging Extremism . La campagna coinvolge università di tutto il mondo e per l’Italia è stato scelto l’Ateneo di largo Gemelli e partecipano in particolare gli studenti del corso di laurea triennale Linguaggi dei Media e magistrale Comunicazione per l’Impresa, i Media e le Organizzazioni Complesse (CIMO) . Obiettivo del progetto è sensibilizzare l’opinione pubblica verso l’aumento degli hate crime ovvero i crimini d’odio , atti violenti alimentati dall’intolleranza razziale, etnica, religiosa, culturale, politica o di genere. ChainRelAction si propone come atto di denuncia dei fenomeni di intolleranza attraverso l’avvio di una raccolta sistematica di dati e materiali raccolti nel sito http://www.chainrelaction.com/ e di contrasto attraverso il lancio di azioni online e offline. La finalità è creare una mappa della tolleranza , che tracci la diffusione di questo piccolo gesto, il distendersi della catena della tolleranza lungo tutto il territorio italiano e fuori di esso. Gli hashtag ufficiali sono #JoinTheChainge #ChainRelAction #Ameimporta #Together4tolerance; accedere alla foto #Together4tolerance e #JoinTheChainge #chainrelaction #hatespeech #tolleranza Facebook Twitter Send by mail.

 
Go top