La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per ong:

Malattia, la comunità che cura

cattolicapost Malattia, la comunità che cura Per la prima volta l’Oms afferma che per combattere la Tubercolosi nei Paesi poveri non bastano le medicine: servono politiche sanitarie community-based che rendono più efficace e meno costoso l’intervento . Lungo è anche il tempo che spesso intercorre tra l’insorgenza dei primi sintomi, che possono facilmente essere sottovalutati, e la diagnosi. Ci sono poi costi indiretti (trasporto, alloggio, vitto, e soprattutto il mancato reddito, ovvero necessità di rinunciare a giornate di lavoro), che incidono rispettivamente per un altro 20% e per circa il 60% del totale, in contesti in cui la popolazione vive grazie ad un’economia di sussistenza mediante il lavoro quotidiano). Abbiamo perciò analizzato diversi tipi di materiali testuali: sia documenti ufficiali (Piani Strategici Nazionali) sia interviste ai funzionari e agli altri stakeholder che hanno partecipato alla definizione delle strategie-paese per la lotta alla tubercolosi, a funzionari dei ministeri della Salute, a partner locali». Il secondo risultato è che laddove ci sono esperienze pregresse di partenariato locale, che includono il ruolo della società civile come soggetto in grado di emanare servizi anche sanitari, è molto più forte l’adozione di strategie centrate sulla persona. Se allora vogliamo ottenere che l’approccio alla lotta alla Tb si incentri su un approccio community-based (che è quanto auspica l’Oms), occorre lavorare per creare o rafforzare forme di partenariato ». Un elemento che a nostro avviso sostanzia l’idea di amore nel processo politico è il riconoscimento della persona nella sua totalità, che comprende componenti materiali e non materiali: affetti, relazioni famigliari e comunitarie.

 
Go top