La tua ricerca ha prodotto 4 risultati per horizon:

In Cattolica l’Europa della ricerca si apre per la prima volta al dibattito pubblico

Tre i pilastri del programma, per il quale sono stati previsti per i prossimi sette anni investimenti pari a 100 miliardi di euro (rispetto ai 77 di Horizon 2020), secondo le intenzioni della Commissione europea, confermate nel collegamento a distanza dall’onorevole Patrizia Toia , vice-presidente della Commissione Industria, Ricerca, Energia del Parlamento Europeo. Le missioni di ricerca sono una modalità nuova di concepire, disegnare, implementare, monitorare e valutare specifiche sfide legate ai cluster prioritari, cercando anche di comunicare al grande pubblico i progetti. È una partita che non possiamo abbandonare, anche se non abbiamo ancora definito gran parte dei dettagli di come saranno fatte le mission», ha osservato Marco Falzetti , direttore dell’Agenzia per la Promozione della ricerca europea. Per un Paese che ha una limitazione nella disponibilità di fondi di ricerca la partita europea non è solo una opportunità ma è anche necessaria». Una partita che la Cattolica, nell’ultimo quinquennio, ha giocato incrementando la partecipazione a progetti finanziati nell’ambito di Horizon 2020, raggiungendo, nel 2018, un tasso di successo pari al 12,66%, superiore al tasso di successo nazionale che si attesta all’11,9%. Secondo il professor Giorgio Rossi , membro italiano del Governing Board di European Open Science Cloud (Eosc) , «l’Italia investe in infrastrutture di ricerca eccellenti e ne gestisce nel campo della fisica, della terra solida, dell’atmosfera e della ricerca in ambito sociale». Le mission possono sfruttare le infrastrutture di ricerca per fare ricerca, in modo intrinsecamente multidisciplinare, su questioni complesse, che necessitano di dati scientifici sicuri», come nel caso dell’adattamento al cambiamento climatico e del suo impatto sulla società.

 

Fare ricerca all’estero con Horizon 2020

Giunto quasi a fine ciclo, finanzia progetti di ricerca e innovazione che danno concretezza ai principi fondamentali della strategia comunitaria “Europe 2020” per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Horizon 2020 contribuisce a questo obiettivo associando la ricerca all'innovazione e concentrandosi su tre settori chiave: eccellenza scientifica, leadership industriale e sfide per la società. Le opportunità offerte da Horizon 2020 sono molteplici, con caratteristiche progettuali e finalità diverse, che vanno dai classici progetti collaborativi internazionali basati su un tema individuato dalla stessa Unione europea, a progetti finalizzati a sviluppare prodotti per il mercato, fino a finanziamenti individuali volti a sostenere la ricerca di base. È proprio a questi ultimi, che rientrano nel settore dell’eccellenza scientifica, che si presta una crescente attenzione. In particolare, le azioni Marie Skłodowska-Curie (MSCA) propongono un’ampia serie di opportunità di formazione e scambio per i ricercatori , promuovendo la crescita del capitale umano di eccellenza in Europa attraverso borse di ricerca per il sostegno alla mobilità internazionale, intersettoriale e interdisciplinare dei ricercatori. Interverranno esperti di Individual fellowship che forniranno strumenti e suggerimenti utili per la preparazione di proposte progettuali. La partecipazione è gratuita, previa registrazione all’indirizzo email ufficio.ricerca@unicatt.it #ricerca #horizon #mariecurie #fellowship Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Waterprotect: tecniche green per la protezione delle acque potabili

Waterprotect: tecniche green per la protezione delle acque potabili Proteggere l’acqua in ambienti rurali e urbani grazie a sistemi innovativi. ottobre 2017 Proteggere l’acqua in ambienti rurali e urbani grazie a sistemi innovativi. È partito il progetto WATERPROTECT (Innovative tools enabling drinking WATER PROTECTion in rural and urban environments), del programma comunitario HORIZON 2020 che si propone di diffondere un sistema efficace di contenimento e riduzione della eventuale contaminazione puntuale o diffusa delle acque sotterranee da pesticidi e nitrati utilizzati in viticoltura. i partners europei del progetto, guidati dall’ente di ricerca del governo belga: il caso-studio Italia è affidato all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Arpae e Associazione PiaceCiboSano, tutti con sede a Piacenza. L’obiettivo locale è quello di identificare la diffusione della conoscenza e l’applicazione delle buone pratiche agricole in viticoltura (BMPs), approfondendo uno specifico comparto territoriale, la Val Tidone, vocata tradizionalmente alla coltivazione e trasformazione della vite. Il progetto può essere realizzato grazie alla collaborazione della Cantina di Vicobarone, che ha messo a disposizione già nella campagna di raccolta delle uve 2017 i propri Soci e le relative realtà. Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito internazionale del progetto: https://water-protect.eu/ e su quello nazionale disponibile a breve suwww.bevisicuro.info #acqua #universita #convegno #horizon Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Horizon, la Cattolica leader della ricerca

Horizon, la Cattolica leader della ricerca In Cattolica l’incontro dei due Mission Board Adaptation to climate change and societal transformation e Climate-Neutral and Smart Cities fa dialogare il “sistema Italia” con i rappresentanti europei. Oltre 500 gli iscritti ai laboratori DIRETTA STREAMING 29 gennaio 2020 DIRETTA STREAMING di Laura Zanfrini * La necessità di fare i conti col cambiamento climatico e con gli inevitabili mutamenti che esso impone all’organizzazione dei processi produttivi e alla vita quotidiana delle comunità e delle persone è ormai divenuta un mantra. La crisi climatica intercetta tutte le grandi sfide che si stagliano all’orizzonte delle nostre società: dall’invecchiamento demografico alle migrazioni, dalle trasformazioni del mercato del lavoro all’automazione, dalla crescita delle disuguaglianze al governo dell’intelligenza artificiale, solo per citarne alcune. Patrizia Toia , Vice-presidente della Commissione Industria, Ricerca, Energia del Parlamento Europeo; Marco Falzetti , Direttore dell’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea; Walter Ricciardi , Università Cattolica del Sacro Cuore - Presidente del ‘Mission Board on Cancer’ Mission ‘Adaptation to Climate Change and Societal Transformation’: obiettivi e priorità. Jaroslav Mysiak , Direttore ‘Risk assessment and adaptation strategies’ dell’Euro-Mediterranean Centre on Climate Change - Membro e Rapporteur del Mission Board ‘Adaptation to Climate Change and Societal Transformation’ Mission ‘Climate-Neutral and Smart Cities’: obiettivi e priorità. Carlo Mango , Direttore dell’Area scientifica e tecnologica di Fondazione Cariplo - Rappresentante nella Mission Assembly ‘Climate-Neutral and Smart Cities’; Luca De Biase , Giornalista - Rappresentante nella Mission Assembly ‘Climate-Neutral and Smart Cities’ Le priorità dell’Italia: prime indicazioni dal confronto con gli stakeholder. Laura Zanfrini , Università Cattolica del Sacro Cuore - Coordinatore dell’Area ‘Societal Transformations-Smart, Secure and Inclusive Communities’ del gruppo di consulenza per il PNR e Rappresentante italiano nel Mission Board Sub-group ‘Adaptation to Climate Change and Societal Transformation’ Sessione pomeridiana | 14.00-17.00 Tavoli di lavoro paralleli 1.

 
Go top