La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per libri archivi creleb:

Creleb, libri antichi e servizi moderni

EDITORIA Creleb, libri antichi e servizi moderni by Luca Rivali | 23 settembre 2009 Un workshop di aggiornamento e formazione in discipline del libro e del documento con la partecipazione di dottorandi e operatori del settore delle biblioteche e degli archivi. Dopo i saluti e le parole introduttive di Mario Taccolini , direttore del dipartimento di Scienze storiche e filologiche, Giancarlo Petrella , docente di linguaggi e prodotti editoriali all’Università Cattolica, ha tenuto una lezione sull’interessante caso di una miscellanea di opuscoli quattro-cinquecenteschi, conservata presso la Biblioteca comunale di Trento. Edizioni popolari del Rinascimento in una miscellanea ottocentesca, Udine, Forum, 2009), si compone di una serie di venticinque edizioni di poche carte con temi “popolari” e quasi sempre senza dati tipografici. I libri di Da Como contengono una miniera di casi da studiare e permettono di aggiungere un tassello importante a quella storia del collezionismo librario italiano che rimane ancora da scrivere. Al termine della prima giornata Ennio Ferraglio , direttore della Biblioteca Queriniana di Brescia, ha offerto una visita guidata alla storica biblioteca bresciana, ripercorrendone le vicende salienti con particolare riguardo alla figura del fondatore, il Cardinale Angelo Maria Querini (1680-1755). Ha chiuso il workshop l’intervento di Alberto Bettinazzi , coordinatore del sistema bibliotecario “Brescia Est”, che ha proposto una riflessione, costruita su solide basi normative, sulla possibile integrazione dei vari servizi culturali del territorio: biblioteche, archivi e musei. Il dialogo dei servizi culturali del territorio a trent’anni dalla nascita del Sistema Bibliotecario Brescia Est , Milano, Cusl, 2009), che ha sviluppato appunto il tema dell’integrazione, o meglio del dialogo, tra le cosiddette “istituzioni della memoria”.

 
Go top