La tua ricerca ha prodotto 5 risultati per bibbia:

La Bibbia un capitolo al giorno

LETTURA CONTINUA La Bibbia un capitolo al giorno È la proposta del Centro pastorale e del collegio dei docenti di Teologia per leggere in meno di nove mesi, in modo personale e comunitario insieme, il Nuovo Testamento . Si comincia il giorno di Natale 03 dicembre 2019 Il Nuovo Testamento è composto da duecentosessanta brevi capitoli. Uno al giorno, dal Vangelo di Matteo all'Apocalisse, possono essere facilmente letti in meno di nove mesi. Quest'anno – iniziando il giorno di Natale e terminando il 9 settembre 2020 – il Centro pastorale e il Collegio dei docenti di Teologia dell’Università Cattolica, coordinati da monsignor Claudio Stercal , invitano a leggerli tutti. Ogni giorno un capitolo , personalmente, nei momenti e nei luoghi preferiti: a casa, su un mezzo di trasporto, nel luogo di studio o di lavoro, meglio ancora in una cappella o in una chiesa. A tutti sarà inviato il programma di lettura con l’indicazione giorno per giorno dei singoli capitoli del Nuovo Testamento. Esiste anche una edizione, più piccola, del solo Nuovo Testamento: Il Nuovo Testamento.

 

In ricordo di padre Luigi Cagni

Brescia In ricordo di padre Luigi Cagni Nella sede di Brescia giovedì 3 maggio un seminario di studi su Lingue e culture del Vicino Oriente e del Mediterraneo in memoria del barnabita di origini bresciane, assiriologo e filologo della Bibbia ebraica di fama internazionale. maggio 2018 di Giancarlo Toloni * Giovedì 3 maggio 2018 alle ore 16.30, nella Sala della Gloria, la sede bresciana dell’Università Cattolica commemorerà la figura di padre Luigi Cagni (a sinistra) , barnabita di origini bresciane, assiriologo e filologo della Bibbia ebraica di fama internazionale. All’Orientale Cagni fu anche Direttore del Dipartimento di Studi Asiatici (1991-1997) e Direttore della sua prestigiosa rivista, gli Annali dell’Istituto Orientale di Napoli (AION). In parallelo egli si dedicò anche alla vita del suo Ordine Barnabita, assumendo via via importanti incarichi di governo, fino al ruolo di Vicario Generale. L’ Università degli studi di Napoli «L’Orientale» si associa in partenariato al memoriale dello studioso, che ha contribuito significativamente al suo sviluppo come istituzione accademica; analogamente vi partecipano i Chierici Regolari di San Paolo, Barnabiti , ricordando il prezioso apporto di padre Cagni alla vita e al governo dell’ordine. Per celebrare la sua opera scientifica il Dipartimento di Scienze storiche e filologiche ha promosso la pubblicazione di un volumetto che raccoglie i contributi di amici e colleghi orientalisti , volti ad illustrare le linee fondamentali e i vari ambiti della sua ricerca. La ricerca di alto profilo scientifico di Cagni ha suggerito al nostro Dipartimento di intitolare alla sua memoria il Seminario di studi su Lingue e culture del Vicino Oriente e del Mediterraneo , sezione orientalistica del Centro di Documentazione e Ricerca di prossima attivazione nella sede bresciana dell’Università Cattolica.

 

Bibbia, un libro tutto da leggere

Ateneo Bibbia, un libro tutto da leggere Centro pastorale e collegio dei docenti di Teologia invitano a riscoprire il testo sacro leggendo personalmente , ma in contemporanea con tutti quelli che aderiranno all’invito, un capitolo al giorno del Nuovo testamento, a partire dal 25 dicembre. dicembre 2018 Forse non tutti sanno che il Nuovo Testamento è composto da duecentosessanta brevi capitoli. Quest'anno – iniziando il giorno di Natale e terminando il 10 settembre 2019 – il Centro pastorale e il Collegio dei docenti di Teologia dell’Università Cattolica, coordinati da monsignor Claudio Stercal , invitano a leggerli tutti. Ogni giorno un capitolo, personalmente, nei momenti e nei luoghi preferiti: a casa, su un mezzo di trasporto, nel luogo di studio o di lavoro, meglio ancora in una cappella o in una chiesa. A tutti sarà inviato il programma di lettura con l’indicazione giorno per giorno dei singoli capitoli del Nuovo Testamento. Esiste anche una edizione, più piccola, del solo Nuovo Testamento: Il Nuovo Testamento. Lo scorso anno è stata realizzata la "Lettura continuata del Nuovo Testamento" con un primo gruppo di lettori.

