La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per unesco:

Cattedra Unesco, la prima in Cattolica

Brescia Cattedra Unesco, la prima in Cattolica È dedicata all’educazione per lo sviluppo integrale dell’uomo e per lo sviluppo solidale dei popoli e avrà come punto di riferimento la sede di Brescia. Se ne parlerà in un convegno venerdì 18 gennaio in aula magna. gennaio 2019 È la prima Cattedra Unesco a esser assegnata all’Università Cattolica e, in particolare, alla sede di Brescia dell’Ateneo. È dedicata a “L’educazione per lo sviluppo integrale dell’uomo e per lo sviluppo solidale dei popoli”, e nasce dalle sollecitazioni dell’Enciclica Populorum progressio di Paolo VI e dalla tradizione di impegno negli ambiti dell’educazione e della cooperazione internazionale che caratterizza il territorio bresciano. Se ne parlerà in un convegno nell'aula magna della sede bresciana venerdì 18 gennaio alle 9.30 . La cattedra, diretta dal professor Domenico Simeone , intende perseguire gli obiettivi già definiti dal “World Education Forum” a Incheon nel 2015 “Educazione 2030: verso un’educazione inclusiva e di pari qualità e insegnamento durante tutto il corso della vita”. unesco #sviluppo #solidarieta' Facebook Twitter Send by mail.

 

Gli studenti nei siti Unesco

Milano Gli studenti nei siti Unesco Un corso di formazione promuove percorsi culturali per docenti e guide turistiche. Servirà per formare gli allievi dell’Alternanza Scuola-Lavoro nei patrimoni Unesco della Lombardia. Parola del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti , che ha inviato un messaggio in occasione della lezione inaugurale del corso di formazione storico-culturale, antropologico e ambientale sui siti Unesco in Lombardia. È così che vogliamo che sia da ora in poi l’Alternanza Scuola-Lavoro ». Il corso, con il coordinamento scientifico del professor Gabriele Archetti della facoltà di Scienze della formazione, intende coniugare per varie aree tematiche le esigenze dell’istruzione curricolare con i contenuti educativi dell’Alternanza Scuola-Lavoro nei patrimoni Unesco lombardi. L’attività di formazione della facoltà è rivolta in prima battuta ai docenti delle scuole e alle guide turistiche. Poi i docenti potranno utilizzare la formazione ricevuta per qualificare le lezioni curricolari sui temi proposti nell’ambito dei progetti di Alternanza Scuola-Lavoro “dove apprendono le regole del talento e del metodo”, come ha spiegato Delia Campanelli , direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per la Lombardia.

 

Alla scoperta del castello longobardo

MILANO Alla scoperta del castello longobardo Riprendono per tutta l’estate le attività degli archeologi dell’Ateneo a Castelseprio (Va), nel complesso di età tardo antica e medievale. giugno 2017 Dal 2016 il Dipartimento di Storia, Archeologia e Storia dell’Arte dell’Università Cattolica (sez. Archeologia, sedi di Milano e di Brescia) ha avviato un progetto di ricerca nel castello tardo antico e medievale di Castelseprio (Varese). Esso assunse una particolare rilevanza storica con i Longobardi: la chiesa di Santa Maria foris Portas e il monastero nella torre di Torba, eccezionali sopravvivenze architettoniche e artistiche, sono state inserite nella rete di siti “I Longobardi in Italia (568-774)” iscritta nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Si articolano in: ricognizioni e indagini di superficie; scavi stratigrafici; rilievi fotogrammetrici delle evidenze monumentali superstiti; interpretazione del territorio da immagini satellitari e LiDAR; riconsiderazione di interventi pregressi e revisione di reperti mobili già disponibili, anche in relazione alle più generali letture interpretative. Un primo contesto oggetto di scavo è stata la “casa medievale”: sono stati ricostruiti gli assetti planimetrici e funzionali dell’articolato complesso abitativo e i significativi interventi di ristrutturazione durante il suo periodo di vita. Riprese fotografiche da drone e data base georeferenziato garantiscono l’applicazione di nuove tecnologie nella documentazione e archiviazione dei dati di scavo; ricostruzioni fotogrammetriche tridimensionali vengono realizzate sul battistero e sulla basilica di San Giovanni e sulla chiesa di San Paolo, per una migliore conoscenza e fruizione dei monumenti. Un settore di ricerca di evidente rilevanza storica nella ricostruzione delle dinamiche del castello e dell’area più prossima al famoso oratorio.

 
Go top