La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per scholarship:

Borse Zegna, poker Unicatt

cattolicapost Borse Zegna, poker Unicatt Dal naso elettronico che fiuta le malattie al “taglia-incolla” del DNA che studia la progressione dei tumori; dalle tecnologie 3D per il movimento dentale agli studi sulla longevità . Tre ricerche di frontiera per tre cervelli italiani che, grazie al programma Ermenegildo Zegna Founder’s Scholarship , potranno sviluppare o proseguire i loro progetti in prestigiosi centri di ricerca internazionali. Lavoro alla realizzazione di quello che comunemente viene chiamato “naso elettronico”, una piattaforma di sensori in grado di rilevare specifiche molecole di gas, per applicazioni soprattutto biomediche » spiega Sonia. Soffiando sui sensori è possibile determinare se un paziente è sano o presenta qualche patologia - cancro, fibrosi cistica, broncopneumopatie cronico ostruttive, per citarne alcune - perché nel nostro respiro ci sono centinaia di molecole, che però sono in quantità diversa se una persona è sana o se è malata». Insieme a Sonia, Luigi ed Edoardo, quest’anno l’Università Cattolica ha calato il poker, grazie alla conferma della borsa Zegna a Davide Vetrano , il 32enne geriatra della facoltà di Medicina già da tre anni a Stoccolma per un dottorato di ricerca all’Aging Research Center del Karolinska Institutet. Un'iniziativa, istituita in onore del fondatore dell'azienda, che ha compiuto cinque anni e che è stata festeggiata a Trivero - dove nel 1910 venne inaugurato il Lanificio Zegna - con i 114 studenti selezionati nelle edizioni passate e i 49 a cui è stata assegnata la borsa di studio per l’anno accademico 2018/2019. A oggi una ventina di loro sono rientrati in Italia e sono professionalmente attivi nel settore pubblico e privato anche con il sostegno del Gruppo Zegna, che si impegna a verificare i progressi dei borsisti durante gli studi all’estero e a facilitarne il rientro.

 

Zegna, borse per volare all’estero

Milano Zegna, borse per volare all’estero Scade il 31 marzo la possibilità per laureandi e neolaureati di candidarsi per le scholarship, con importi fino a 50mila euro, intitolate al fondatore della nota griffe. Sono i due neolaureati della Cattolica che lo scorso anno il Gruppo Zegna ha scelto nel “numero ristretto di italiani eccezionalmente promettenti all’inizio della loro carriera di intraprendere un percorso di ricerca o specializzazione post-laurea all’estero”. L’iniziativa, infatti, oltre a sostenere giovani eccellenze nel loro percorso di studi, si prefigge come obiettivo quello di rallentare il fenomeno della “fuga dei cervelli” dall’Italia ed è per tale ragione che il supporto del Gruppo Zegna è vincolato al rientro in Italia dei borsisti. Al fine di sostenere i borsisti Zegna al loro rientro, è stato istituito un Comitato Consultivo del quale fanno parte noti rappresentanti del mondo della finanza, dell’industria, della cultura e della medicina. Nel bando pubblicato sul portale unicatt.it sono raccolte tutte le condizioni per partecipare alla selezione, che riguarda laureandi di laurea magistrale o di laurea magistrale a ciclo unico dell’Ateneo con una media degli esami di almeno 27/30; oppure laureati con voto di laurea magistrale non inferiore a 104/110. La borsa di Studio Ermenegildo Zegna mi sta permettendo di frequentare il master in Screenwriting alla University of Southern California (USC), l’università al primo posto tra le università americane per gli studi su Film, Screenwriting o Directing. borsedistudio #scholarship #ermenegildozegna Facebook Twitter Send by mail BORSE E PREMI DI STUDIO Accanto alle misure finalizzate a sostenere il diritto allo studio in Università Cattolica, gli studenti, i laureandi e i neolaureati possono accadere ad altre borse di studio e di ricerca, premi e altri riconoscimenti d’ateneo.

 

50mila euro in borse di studio

Milano 50mila euro in borse di studio A erogare i premi sono importanti player che operano nel settore bancario, assicurativo e della consulenza: Intesa Sanpaolo, Credito Valtellinese, UnipolSai e lo Studio Bernoni Grant Thornton. Cinque borse di studio pari a un valore di 50.000 euro sono state consegnate giovedì 23 maggio a Nicolò Montefusco , Matteo Crocenzi , Gloria Colombo , Michele Venturi , Giulio Squarta ( nella foto in alto da sinistra a destra ), tutti studenti di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative , selezionati tra 50 candidati. Nello specifico Intesa Sanpaolo ha messo a disposizione due premi economici pari a 20.000 euro; il Credito Valtellinese ha assegnato una borsa di studio di 5.000 euro, UnipolSai e lo Studio Bernoni Grant Thornton hanno stanziato rispettivamente 15.000 e 10.000 mila euro. La cerimonia di consegna si è tenuta nell’Aula Pio XI dell’Università Cattolica ed è stata preceduta da una lezione aperta sui percorsi Dual Degree promossi da Scienze bancarie, finanziarie e assicurative e sulle opportunità lavorative nel settore di riferimento. Con queste borse di studio i nostri partner valorizzano il talento di studenti della Facoltà che intraprendono qualificanti percorsi di Dual Degree costruiti con prestigiosi atenei esteri», ha detto la preside Elena Beccalli aprendo i lavori del dibattito. Innovativa è anche la volontà di alcuni partner di finanziare, accanto alle borse, percorsi di stage in area risk management, asset management e investment banking, rivolti proprio agli studenti selezionati per i programmi di doppio titolo». scienzebancarie #scholarship #dualdegree Facebook Twitter Send by mail I DUAL DEGREE DI SCIENZE BANCARIE Sono complessivamente sei i Dual Degree – percorsi di laurea che consentono di studiare all’estero e ottenere due titoli di studio – attivati da Scienze bancarie, finanziarie e assicurative grazie alle partnership con importanti atenei internazionali.

 
Go top