 

La Bibbia in movimento

Cattolicapost La Bibbia in movimento A Gerusalemme , nella sede della Custodia di Terra Santa , una mostra di rotoli, manoscritti, antichi libri a stampa : 40 edizioni antiche del testo sacro in ebraico, spagnolo, greco, arabo, siriaco, copto, armeno, in latino e in alcune delle lingue europee. ottobre 2018 Quaranta Bibbie provenienti dalla Biblioteca Generale della Custodia di Terra Santa esposte nella città vecchia di Gerusalemme. Si tratta di un vero e proprio viaggio alla scoperta di come la Bibbia sia il contrario di un testo fisso, immobile, ma piuttosto un testo “in movimento”, on the move . È il frutto, anche, del lavoro dei tanti studenti che negli ultimi otto anni hanno aiutato la Biblioteca di Gerusalemme studiando e catalogando il suo materiale antico e prezioso. È proprio da questo materiale che sono state scelte le Bibbie messe a disposizione dei visitatori, che potranno immediatamente percepire quanto possano essere diversi fra loro gli incontri con il testo sacro». Ed è proprio questo l’obiettivo di “ Libri ponti di pace ”, un progetto nato nel luglio del 2010 per valorizzare il patrimonio della Biblioteca dei francescani come occasione di incontro, dialogo, amicizia tra le tante e diverse identità che vivono a Gerusalemme. Grazie a loro è stato possibile creare un accurato catalogo di libri, disponibile anche online : qui si trovano catalogati circa 650 manoscritti, circa 100 edizioni del XV secolo, 600 del XVI secolo, 1.200 del XVII.

 

La Bibbia ebraica di George Steiner

Il ricordo La Bibbia ebraica di George Steiner Un omaggio, il suo, a un’opera dalla «straordinaria forza generativa», «inventario dell’animo umano» ma anche un repertorio di generi letterari 04 febbraio 2020 È morto a novant’anni George Steiner, tra i più influenti critici letterari del Novecento. Nato in Francia nel 1929, da una famiglia di ebrei viennesi che qualche anno prima aveva lasciato l’Austria per timore dell’antisemitismo, per sfuggire al nazismo lasciò poi l’Europa insieme alla famiglia per gli Stati Uniti nel 1940, diventando cittadino americano. Nella sua lunghissima carriera di accademico e critico letterario, ha pubblicato oltre venti opere, che spaziano da Heidegger all’eredità di Antigone e della tragedia greca nel canone occidentale. Queste parole che definiscono la Bibbia ebraica, il “libro dei libri” appunto, sono di George Steiner, critico letterario di fama internazionale, personalità eclettica dagli interessi che attraversano le discipline più diverse, considerato uno degli ultimi grandi spiriti europei. Proprio la sua straordinaria capacità di stabilire interconnessioni inedite è alla base della sua opera uscita in Italia per i tipi di Vita e Pensiero : Il libro dei libri. L’opera di Steiner, strutturata come un saggio introduttivo al cosiddetto “Vecchio Testamento”, si configura innanzitutto come un invito a leggere la Bibbia ebraica come testo autonomo, fuori dalla correlazione con il “Nuovo Testamento” in cui, secondo gli ebrei, è stata forzatamente posta. È il desiderio che ha espresso Carlo Ossola chiudendo il suo intervento: «Dobbiamo dire ai nostri studenti che leggere la Bibbia vuol dire essere continuamente sollecitati, che l’Università non offre niente, non vende niente, semplicemente affina ed eleva le domande».

 
Go top