La tua ricerca ha prodotto 5 risultati per mostra:

Terra Santa, Francesco nei libri antichi

Creleb Terra Santa, Francesco nei libri antichi Creleb e Biblioteca della Custodia di Terra Santa celebrano la storia secolare della presenza dei Francescani a Gerusalemme raccontando attraverso un percorso di immagini, testi agiografici ed edizioni di vari scritti, la figura del loro santo fondatore. Sulle orme del fondatore, che in prima persona visitò i luoghi della vita di Gesù, i figli di San Francesco si assunsero la missione di custodire “le terre d’Oltremare”, in modo da garantire la possibilità a fedeli e pellegrini di visitare i luoghi della Salvezza. Nel corso dei secoli la Custodia di Terra Santa non è mai venuta meno alla propria missione attraverso la conservazione dei Luoghi Santi, il sostegno ai cristiani locali e il continuo e fecondo dialogo interreligioso e interculturale. Della mostra è stato anche allestito un catalogo , ricco di illustrazioni e redatto in italiano e inglese, pubblicato da Ats Pro Terra Sancta. Per approfondire alcune tematiche legate al rapporto tra mondo digitale e fruizione del patrimonio librario antico, inoltre, è stato organizzato per il giorno 8 novembre il colloquio internazionale Libri antichi e biblioteche digitali, tra catalogazione e fruizione virtuale del patrimonio culturale. Questa iniziativa rientra nel progetto “Libri ponti di pace” che mira alla valorizzazione del patrimonio librario della Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa per farne occasione di reali momenti di conoscenza e di dialogo tra le differenti componenti della città di Gerusalemme. L’iniziativa, inserita in un più ampio quadro di collaborazione tra Custodia di Terra Santa e Università Cattolica di Milano, vede la piena sinergia tra Ats pro Terra Sancta e Centro di Ricerca Europeo Libro Editoria Biblioteca (Creleb).

 

Sinti, scatti oltre il pregiudizio

Piacenza Sinti, scatti oltre il pregiudizio Una mostra nella sede di Piacenza per smontare tanti stereotipi che circondano la realtà del campo nomadi. Alla paura della diversità e alla necessità di incontrare l’altro è dedicata la giornata di studi promossa dalla facoltà di Scienze delle formazione. novembre 2017 Mostrare la quotidianità di una comunità alle porte della città per smontare i tanti stereotipi che circondano quella realtà. “Il quotidiano che non è ovvio” è il titolo della mostra fotografica promossa dalla Caritas diocesana sul Campo Sinti di via Torre della Razza a Piacenza. Gli scatti, realizzati da Sergio Ferri , sono stati esposti nei locali di Scienze della formazione della sede di Piacenza dell’Ateneo. Sempre in tema di diversità la facoltà di Scienze della formazione organizza una giornata di studi lunedì 6 novembre . Un appuntamento ormai tradizionale con cui la facoltà di Scienze della formazione si pone al servizio del territorio che la ospita con spunti e riflessioni derivanti dall’attività di studio e ricerca.

 

In mostra i manichini di de Chirico

Milano In mostra i manichini di de Chirico Per la prima volta a Milano i costumi di scena disegnati dall’artista per l’allestimento che aprì il Maggio Musicale Fiorentino nel 1933, rivoluzionando l’estetica scenica de I Puritani di Bellini. settembre 2017 Arrivano per la prima volta a Milano i costumi di scena che Giorgio de Chirico disegnò per l’opera I Puritani di Vincenzo Bellini allestita a Firenze il 25 maggio 1933. Solo il tempo fu testimone della vera e propria rivoluzione introdotta da de Chirico, che cambiò la tradizione e segnò una svolta nella messa in scena teatrale, grazie a costumi-manichini inseriti in uno spazio etereo che chiude l’attore in una sorta di simbolo iconografico. Degli oltre centottanta costumi creati per questa rara produzione, patrimonio realizzato e custodito dall’Archivio Cerratelli, trenta saranno in mostra (e visitabili gratuitamente) nella sede dell’ Università Cattolica in via Nirone 15, dal 19 settembre 2017 , giorno dell’inaugurazione, fino al 17 ottobre . Martedì 19 alle 17.30 nell’aula NI 110 in via Nirone saranno presenti per i saluti istituzionali Giovanni Gobber , preside della facoltà di Scienze linguistiche e letterature straniere, Maria Teresa Zanola , direttrice dell’Osservatorio di terminologie e politiche linguistiche Otpl, Floridia Benedettini e Diego Fiorini della Fondazione Cerratelli. Il 25 e 26 settembre due laboratori (in via Nirone 15 dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18) coniugheranno teoria e pratica, lavorando con disegni, materiali, stoffe, in un vero e proprio atelier teatrale o cinematografico ricostruito, coordinati e diretti dai massimi esperti del settore a livello nazionale e internazionale della Fondazione Cerratelli. Mercoledì 27 settembre (in largo Gemelli, 1, Aula Magna, ore 18) il concerto dei solisti di Note d’inChiostro proporrà l’ascolto di Preludio, arie e duetti da I Puritani di Vincenzo Bellini , con la guida di Enrico Reggiani , direttore di Note d’inChiostro e docente di Letteratura inglese.

