La tua ricerca ha prodotto 8 risultati per sanitapubblica:

Walter Ricciardi Presidente della WFPHA

Roma Walter Ricciardi Presidente della WFPHA Il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, docente di Igiene generale e applicata dell’Università Cattolica, è stato eletto a Ginevra alla presidenza italiana della World Federation of Public Health Associations (WFPHA). “Sono onorato di questa carica che permetterà di portare la nostra tradizione della Sanità pubblica in tutto il mondo – afferma il professor Ricciardi – la presidenza italiana è infatti un’occasione per sostenere una visione universalistica della sanità basata sul principio etico dell’equità. Fondata nel 1967 a Washington, la WFPHA è l’unica società professionale a livello mondiale impiegata a rappresentare una vasta area della salute pubblica nelle diverse discipline e attività. I membri delle Federazioni sono associazioni nazionali e regionali di sanità pubblica e più di 80 associazioni regionali di scuole di salute pubblica. La WFPHA fa parte delle Organizzazioni non governative (ONG) della World Health Organisation (WHO) e collabora con quest’ultima, per la promozione delle politiche salutari e delle best practice in ambito di salute pubblica in tutto il mondo. sanitapubblica #igiene #salute #sistemasanitario Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Big Data per la Sanità Pubblica

Roma Big Data per la Sanità Pubblica Martedì 19 Giugno al Parlamento Europeo il convegno "La digitalizzazione e Big Data: implicazioni per il settore sanitario” promosso dall’Università Cattolica in collaborazione con Ecorys. giugno 2018 Il potenziale dei Big Data nel migliorare l'assistenza sanitaria è enorme. Le tecnologie digitali possono potenziare i pazienti, sostenere politiche di sanità pubblica, fornire assistenza sanitaria più integrata e ridurre i costi dell'assistenza sanitaria. L'Università Cattolica, in collaborazione con Ecorys, ha organizzato un workshop su "La digitalizzazione e Big Data: implicazioni per il settore sanitario" che si è svolto il 19 giugno presso il Parlamento Europeo a Bruxelles. sanitapubblica #bigdata #digitalizzazione Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Ricerca, al via il progetto ExACT

Roma Ricerca, al via il progetto ExACT Mercoledì 20 e giovedì 21 marzo nella sede di Roma dell’Ateneo il kick off meeting del nuovo progetto europeo finanziato nell’ambito del programma “Horizon 2020” dedicato a Medicina di precisione e sistemi sanitari. marzo 2019 Al via mercoledì 20 marzo il progetto di ricerca e formazione intitolato “ European network staff eXchange for integrAting precision health in the health Care SysTems ” (ExACT), nel kick-off meeting che si è concluso giovedì 21, presso la sede di Roma dell’Università Cattolica. Il progetto ExACT è coordinato dalla Professoressa Stefania Boccia (nella foto) , e partecipato dal Professor Walter Ricciardi , Ordinari di Igiene e Medicina preventiva presso la Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Ateneo. horizon2020 #medicinadiprecisione #sanitapubblica #exact Facebook Twitter Send by mail Print IL PROGETTO ExACT ExACT è risultato uno dei vincitori tra i progetti partecipanti alla call Marie Curie Research and Innovation Staff Exchange (RISE), avrà la durata di 4 anni (2019-2023) ed è finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma "Horizon2020". Lo stanziamento di fondi di ricerca della Commissione Europea permetteranno i implementare nuovi distaccamenti tra i ricercatori del mondo accademico con il mondo imprenditoriale e viceversa prevalentemente nel settore della Sanità Pubblica. Questo progetto, in particolare, nasce dalla precedente esperienza del progetto “The Personalized pREvention of Chronic DIseases-PRECeDI” ( http://www.precedi.eu ) e dai suoi risultati definiti “storia di successo” dalla Commissione Europea. Il nuovo progetto di ExACT prevede un consorzio di 17 partner, tra cui 10 sono istituzioni accademiche e 7 non accademiche.

