La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per termeerculee:

Terme Erculee, alle origini di Milano

Milano Terme Erculee, alle origini di Milano Una residenza sontuosa di oltre 14.000 mq, che sorgeva nell’area oggi occupata da corso Europa, piazza san Babila e corso Vittorio Emanuele. Una storia che sarà raccontata giovedì 31 maggio dal professor Furio Sacchi , docente di Archeologia dell’Ateneo di largo Gemelli, nella conferenza “ Quando il lusso diviene colore: i marmi delle Terme erculee di Milano. Piccoli frammenti da un grande monumento della città romana ”, presso il Museo archeologico di Milano in corso Magenta 15 alle ore 17 . Il complesso si componeva di un blocco centrale formato da caldarium e tepidarium a sud, di un vasto frigidarium con grande abside e di una palestra a nord, di spogliatoi ( apodyteria ) a est e a ovest del frigidarium . Alcuni ambienti erano decorati a mosaico, di cui alcune porzioni sono oggi conservate presso il Museo Archeologico di Corso Magenta che ospita anche un colossale torso di Ercole, e presso l’edificio dell’Ambrosiana. Sul costo di alcuni di questi marmi siamo informati dall’Edictum de Pretiis di Diocleziano, emanato nel 301 d.C., nello stesso periodo in cui venivano costruite le terme milanesi. La prima citazione letteraria di questo imponente complesso milanese fu di Decimo Magno Ausonio alla fine de IV secolo d.C, che celebrava la bellezza del quartiere termale e citava Milano come la settima città più importante del mondo allora conosciuto.

 
Go top