La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per postgraduate:

Master, nel segno dell’innovazione

Cattolicapost Master, nel segno dell’innovazione Dai motori sportivi al booktelling , dalla robotica, applicata alla salute, alla logistica. In ambito medico, la sede di Roma, propone, tra gli altri, il master di secondo livello in Robotic and Digital transformation: impact on the healthcare and hospital management , che fornisce gli strumenti per comprendere e gestire le attività specifiche alla luce delle nuove tecnologie. Innovazione è l’elemento distintivo anche per il master Motorsport Business , ideato in collaborazione con Università di Parma e la società Dallara Motori Spa: un programma interdisciplinare per professionisti intenzionati a lavorare nelle aziende del settore, specializzandosi in una delle grandi aree di operatività: strategico-gestionale, ingegneristica, sportiva. Prima edizione del programma di primo livello Il russo per le imprese internazionali del Made in Italy , promosso con Camera di Commercio Italo-russa, Confindustria Russia e con la partecipazione della Higher School of Economics di Mosca (Hse). Pedagogia della famiglia mira alla formazione di esperti della relazione di aiuto a favore della coppia e del nucleo familiare, con particolare attenzione alla comunicazione educativa ai vari livelli, soprattutto nell’ottica di formare al lavoro di progettazione-gestione-valutazione di interventi educativi sul territorio. L’ Alta Scuola in Economia e Management dei Sistemi Sanitari (Altems) propone, infine, l’executive master Patient Advocacy Management per formare coloro gli operatori delle organizzazioni che rappresentano gli interessi dei pazienti e dei cittadini nel settore salute. In agenda, approfondimenti con accademici e professionisti sul tema “ Formazione postlaurea: conoscere per crescere ” e a seguire, colloqui con direttori e coordinatori di master, scuole di specializzazione e dottorati di ricerca.

 

Perché scegliere un master

Se è vero che il 65% degli studenti attuali farà un mestiere che ancora non è stato inventato, è importante prepararsi oggi alle sfide di domani. Quello che deve cambiare, in particolare, è il modo di apprendere, di affrontare lo studio, di restituire agli altri quello che si impara, anche attraverso il lavoro di squadra e un approccio multidisciplinare. Mentre l’insegnamento disciplinare e metodologico sono l’oggetto dei corsi di laurea, che mirano a un’educazione integrale della persona, la formazione avanzata si pone un altro obiettivo: l’elaborazione e trasmissione di competenze trasferibili ai diversi ambiti professionali e ai vari ruoli organizzativi. Nel lavoro di squadra si imparano il rispetto, la valorizzazione delle differenze, la negoziazione, la capacità di guidare e quella di seguire. Docenti, professionisti, testimonial, compagni di corso, alumni: ognuno di essi costituisce lo snodo di una fitta trama di rapporti , che può di fatto intensificare i contatti con il mondo del lavoro. Il master non risolve di per sé il problema del lavoro, ma mette i soggetti in grado di cercarlo diciamo… da un punto di partenza privilegiato. In agenda, approfondimenti con accademici e professionisti sul tema “ Formazione postlaurea: conoscere per crescere ” e a seguire, colloqui con direttori e coordinatori di master, scuole di specializzazione e dottorati di ricerca.

 
Go top