 

Ricciardi, laurea honoris causa in America

Roma Ricciardi, laurea honoris causa in America Per il docente di Igiene generale e applicata dell’Università Cattolica, laurea in “Dottore della scienza” dalla Thomas Jefferson University di Philadelphia per i risultati raggiunti e il contributo dato al mondo della sanità pubblica. Istituito nel 1824 come Jefferson Medical College, il prestigioso ateneo cominciò a conferire le lauree ad honorem nel 1840. Da allora la lista dei laureati h.c. ha incluso personaggi illustri nel mondo della scienza, della medicina, della legge, della letteratura. Tra i più recenti: Alex Gorsky, Judith Rodin, Donna Brazile e Paul Farmer. laureahonoriscausa #jefferson #sanitapubblica Facebook Twitter Send by mail Print IL DISCORSO Il testo del Commencement Speech che il professor Walter Ricciardi ha tenuto nell’Ateneo americano davanti a .3mila persone.

 

Ricciardi, in Italia possiamo stare tranquilli

Roma Ricciardi, in Italia possiamo stare tranquilli Secondo il professore il fatto che non ci sia un contagio di massa nel nostro Paese ci può ragionevolmente far ben sperare. Gli accessi sono dovuti alla normale influenza ma anche alla paura generata dalla confusione e dalle notizie che circolano in rete ma è bene sottolineare che attualmente non esiste nessun allarme specifico. Entrando nello specifico cosa è il coronavirus e come si trasmette? Quali sono i sintomi? È una infezione insidiosa perché di fatto il virus è abbastanza contagioso. È chiaramente più aggressiva dell’influenza ma non è come la Sars di qualche anno fa. Non è una patologia da sottovalutare ma individuata adeguatamente in tempo e curata non risulta grave come la Sars. La brutta notizia è che può trasmettersi anche senza sintomi, cioè una persona non sintomatica che non ha la febbre può trasmettere il virus. La buona notizia è che il virus non è particolarmente aggressivo, le condizioni di salute delle persone che vengono colpite sono generalmente discrete. Chiaramente bambini e anziani sono sempre più a rischio perché hanno un sistema immunitario un po’ più debole rispetto agli adulti, però questa patologia colpisce anche persone sane e ha fatto vittime anche tra il personale sanitario.

 

Kezevino Aram incontra gli studenti

Roma Kezevino Aram incontra gli studenti Venerdì 8 giugno la direttrice dell’International Center for Child and Public Health protagonista dell’incontro sul progetto "Promoting Health is an essential pre-requisite to building empowered communities” per i bambini disagiati dell'India. by Federica Mancinelli | 04 giugno 2018 La pediatra indiana Kezevino Aram, direttrice dell’International Center for Child and Public Health, sarà la protagonista dell’incontro che si terrà venerdì 8 giugno alle ore 14.00 nell’Aula Brasca della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS. L’incontro è rivolto in particolare agli studenti e a tutta la comunità universitaria e ospedaliera della sede. "A Novembre 2017 durante il mio viaggio in India a Coimbatore – afferma la dottoressa Testa - sono stata accolta e ospitata dalla Dottoressa Kezevino Aram. Abbiamo colto l’occasione del suo viaggio in Italia per invitarla a raccontarci il progetto “Building Communities: Experience at International Center for Child and Public Health (ICPH). Il suo contributo potrà offrire a tutti noi importanti spunti di riflessione e aprire la strada a interessanti prospettive di collaborazione tra le nostre Istituzioni”. sanitapubblica #pediatria #communitybuilding Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Salute globale, al via la collaborazione Unicatt-Unesco

saluteglobale #unesco #ambiente #sanitapubblica Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Medicina personalizzata, la ricerca fra Europa e Cina

Il link di registrazione all’evento #medicinapersonalizzata #ricerca #sanitapubblica #cina Facebook Twitter Send by mail Print.

 
Go top