La tua ricerca ha prodotto 4 risultati per toniolo:

Un premio ai migliori 200

milano Un premio ai migliori 200 Sono state consegnate in aula magna le borse di studio per gli studenti del primo anno delle triennali e delle magistrali e gli iscritti agli anni successivi con la media più alta. febbraio 2018 di Stefano Francescato e Mariangela Masiello * L’Università Cattolica premia i suoi talenti con 200 borse di studio assegnate dall’Ateneo e dall’Istituto Giuseppe Toniolo agli studenti selezionati sulla base del merito. Anche se lavorerete con strumenti che ancora non esistono, si tratta di imparare a usare la testa, di tirar fuori il talento e di insegnarvi principi e metodi perché siate voi a costruire le conoscenze del futuro». Lo studente sente che qualcuno è attento al suo cammino formativo e che l’università non è una presenza anonima» ha commentato Paola Bignardi , in rappresentanza dell’Istituto Toniolo. Questi sostegni materiali sono una risposta dinamica alla propria vocazione, permettono di sentirsi parte di una grande famiglia universitaria» ha poi aggiunto leggendo alcune righe di una email ricevuta da una studentessa vincitrice di borsa». A portare il punto di vista delle aziende è stato Andrea Mezzadra , partner di Bdo Italia, società leader nel campo della revisione contabile con 74mila professionisti in 160 Paesi, che sosteneva 15 premi di studio per studenti iscritti al secondo anno della laurea magistrale in Economia. L'idea di un supplemento che bilanci la mole quotidiana di notizie "negative" è nata dal «grande bisogno di positività che vediamo tutti i giorni.

 

Tv2000, i Millennials in diretta

Ateneo Tv2000, i Millennials in diretta Alla vigilia del convegno “Educati dalla Misericordia: un nuovo sguardo sull’umano”, in programma venerdì 11 e sabato 12 novembre, andrà in onda domani alle 21 uno speciale su giovani e futuro realizzato in collaborazione con l'Ateneo. Tra gli ospiti Antonella Sciarrone Alibrandi, docente di Istituzioni di Diritto Privato e di Principi di Diritto e Gestione delle Banche presso la facoltà di Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative nonché prorettore dell’Università Cattolica di Milano; Pierpaolo Triani , professore associato di Didattica generale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Parteciperanno, con un filmato intervista, anche il rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore Franco Anelli e l’Assistente Ecclesiastico Generale Mons. A partire dai dati concreti, come quelli raccolti per il Rapporto Giovani curato dall’Istituto Toniolo in collaborazione con Ipsos, ci si interrogherà su quale futuro hanno davanti i giovani oggi, quali sono i sogni che vogliono realizzare o quelli a cui hanno dovuto rinunciare. E poi, serve ancora la formazione accademica o si va sempre più verso la pratica? E infine, cosa può offrire una università che ha insito nel suo core business un’attenzione verso l’uomo e il suo essere più profondo? E qual è questo sguardo nuovo? giovani #toniolo #misericordia Facebook Twitter Send by mail.

 

Nuove generazioni, il futuro difficile

Milano Nuove generazioni, il futuro difficile Presentato in Università Cattolica il Rapporto Giovani 2016 dell’Istituto Toniolo. I dati mostrano l'Italia come uno dei paesi che finora è meno riuscito a costruire basi solide per un futuro da protagonisti dei millenial. L'Istituto di Studi Superiori Giuseppe Toniolo con il sostegno di Intesa Sanpaolo e Fondazione Cariplo ha stilato il Rapporto Giovani 2016 fotografando le aspettative, le speranze e le delusioni delle nuove generazioni italiane. Alcuni dati presenti nel Rapporto Giovani 2016 mostrano l'Italia come uno dei paesi che finora è meno riuscito a costruire basi solide per un futuro da protagonisti dei giovani italiani. Alessandro Rosina, professore di Demografia e Statistica sociale all'Università Cattolica del Sacro Cuore e curatore del Rapporto, ha ricordato l'importanza dell'impatto delle politiche di territorio per migliorare la situazione dei giovani. Alcuni dati evidenziano meglio questo rapporto: tra i 25-29 anni più del 75% dei giovani italiani vive ancora con i propri genitori e non è indipendente da un punto di vista economico. Negli ultimi anni è cresciuta la voglia dei giovani italiani di uscire dalla condizione difensiva, di non subire ulteriormente solo i cambiamenti ma cogliere anche le opportunità.

 

Domeniche in Villa a Castelnuovo Fogliani

L’Istituto Toniolo, ente fondatore dell’Università Cattolica, in stretta collaborazione con Educatt – a cui affida la gestione del brand e dello storytelling legato alla Villa – riapre le porte della struttura per una stagione ricca di iniziative e attività. La proprietà, oltre alla Villa, comprende anche altri edifici e attrazioni: una chiesa, una serra, un laghetto di circa 4.600 mq immerso nel verde del parco e numerosi cortili interni. toniolo #castelnuovofogliani #piacenza Facebook Twitter Send by mail UNA STORIA ANTICHISSIMA Il complesso di Castelnuovo Fogliani ha una storia antichissima: le prime testimonianze della sua esistenza risalgono al 1100 quando il borgo, inizialmente legato alla nobile famiglia dei Della Porta, passa nelle mani dei Visconti e infine degli Sforza Fogliani. A ridosso dell’asse principale della via Francigena, la villa di Castelnuovo viene portata alla sua forma attuale grazie agli interventi di manutenzione e restauro compiuti nel Settecento grazie al marchese Giovanni Sforza. La Villa di Castelnuovo Fogliani attraversa le epoche e arriva fino al 1925 anno in cui la duchessa Clelia Sforza D’Aragona, erede universale della dinastia, dona la proprietà alla Chiesa. In quegli anni padre Gemelli ebbe un’intuizione geniale, destinare un luogo protetto alla carriera universitaria delle religiose, che in quegli anni non potevano accedere alla formazione accademica. Sotto richiesta di Gemelli, Papa Pio XI donò all’Istituto Toniolo di Studi Superiori e all’Università Cattolica la Villa di Castelnuovo Fogliani per farne un luogo di studio e preghiera per le religiose.

 
Go top