La tua ricerca ha prodotto 6 risultati per ateneo:

Cinque progetti studiano i nuovi anziani

Al tema dell’ active aging l’Università Cattolica dedica cinque ricerche d’ateneo in altrettanti ambiti scientifici che coinvolgono ricercatori di quattro campus 20 dicembre 2013 Una rivoluzione con conseguenze enormi, e non solo sul sistema pensionistico. L’allungamento della vita si rivela anche un’opportunità, dato che oggi la percentuale di disabilità a 70 anni è del 10%. Sul tema dell’invecchiamento l’Università Cattolica investe una cifra consistente di risorse economiche proprie con un progetto d’ateneo che coinvolge cinque diversi ambiti di ricerca che occupano i ricercatori di quattro campus. Sul tema dell’ active ageing l’ateneo ha messo a punto strumenti, procedure e metodologie per riconoscere e incrementare le potenzialità dell’anziano utilizzando le conoscenze dei medici, degli psicologici, dei nutrizionisti, degli economisti, dei sociologi. Si indagano altre opportunità offerte dall’allungamento dell’età matura, toccando un tema caro agli anziani autosufficienti: la gestione del tempo liberato dal lavoro per il mantenimento di buone condizioni di vita e contributo fondamentale nei passaggi generazionali. Nel 2014, anno di avvio di Horizon 2020, sarà aperto un bando per la creazione di un nuovo Kic con l’obiettivo di stimolare l’innovazione per una vita sana e per l’invecchiamento attivo. In particolare le due parole-chiave che guideranno la proposta dell’Università Cattolica saranno: “patient engagement”, cioè il coinvolgimento attivo del paziente nel processo di cura, e “positive technology”, cioè l’uso della tecnologia per migliorare le caratteristiche dell’esperienza soggettiva.

 

Chiostri aperti con il Fai

Milano Chiostri aperti con il Fai Sabato 24 e domenica 25 marzo la sede storica di largo Gemelli dell’Ateneo sarà protagonista delle Giornate di Primavera . marzo 2018 Storia, arte e cultura dell’Università Cattolica saranno protagoniste delle Giornate Fai di Primavera . Sabato 24 e domenica 25 marzo le porte di largo Gemelli si apriranno dalle 10 alle 18 a tutti coloro che vorranno scoprire le bellezze conservate per oltre dodici secoli all’interno dell’Ateneo. Le Giornate Fai di Primavera costituiscono un’occasione unica per mostrare al pubblico questo luogo di studio e ricerca, tradizionalmente impegnato nella formazione di persone, oltre che di professionisti, collocato in ambienti che conservano ancora oggi le tracce di un glorioso passato. fai #giornatediprimavera #ateneo #chiostri Facebook Twitter Send by mail CREMONA, VISITA ALLA FUTURA SEDE DEL CAMPUS Le Giornate di Primavera del Fai apriranno le porte del complesso che ospiterà, dopo i lavori di ristrutturazione, il nuovo campus dell’Università Cattolica a Cremona. Attualmente è di proprietà della Provincia di Cremona e, a breve, è previsto il recupero dell’intera area per la realizzazione della nuova sede dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a Cremona. Si tratta di un vasto edificio a pianta rettangolare, costruito in muratura alla fine del XIX secolo, disposto su due piani, di cui quello superiore di minore estensione, adibito al ricovero dei mezzi militari, al piano terreno, ed a dormitorio a quello superiore.

 

Famiglia, c’è ancora chi investe

marzo 2017 Sono sotto gli occhi di tutti i “sintomi” di una sempre crescente fragilità delle coppie e della difficoltà nell’esercizio della funzione genitoriale, con evidenti ripercussioni sulla crescita dei bambini e degli adolescenti. Bambini che a sei sette anni prendono ancora il biberon, preadolescenti che dormono spesso nel lettone dei genitori, adolescenti che si sballano in discoteca, che ricorrono ad alcool e droghe, o che si ritirano nei social network, coppie che si separano alle prime difficoltà, pensando di avere sbagliato partner. È necessario dunque mettere a punto e diffondere interventi di tipo preventivo rivolti agli adolescenti e ai giovani, così come alle coppie e ai genitori nelle diverse fasi del ciclo di vita e finalizzati non solo all’ accompagnamento ma anche all’arricchimento e alla promozione dei legami familiari. In tale ottica si occupa non solo degli aspetti di rischio connessi alla sessualità, ma anche dellla promozione di un’identità integrata e matura, che sia in grado di fare scelte responsabili nell’ambito della propria sessualità. Il Centro ogni anno propone una formazione “base” per i tutor Teen Star e una formazione “progredita” per tutor che lavorano già con questo metodo e vogliono approfondire maggiormente gli aspetti della conduzione di gruppo (la direzione scientifica è della professoressa Raffaella Iafrate). famiglia #ateneo #percorsi #gruppidiparola #studi #ricerche Facebook Twitter Send by mail I GRUPPI DI PAROLA Il Centro di Ateneo ha messo a punto una modalità di intervento preventiva rivolta ai figli di famiglie separate, i Gruppi di Parola (GdP) . Si tratta di una forma d'intervento breve della durata di quattro incontri, che ha lo scopo di accompagnare i bambini e le loro famiglie durante la riorganizzazione della vita quotidiana a seguito della separazione o del divorzio dei genitori.

