La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per mosca:

Overseas all’ombra del Cremlino

UCSC international Overseas all’ombra del Cremlino I monasteri ortodossi, i numerosi parchi, i musei e i moltissimi teatri, oltre che la vita in una famiglia russa e lo studio all’Università San Tichon: sono stati gli ingredienti del semestre a Mosca di Giulia , studentessa di Scienze linguistiche a Brescia. L’avevo inserita al primo posto fra le possibili mete del programma Exchange per un semestre all’estero, complice il fascino esercitato da tre anni di studio della cultura e della letteratura russe, oltre che la curiosità per la vita della metropoli. Inoltre, a Mosca avrei potuto rivedere le ragazze russe, studentesse di italiano, che avevo conosciuto due anni prima alla scuola estiva presso il monastero ortodosso di Valdaj, nella oblast’ di Novgorod. Si tratta di un’università privata fondata appena 25 anni fa col proposito di formare i propri studenti recuperando i valori della religione ortodossa, dimenticati da molte famiglie a causa del regime sovietico, che proponeva un’istruzione fondata su un’ideologia atea. Per quanto riguarda l’alloggio, l’Università ospitante mi ha fatto una bellissima sorpresa, chiedendo alla mia compagna di stanza della scuola estiva, Polja, di ospitarmi nella sua famiglia per la durata del mio Overseas . Innanzitutto, dal punto di vista psicologico, perché Polja e i suoi genitori si sono sempre comportati in modo molto ospitale; in secondo luogo, dal punto di vista linguistico, perché ero esposta alla lingua quasi 24 ore per 7 giorni. È stata un’esperienza che mi ha fatto crescere, permettendomi non soltanto di migliorare le mie competenze linguistiche, ma anche di sviluppare elasticità mentale, capacità di adattamento e di risolvere problemi.

 

Tre mesi di stage all’Università di Mosca

ucsc international Tre mesi di stage all’Università di Mosca Veronica , neolaureata in Scienze linguistiche , nella sua internship in segreteria si è occupata di attività di amministrazione, acquisendo conoscenze economiche e di gestione, oltre che dedicarsi all’insegnamento delle lingua italiana a studenti russi. Nei tre mesi di internship mi sono dedicata ad attività di amministrazione nella segreteria dell’università, acquisendo conoscenze economiche e di gestione/amministrazione. Mi sono inoltre occupata dell’insegnamento della lingua italiana a studenti russi, sia tramite lezioni in compartecipazione con gli altri insegnanti, sia tramite lezioni individuali. È stata una delle esperienze migliori che abbia fatto, poiché non solo ho migliorato il mio livello di russo e inglese applicando tutti i giorni queste lingue, ma sono anche cresciuta dal punto di vista lavorativo e personale. Inoltre, l’università MGPU mi ha dato la possibilità di partecipare alla conferenza internazionale “L’italianistica nel mondo contemporaneo”, tenutasi nell’ambito delle Giornate Scientifiche dell’università della città di Mosca, rilasciandomi anche un certificato. Sono stata piacevolmente sorpresa di scoprire quanto sia stato facile per me adeguarmi allo stile di vita russo e ciò è stato possibile anche grazie ai compiti che mi venivano assegnati ogni giorno in ufficio. Questi tre mesi sono stati per me un percorso che mi ha fatto crescere, ampliare le mie conoscenze e rendermi conto delle mie abilità: ho avuto modo di provare realmente in ambito lavorativo e comunicativo quanto mi è stato insegnato nei due anni di università.

 
Go top