La tua ricerca ha prodotto 5 risultati per blackboard:

Dopo il lavoro, a lezione su Blackboard

eCatt Dopo il lavoro, a lezione su Blackboard Gabriele Bondioni, laureando in Giurisprudenza, racconta le sue giornate di responsabile delle Aree finanziarie del Comune di Pisogne (Bs) e della Comunità Montana di Scalve (Bg). Storie di ordinaria quotidianità per Gabriele Bondioni , che dopo aver concluso il percorso triennale in Scienze dei servizi giuridici è ora iscritto al secondo anno della magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza al campus milanese dell'Università Cattolica. L’aspetto positivo è che localmente abbiamo potuto contare su un tessuto economico e sociale forte, fatto di aziende solide e che non hanno mai chiuso, avendo ricevuto il via libera alla produzione da parte della prefettura. Al contrario, una situazione emergenziale è andata creandosi nel settore dell’artigianato e dei negozi, così come per lo stesso Comune che, avendo sospeso l’attività di accertamento tributario, è l’ente che economicamente ha risentito maggiormente della situazione. Utili e funzionali, permettono anche ad uno studente lavoratore come me – impegnato professionalmente per circa 36 ore settimanali - di poter fare lezione la sera da casa o nel tempo libero, senza il rischio di rimanere indietro nel mio percorso di studi e utilizzando le ore rimanenti per preparare gli esami. A proposito di futuro, credi che l’esperienza lavorativa all’interno di istituzioni territoriali schierate in prima linea nella gestione dell’emergenza ti abbia lasciato qualcosa di utile per il domani? «Indubbiamente, anche se le idee in merito al mio futuro le ho abbastanza chiare. Una risorsa umana di grande importanza che negli ultimi anni qualcuno ha cercato di sminuire, per questo la mia tesi magistrale verterà sui decreti legislativi che hanno modificato il ruolo di una figura che dovrebbe essere valorizzata e non ridimensionata».

 

Labor Economics, sperimentati a Economia i primi esami scritti a distanza

A sperimentarli la facoltà di Economia con il professor Claudio Lucifora , che due giorni fa nella sua materia di Labor Economics ha esaminato 15 studenti del corso di laurea magistrale inglese in Economics . Connessi da tutta Italia, gli studenti che hanno sostenuto gli esami si sono dimostrati fortemente responsabilizzati, lavorando più duramente di quanto avrebbero fatto in presenza», spiega il professor Lucifora, che ha concluso ieri la sessione d’esame con l’orale e la presentazione di project work dei quindici partecipanti. Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla piattaforma Blackboard, regolarmente utilizzata nel corso dell’anno per il final assessment, il cui funzionamento, potenziato dall’Ateneo in questa fase di emergenza, è stato esteso in modo sperimentale alla realizzazione di test scritti». Alle 9 tutti gli studenti si sono collegati alla piattaforma Teams per verificare che microfono e telecamera funzionassero correttamente. La prova era articolata in quesiti selezionati da un pool di 50 domande cui gli studenti potevano rispondere in maniera consequenziale, scrivendo direttamente sul computer e in un tempo prestabilito. L’utilizzo di un algoritmo ha consentito di randomizzare l’ordine e il contenuto dei quesiti diversificandoli per ciascun partecipante. La sperimentazione ha dunque dato un esito positivo, ma questa è soltanto una delle modalità allo studio dell’Ateneo, anche perché molto dipende dal numero di studenti coinvolti e dal tipo di materia d’esame.