 

Torna la voglia d’Europa

BRESCIA Torna la voglia d’Europa Una ricerca condotta tra i giovani di sette Paesi europei contrasta il vento che soffia contro l’Ue. È quanto emerge da una ricerca realizzata dal progetto europeo “Europe 2038” che ha raccolto le opinioni sul futuro dell’Europa di giovani tra i 16 e i 25 anni di sette Stati europei. Come azione principale del progetto è stata realizzata nel 2016 un’indagine, a cui in Italia hanno partecipato oltre 800 giovani, con lo scopo di raccoglierne le aspettative sull’Europa, ma anche le sfide e le possibilità che immaginano per il suo futuro. Il contrasto della disoccupazione è indicato tra le priorità dal 25% dei partecipanti allo studio, mentre i temi dell’immigrazione e dell’ambiente sono segnalati solo dal 14% e dal 17% dei giovani. Minoranze più esigue, invece, hanno segnalato altre problematiche pure di stringente attualità, quali la crisi finanziaria (6.8%) e, con percentuali inferiori al 5%, i temi delle tecnologia, della comunicazione e dei media, dell’informatizzazione, della sicurezza dei dati e della mobilità. Altri temi emergenti, seppure con percentuali di scelta minore, sono quelli dei conflitti religiosi e etnici, dei migranti e del collasso dell’UE, della corruzione e dell’avanzata dei partiti di estrema destra. erasmus #studenti #ateneo #europa Facebook Twitter Send by mail PER UN NUOVO INIZIO «Nonostante le loro paure, inoltre, i giovani italiani appaiono credere nell’Europa, esprimendo maggiore fiducia nelle istituzioni europee che in quelle nazionali e con quasi l’89% che valuta che l’Italia debba restare nell’Unione Europea.

 

Madre Teresa, il ricordo dell'Ateneo

Roma Madre Teresa, il ricordo dell'Ateneo Una mostra fotografica e un evento commemorativo di riflessione e testimonianza dedicati a Santa Teresa di Calcutta si svolgeranno lunedì 21 novembre e il 5 dicembre presso il Policlinico Gemelli. Lunedì 5 dicembre avrà luogo un meeting di riflessione e testimonianza sulla Santa intitolato “Fede, scienza e carità – Madre Teresa e l’Università Cattolica” con inizio alle ore 15.00 nell’Aula Brasca del Policlinico Gemelli introdotto da SE Mons. Particolarmente forte è il legame dell’Università Cattolica, con Facoltà di Medicina e Policlinico Gemelli, con Madre Teresa di Calcutta , cui nel 1981 fu conferita a Roma la Laurea Honoris causa in Medicina e chirurgia nel corso di una intensa cerimonia presieduta dall’allora Rettore Giuseppe Lazzati . “Il desiderio anche quest'anno di proporre alla Comunità Universitaria e del Policlinico una mostra, nasce innanzitutto dalla memoria dell'esperienza di ricchezza fatta gli anni passati nel portare, in questa circostanza pubblica di condivisione, un percorso bello e significativo per l'esperienza di ognuno – spiegano i rappresentati di Ateneo Studenti - . Che il soggetto della mostra proposta quest'anno fosse Santa Madre Teresa, non siamo, in un certo senso, stati noi a deciderlo: le circostanze ci hanno innanzitutto suggerito la strada. A partire da questi suggerimenti, ci siamo interessati alla sua vita e ci siamo scoperti provocati da questa donna che ha semplicemente amato e servito ciò che agli occhi del mondo è più piccolo, misero e scomodo: la persona nell'esperienza della sofferenza fisica e morale. Domandiamo, innanzitutto per noi, questo suo sguardo alla persona che soffre, e nel proporre questo itinerario, il desiderio è quello di lasciare che Madre Teresa sfidi il nostro temperamento tiepido.

 

Variazioni aperture estate 2018

Ateneo Variazioni aperture estate 2018 I giorni di chiusura e i cambiamenti degli orari dei servizi durante i mesi di luglio e agosto in tutti i campus dell’Università Cattolica. Riaprirà lunedì 20 agosto e dal 20 al 24 agosto sarà aperta dalle ore 8.30 alle ore 17. Da lunedì 27 agosto sarà nuovamente aperta dalle ore 8.30 alle ore 19 La Biblioteca di Cremona sarà chiusa al pubblico dal 30 luglio al 26 agosto. Riaprirà regolarmente lunedì 27 agosto Ufficio Master ed Esami di Stato resterà chiuso dal 3 al 21 agosto.

 
Go top