 

Arte nei chiostri, largo agli studenti

Milano Arte nei chiostri, largo agli studenti La mostra promossa dal Centro pastorale in largo Gemelli, è stata ideata e curata da 11 allievi di diversi corsi, che hanno scelto gli artisti contemporanei e progettato il percorso sul tema I Wish. ottobre 2017 Dall’ispirazione cercata nella poesia di Dante fino alle canzoni di Gaber e Guccini, per arrivare alla selezione di artisti contemporanei, che danno forma nelle loro opere al desiderio. All’invito rivolto dal Centro Pastorale e dalle docenti di Storia dell’arte Cecilia De Carli e Elena Di Raddo a tutte le tutte le associazioni studentesche, hanno risposto i ragazzi di BoulevArt, Unilab e Ateneo Studenti, coinvolti per la prima volta dall’inizio dell’ideazione e della progettazione della mostra. Gli studenti sono partiti dalla raccolta di testi letterari che li aiutassero a definire il desiderio: dal Canzoniere di Petrarca al Convivio di Dante, da Baudelaire alle canzoni di Gaber e Guccini, da Leopardi a Calvino, da Camus a Max Pezzali. Il dialogo tra i giovani e gli artisti è durato diversi mesi in un’ottica di confronto sulle diverse letture dei desideri, degli ideali e dei pensieri che ha permesso di creare testi critici dell’opera» spiega Alessandro Tonini , laureando magistrale della facoltà di Lettere. iwish #arte #spiritualita #mostra Facebook Twitter Send by mail L’INAUGURAZIONE DI “I WISH” Il progetto è stato promosso dal Centro pastorale e dal Dipartimento di Storia, archeologia e storia dell’arte dell’Ateneo e curata da padre Enzo Viscardi , Cecilia De Carli , Elena Di Raddo . Martedì 31 ottobre l’inaugurazione avverrà nella Cripta dell’Aula Magna di largo Gemelli alle 16.30 alla presenza dell'assistente ecclesiastico generale dell'Ateneo, monsignor Claudio Giuliodori , di Padre Enzo Viscardi , delle docenti di Storia dell'arte Cecilia De Carli e Elena Di Raddo , degli studenti e degli artisti.

 

milano.ti amo all’Augustinianum

Milano milano.ti amo all’Augustinianum La prestigiosa mostra fotografica che ha allietato nei mesi scorsi i viaggiatori in passaggio per gli Aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate Rimarrà visitabile fino a tutto il mese di ottobre nel collegio milanese di via Necchi. luglio 2017 Rimarrà visitabile fino a tutto il mese di ottobre nel collegio Augustinianum (sala Pototschnig) la prestigiosa mostra fotografica che ha allietato nei mesi scorsi i viaggiatori in passaggio per gli Aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate. milano.ti amo è un racconto fotografico, una narrazione per immagini di una città che, come recita la presentazione alla mostra, è «grigia solo per chi non ci vive». La galleria di immagini di Andrea Aschedamini , che le ha scattate e raccolte in più di 10 anni di attività, presenta in esclusiva ai frequentatori del Collegio e dell’Ateneo i ritratti insoliti di una città accogliente e innovativa. fotografia #mostra #milano #augustinianum Facebook Twitter Send by mail.

 
Go top