La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per tragedia:

Euripide nel parco archeologico di Velia

TEATRO ANTICO Euripide nel parco archeologico di Velia Il corso di alta formazione Teatro antico in scena dell’Ateneo e l’ Associazione Kerkìs partecipano il 6 e il 7 agosto al Festival teatrale nel sito Patrimonio dell’Umanità Unesco di Ascea (Salerno), l’antica Elea greca. Ad esso si aggiungono il patrocinio dell’Università degli Studi di Salerno, la collaborazione scientifica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e i patrocini dell’Università degli Studi di Milano e dell’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma. Alcesti di Euripide, in scena domenica 7 agosto alle 21 , è prodotto dal corso di alta formazione Teatro antico in scena dell’Università Cattolica in collaborazione con Kerkis. È la prima opera di Euripide a noi integralmente pervenuta, in cui vita e morte duellano per la donna che ha deciso di morire al posto di suo marito Admeto. La direzione drammaturgica e la traduzione del testo sono di Elisabetta Matelli , docente di Drammaturgia antica alla facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Cattolica e direttrice scientifica e didattica del corso. Il corso di alta formazione prevede la produzione di uno spettacolo e la sua rappresentazione in pubblico, guidando il partecipante lungo tutti i passaggi necessari per l’allestimento di uno spettacolo tratto dalla drammaturgia antica - compresi gli aspetti musicali e scenografici - per arrivare ad un vero e proprio spettacolo finale. Le fotografie di questa pagina sono di Arianna Ricotti #teatro #teatroantico #euripide #tragedia Facebook Twitter Send by mail ELENA E IL SUO DOPPIO Lo spettacolo, tratto dall’ Elena di Euripide , racconta un filone alternativo del mito della guerra di Troia.

 

Che tragedia questo processo

milano Che tragedia questo processo Nelle opere dei maggiori tragediografi greci erano già presenti archetipi giuridici che sono entrati anche nella nostra Costituzione. I più grandi tragediografi della cultura classica occidentale come Eschilo, Sofocle ed Euripide tratteggiarono i fondamenti giuridici che sono entrati anche nell’ossatura della nostra costituzione. La fecondità di testi come Edipo Re e Antigone di Sofocle si radica nel fatto che il mito, già nelle sue rappresentazioni sceniche originarie, è una rielaborazione di vicende legate all’attualità. George Steiner parla di un’energia di reiterazione nei testi della tragedia antica, una forza che accumuna gli uomini di ogni tempo che si coglie attraverso il dato del presente». I temi affrontati sono molteplici: uno dei più interessanti è quello sulla fallibilità dell’uomo che ritroviamo nell' Edipo Re di Sofocle. Edipo è principe di Corinto e come ogni altro essere umano cade vittima della tragedia della conoscenza quando scopre che l’uomo che ha ucciso è suo padre e la donna che sposerà successivamente è sua madre. Tragedie come le Eumenidi di Eschilo venivano inscenate in un periodo precedente alle riforme di Clistene in cui erano i membri dell' areopago (aristocratici ateniesi) che giudicavano chi commetteva delitti di sangue come nel caso di Oreste che uccise la madre per vendetta.

 

Festival Thauma, quinta edizione

milano Festival Thauma, quinta edizione Da Aristofane a Tucidide, da Euripide a Sofocle: tragedie, commedie e opere dei più grandi autori greci sono state rivisitate da studenti di sedici licei di tutta Italia e prodotte nei laboratori teatrali delle scuole. In gara a Milano dal 18 al 21 marzo 13 marzo 2019 Dal 18 al 21 marzo il Teatro Commenda (via Commenda 37 a Milano) ospiterà le performance nell’ambito della quinta edizione del Festival Thauma – Teatro antico in scena . Promosso dall’Università Cattolica sotto la direzione di Elisabetta Matelli , docente di Storia del Teatro Greco e Latino e del Laboratorio di Drammaturgia Antica e con il supporto organizzativo di Martina Guerinoni del Centro di cultura e iniziativa teatrale “Mario Apollonio” dell’Università Cattolica. Si riscontra quest’anno una maggiore complessità della proposta artistica - dice la professoressa Elisabetta Matelli -, e in particolare una valorizzazione delle riscritture dei testi antichi (come nel caso di Enea , l’eroe del destino tratto dall’ Eneide di Virgilio), o di testi moderni (come Il mistero di Alcesti di Marguerite Yourcenar)». A giudicare le rappresentazioni sarà una giuria professionale, che accoglie anche alcuni studenti e dottorandi di ricerca, e una giuria popolare. È possibile, come ogni anno, entrare a far parte della giuria popolare esprimendo in sede di voto la propria preferenza, un’occasione privilegiata per gli studenti per misurarsi con l’esperienza critico-teatrale in un clima di competizione e per affinare sensibilità e capacità. Per seguire il Festival si può visitare il sito o la pagina Facebook #festivalthauma #tragedia #commedia Facebook Twitter Send by mail IL PROGRAMMA E LE SCUOLE PROTAGONISTE Al Festival Thauma partecipano quest'anno 16 licei di tutta Italia, molti dai quali dal Sud.

 
Go top