La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per laurea:

Raccontare magistralmente il futuro

Brescia Raccontare magistralmente il futuro A conclusione del loro percorso di studi, gli allievi della laurea magistrale in Progettazione pedagogica e formazione delle risorse umane hanno presentato in sala della Gloria i progetti nati all’interno di stage professionali. Raccontare il Futuro!” , l’appuntamento promosso in Sala della Gloria il 13 luglio, che ha coinvolto laureandi e laureati del corso magistrale in Progettazione pedagogica e formazione delle risorse umane della sede di Brescia dell’Ateneo. Dopo i saluti affidati al preside della facoltà di Scienze della formazione Luigi Pati , sono intervenuti il coordinatore del corso di laurea in Scienze dell’educazione e della formazione Daniele Montanari e il coordinatore del corso di laurea in Progettazione pedagogica Pierluigi Malavasi . Alcuni dei neolaureati e alcuni allievi hanno offerto la loro testimonianza in merito al percorso di studi e ai loro progetti formativi di tirocinio, per mettere in luce la sinergia fruttuosa tra la laurea magistrale e il mondo del lavoro. Sara Scioli (area Managerialità pedagogica e territorio), laureata magistrale, ha raccontato il suo percorso formativo e lavorativo, tra motivazioni che hanno guidato le sue scelte ed esigenze del territorio e della comunità professionale in cui opera, la Cooperativa La Cordata). Chiara Benedetti (area impresa), laureata, ha vinto il premio “Absl alla memoria del Cav. Ferrari” per tesi di laurea con argomento l'organizzazione del lavoro dal titolo "Pedagogia delle organizzazioni e modello olivettiano: un caso emblematico". Diego Garofalo (area marginalità), studente del secondo anno, che sta implementando servizi di agricoltura sociale nella cooperativa Fobap, ha parlato delle sue esperienze formative e lavorative, dalla ripresa degli studi universitari alla progettazione di buone pratiche nei contesti lavorativi.

 

Dopo la laurea, il mondo

Arriva fino alle stelle l’urlo gioioso di uno dei 247 neolaureati delle sedi di Cremona e Piacenza dell’Università Cattolica, che lo scorso 27 maggio hanno celebrato la conclusione di un percorso impegnativo, ricco di esperienze e soddisfazioni. La celebrazione, accompagnata dall’ensemble Note d’inChiostro, si è aperta con la S. Messa celebrata dal Vescovo di Piacenza-Bobbio monsignor Gianni Ambrosio : «La chiesa francescana in cui ci troviamo oggi è perfetta per accogliere lo spirito di gioia che pervade questa giornata. La festa e la gioia di un’intera famiglia, quella della Cattolica, di cui continuerete a far parte sempre» ha sottolineato il Vescovo, che ha ricordato anche che «la preghiera di oggi è per rendere grazie. E poi, pensare locale e agire globale: «L’Italia è il più bel Paese al mondo, i numeri parlano chiaro: il 70% del patrimonio artistico mondiale è nostro, siamo il Paese che ha 7.800 specie vegetali, 58mila specie animali, 1.200 vitigni autoctoni e 1.010 specie di mele, solo per fare qualche esempio. E siamo fortunati a essere nati qui: è nostro compito studiare la storia, i popoli e le tradizioni che hanno fatto grande l’Italia e solo dopo dobbiamo ricordarci che c’è tutto un mondo fuori in cui possiamo agire e in cui abbiamo molto da dire». Poi l’invito del patron di Eataly ai neolaureati è quello di non mollare mai e di restare giovani: «Si diventa vecchi quando si mette al centro se stessi, quando si pensa che l’esperienza sia tutto. E non è un’azione semplice perché implica l’umiltà di ammettere che qualcuno è stato più bravo di noi, implica una grande capacità di ascolto e di osservazione, per trovare nelle azioni degli altri qualcosa che ha un valore anche per noi e farlo nostro in maniera originale».

 

Le lauree che parlano inglese

Oltre a questi, sono proposti un curriculum nell’ambito delle lauree triennali e quattro profili tra le lauree magistrali . Tre le novità per l’anno accademico 2016-2017. Per le lauree triennali la facoltà di Scienze politiche e sociali propone, nell’ambito del corso di laurea in Scienze politiche e delle relazioni internazionali , il nuovo curriculum in International Relations and Global Affairs (IRGA). offertaformativa #inglese #laurea #corsi Facebook Twitter Send by mail.

 
Go top