La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per speranza:

Trovare un senso di fronte alla malattia

Lo sa bene padre Enzo Viscardi , psicologo, assistente pastorale presso l’Università Cattolica e attualmente responsabile di una comunità di accoglienza per sacerdoti in difficoltà. Cosa significa questo clima di quarantena per una persona che cerca di portare aiuto? «Ho vissuto in prima persona questo clima. È stato un continuo contatto con persone ammalate: da parte mia la vivevo con serenità, ma comunque confrontandomi con l’ansia e l’angoscia di questi sacerdoti che di fronte al fatto di non riuscire a guarire hanno avuto un po’ di crisi. La fede in questo momento è uno strumento per combattere la paura o serve anche qualcos’altro, per esempio un apporto psicologico? «In questo momento per chi ha fede ci sono due atteggiamenti: abbandonarsi al Signore e avere speranza. È quindi una richiesta di mediazione: una persona che ti presenti a Dio e ti mostri che il Signore c’è in quello che sta avvenendo». Di fronte a questo smarrimento la gente non ci chiede di essere una persona forte, anzi il rischio sarebbe di essere banali. Da qui le celebrazioni pasquali di quest’anno ci hanno fatto riflettere sull’importanza dell’ultimo saluto ai propri cari: «Il venerdì santo è stato vissuto proprio come contemplazione di un Cristo sulla croce che moriva nel silenzio e nella solitudine, come è capitato a molte persone, una morte ingiusta».

 

Il prof. Fausto Colombo ospite di Jovanotti

Milano Il prof. Fausto Colombo ospite di Jovanotti Il direttore del dipartimento di Scienze della comunicazione e dello spettacolo è intervenuto al Jova House Party di Lorenzo Cherubini, live il 30 marzo su Instagram. Guarda il video 31 marzo 2020 Stavolta l’ospite d’eccezione è stato il professor Fausto Colombo e l’anfitrione Lorenzo Cherubini Jovanotti . Il docente di Teoria della comunicazione e dei media e direttore del dipartimento di Scienze della comunicazione e dello spettacolo è stato invitato a partecipare, con un intervento in diretta, al Jova House Party . Il professor Fausto Colombo e Jovanotti, come ha spiegato il cantante, si sono conosciuti qualche tempo fa in occasione di un evento collegato al Jova Beach party (leggi l ’intervento del professore ). Nel corso del live si è parlato della differenza tra antropologo e sociologo, della didattica online e delle tesi a distanza cui Colombo parteciperà giovedì prossimo, della testimonianza di Papa Francesco, dello smart working come esigenza collettiva. Fausto Colombo ha letto il tempo che stiamo vivendo come dominato dall’incertezza ma ha concluso affidandosi a una parola positiva: la speranza, che significa riuscire, nonostante tutto, a sentirsi una grande comunità di destino, a essere tutti su un’unica grande arca di Noè. Tutta la puntata del 30 marzo è sul profilo di lorenzojova.

 

I Collegi non si fermano

Ateneo I Collegi non si fermano Nonostante la situazione critica i collegiali di tutta Italia non perdono il sorriso. Andrà tutto bene», come recitano i cartelloni dai davanzali dei Collegi dell’Ateneo by Valentina Giusti | 27 marzo 2020 Al momento la situazione è stazionaria: dai Collegi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore nessuno entra e nessuno esce. Le residenze sono aperte esclusivamente per gli ospiti interni che non sono tornati a casa all’inizio della sospensione delle lezioni, i visitatori non sono ammessi. Il loro motto è quello che rimbalza di bocca in bocca, di tastiera in tastiera, di balcone in balcone in tutta Italia: andrà tutto bene. Così anche i ragazzi del Collegio San Luca-Barelli a Roma : l’invito che emerge dai social è proprio quello di prendersi cura l’uno dell’altro, ma a distanza. Rispettare i dieci comportamenti da seguire del ministero della Salute, seguire assieme le Sante Messe in diretta dalla pagina Facebook della diocesi di Roma, prendere parte al ritiro spirituale predicato da don Fabio Rosini , ovviamente sempre in streaming: sono questi i modi per mantenersi virtualmente vicini e darsi ascolto. Le ragazze del Ker Maria infine raccontano le loro due settimane di quarantena su Instagram, pubblicando foto scattate (in momenti diversi) nel loro giardino ed esprimendo il desiderio di poter tornare presto a farne molte altre tutte assieme.

 
Go top