 

La lavagna è diventata Blackboard

Brescia La lavagna è diventata Blackboard A Scienze matematiche, fisiche e naturali l’85% dei docenti usa la piattaforma di Learning Management System d’Ateneo . Ecco tutti i modi per la didattica a distanza by Antonella Olivari | 09 marzo 2020 Didattica a distanza, streaming , chat , videolezioni, slide commentate: sono le diverse modalità messe in campo dai docenti dell'Università Cattolica per garantire agli studenti di continuare il percorso di studio. L’emergenza del Coronavirus ha costretto anche i professori a rivedere le proprie modalità di erogazione della didattica e a confrontarsi con gli strumenti digitali. Alla facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali l ’85% dei docenti sta utilizzando le diverse potenzialità offerte dalla piattaforma Blackboard , la piattaforma di Learning Management System di Ateneo. E così zigzagando fra una schermata e l’altra della nuova lavagna online troviamo il professore di fisica e matematica che continua a scrivere sulla lavagna in ardesia trasformando il suo studio in un set da ripresa. Tutto questo avviene dopo che le dispense sono state caricate su Blackboard affinché gli studenti abbiano già una prima idea di quello che andranno ad ascoltate e vedere sul video. Insomma, il coronavirus ha chiuso le aule e gli studi dei docenti di via Musei, ma non ha bloccato le occasioni di studio e di incontro, seppur in modalità virtuale.

 

Blackboard: Cattolica launches its e-learning plan

CORONAVIRUS Blackboard: Cattolica launches its e-learning plan During the period of the coronavirus emergency, the university’s online service has been duly enhanced. Currently our professors and instructors lecturers are recording and uploading lessons on Blackboard (see video) to recuperate lost teaching hours, in agreement with the Rector and with the support of the University facilities, the Deans are reprogramming the academic calendars, including all exams. March 3rd, 2020 During the period of the health emergency linked to the spread of Coronavirus, the digital support platform has served a vital role in enhancing courses traditionally delivered face-to-face and in re-establishing classroom lessons. As the Rector Franco Anelli stated in his message to the students, the Blackboard learning platform has been fundamental in achieving this goal and is accessible to all students enrolled on all the programmes in the 12 Faculties. In the last two weeks, 1317 courses at Università Cattolica campuses of Milan, Brescia, Piacenza and Cremona have been uploaded by 975 professors/instructors and assistants who have accessed the platform which has been enhanced to respond to the circumstances. Since 2000, Blackboard has been the University's Learning Management System platform and is now a well-established structure for all Cattolica students and professors. As previously mentioned, during the critical period of the suspended lessons (and given that that we will try to reschedule the face-to face lessons) the Blackboard platform has been enhanced.

 

Un’aula virtuale grande come il Paese

Valentina , di Schiavi di Abruzzo, e Rebecca , di Paullo, raccontano le loro giornate da studenti digitali della Cattolica by Katia Biondi e Paolo Ferrari | 09 marzo 2020 «Sono tornata al mio paese, Schiavi di Abruzzo, il 23 febbraio perché le lezioni sono state sospese. Valentina Bottone (nella foto a sinistra) , ventenne al secondo anno di Economia delle imprese e dei mercati alla facoltà di Economia del campus di Milano, racconta così i primi giorni successivi alla decisione delle autorità di bloccare le lezioni universitarie. Inevitabile la decisione di tornare a casa e di attendere che si mettesse in moto la macchina della formazione a distanza, già sperimentata in Università Cattolica da molti anni a supporto della didattica tradizionale. Come Silvia, molti altri suoi compagni di corso sparsi in tutta Italia, ognuno virtualmente è parte di una comunità chiamata a seguire i corsi online sulla piattaforma di Learning System Management d’Ateneo in tempi di Coronavirus. Stessa sensazione anche per Rebecca Galateo , 21 anni di Paullo (Mi), al terzo anno del corso di laurea in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari alla facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative . Noi ci colleghiamo tutti alla stessa ora a Ultra Collaborate di Blackboard e l’aula si trasforma in un’aula virtuale, nel senso che siamo tutti connessi in contemporanea e possiamo interagire in tempo reale, possiamo fare domande, possiamo intervenire, possiamo chiedere di rispiegare ciò che non abbiamo capito. Qualche disguido c’è stato la prima settimana perché nessuno si aspettava una cosa del genere ma dal momento che i professori si sono fatti dare più ore di lezione nel corso della settimana, siamo riusciti a fare quanto era previsto».

 
Go top