La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per traduzione:

Tedesco, la lingua delle opportunità

MILANO Tedesco, la lingua delle opportunità Grazie a un progetto con il Piccolo Teatro, studenti della magistrale in Scienze Linguistiche e del master Deutsch für die internationale Wirtschaftskommunikation hanno scritto i sovratitoli in italiano del Riccardo III e dato assistenza linguistica. luglio 2017 di Giacomo Allocco * Il tedesco apre le porte non solo per entrare in azienda ma anche a teatro. Si è trattato della prima esperienza di collaborazione tra il Piccolo Teatro, che quest’anno festeggia il suo settantesimo anniversario, e la cattedra di Lingua tedesca dell’Università Cattolica. Insieme ad altri compagni di corso e agli studenti del master, alcuni traduttori hanno prestato assistenza linguistica agli attori e ai tecnici della compagnia di Berlino sia durante la fase di preparazione dello spettacolo sia durante la sua messa in scena. Tutto è cominciato alcuni mesi fa, con una serie di riunioni in cui si è suddivisa la traduzione del copione originale tedesco fornito dalla compagnia teatrale, fra nove team di lavoro. Sempre sotto la supervisione della professoressa Federica Missaglia , ordinario di Lingua tedesca, con la collaborazione di Lisa Walter , gli studenti hanno avuto l’opportunità di contribuire alla traduzione dall’italiano al tedesco della brochure della Basilica di Sant’Ambrogio. Un progetto delicato e complesso, ricco di termini tecnici dell’ambio artistico e architettonico, che ha coinvolto gli studenti a più livelli, dall’approfondimento storico della Basilica attraverso visite guidate alla stesura di un glossario e alla traduzione finale.

 

Faccio parlare Harry Potter

laureati Faccio parlare Harry Potter Laureata in Lettere classiche in Università Cattolica, giornalista, autrice di libri per ragazzi, scrittrice ed editor, Beatrice Masini ha tradotto in italiano la saga del maghetto della Rowling. by Luca Aprea | 26 giugno 2017 Beatrice Masini ha tradotto in italiano la saga di Harry Potter. Laureata in Lettere classiche in Università Cattolica, è giornalista, autrice di libri per ragazzi, scrittrice ed editor. Ci sono mai stati problemi con gli autori dei libri che ha tradotto? Qualche volta può capitare di porre domande agli autori su passi dubbi o di incontrarli a giochi fatti quando vengono in Italia per il lancio del libro. Come organizza il suo lavoro? Prima leggo il libro tutto d’un fiato, per puro gusto e curiosità, e mi appunto mentalmente i passaggi complicati, i giri di frase sui quali bisognerà riflettere. Per esempio sta crescendo il numero di ragazzi di quindici-sedici anni in grado di leggere libri in lingua originale. Qual è il primo libro che ha tradotto? A parte qualche microstoria, Le redoublant di Claire Mazard: in italiano Il ripetente.

 
Go top