La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per romanzo:

Segreti e misteri di Javier Sierra

milano Segreti e misteri di Javier Sierra Lo scrittore spagnolo, tre milioni di copie vendute in tutto il mondo, vincitore del premio Planeta e autore di uno dei dieci libri più venduti negli Stati Uniti, ha incontrato gli studenti dell’Università Cattolica raccontando la chiave del suo successo. by Angela Buscaino | 15 marzo 2019 «Nessun luogo è migliore di una cripta per parlare di segreti e di misteri». E proprio quella dell’aula magna dell’Università Cattolica a Milano ha ospitato l’incontro con uno dei più grandi autori di romanzi gialli, lo scrittore spagnolo Javier Sierra , che dei misteri irrisolti della storia dell’umanità ha fatto la chiave del suo successo. Tre milioni di copie vendute in tutto il mondo, vincitore del premio Planeta e autore di uno dei dieci libri più venduti negli Stati Uniti, Sierra ha fondato i suoi romanzi sulle due grandi domande che l’uomo si è sempre posto nei secoli: “Da dove veniamo? Dove andiamo?”. La necessità dell’uomo di porsi degli interrogativi è per Sierra la base stessa della nascita della letteratura che, oltre al compito di intrattenere il lettore, ha anche il nobile fine di informarlo. Seguendo i passi della storia della letteratura, Sierra ha dato vita ad alcuni dei suoi romanzi più noti: La signora in blu , Le porte dei Templari , La cena segreta , Il fuoco invisibile intessendo le trame di riferimenti ai misteri legati alla sacralità e alla creazione artistica. Tradotto in oltre 40 lingue, Sierra ha svelato quella che per lui rappresenta la ricetta del suo successo, la capacità di arrivare alla gente grazie alla leggerezza e al gioco.

 

Laura Pariani e il Paraguay desaparecido

Milano Laura Pariani e il Paraguay desaparecido La scrittrice ha presentato a Milano il suo nuovo romanzo, scritto a quattro mani con Nicola Fantini, Che Guevara aveva un gallo . by Gian Luca Pisacane | 24 marzo 2017 «Abbiamo deciso di scrivere una storia ambientata in Paraguay perché è un Paese desaparecido dalle televisioni e dai giornali. Anche della visita di Papa Francesco nel 2015 è rimasto poco: qualche foto della sua messa ad Asunción, la capitale, e nulla di più». Così Laura Pariani presenta il suo nuovo romanzo Che Guevara aveva un gallo (Sellerio Editore) nell’aula Pio XI dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. L’incontro è moderato da Sonia Bailini , della Libreria Vita e Pensiero, alla presenza dei professori dell’Ateneo Ermanno Paccagnini docente di Letteratura italiana, e di Dante Liano , docente di Letteratura ispanoamericana. Che Guevara aveva un gallo narra delle rocambolesche avventure di Beppe e Mirella Isnaghi, una coppia di milanesi che partono alla volta del Paraguay per ritrovare il figlio, un archeologo che lavora nelle missioni gesuite. Scrivere di un uomo o di una donna significa addentrarsi nella sua psicologia, per porgli delle domande e capire anche di più di se stessi.

 

Let's book: Focus sul mondo degli adolescenti

Ed in effetti tutto il racconto si pone in questa prospettiva: raccontare dell'adolescenza, dei suoi sviluppi, dei passaggi alla maturità mettendone in luce i lati belli, le risorse e le potenzialità. Dire-bene degli adolescenti non significa, tuttavia, indorare le situazioni che vivono, che sono pur dense di fatiche e sofferenze, di amarezze e delusioni, sia nel confronto tra pari, sia con gli adulti. Dire-bene degli adolescenti vuol dire guardare alle loro vicende scorgendone in filigrana il coraggio e la fiducia, nella certezza che costruiranno qualcosa di grande fuori e dentro di loro. Il tempo dell'adolescenza è un tempo di sfide, di talenti che vanno compresi e spesi, di possibilità che vanno colte. “Scatti: istantanee e percorsi sul mondo degli adolescenti” sarà il titolo della presentazione che Don Davide proporrà a Piacenza rivolta oltre che agli studenti dei Scienze della formazione, ad adolescenti, insegnanti, genitori e a tutte le figure coinvolte nel mondo educativo. Si attraverseranno i temi dell'affettività adolescenziale, dalla leggerezza dei primi approcci alla costruzione di una relazione impegnativa, dell'amicizia tra pari, dello sport come strumento di elevazione e di ricerca di senso. Ci si soffermerà anche sui contesti familiari che vivono i ragazzi e sulle persone e i contesti (gruppi parrocchiali, esperienze di volontariato, ecc...) che possono sostenere la crescita spirituale dei più giovani.

 
Go top