La tua ricerca ha prodotto 4 risultati per meeting:

L’agricoltura tira e crea lavoro

MEETING DI RIMINI 2018 L’agricoltura tira e crea lavoro La filiera agro-alimentare, che parte dal campo per finire alla tavola, è il secondo settore manifatturiero italiano, con oltre 130 miliardi di euro di fatturato. E, per il ministero per lo Sviluppo economico, l’industria agroalimentare è il secondo settore manifatturiero italiano, con oltre 130 miliardi di euro di fatturato . Un manifatturiero con elevatissima capacità di conquista dei mercati esteri: l’elaborazione dei dati Istat da parte di Coldiretti rivela che il 2017 ha fatto segnare un record storico per il made in Italy agroalimentare con esportazioni che hanno raggiunto i 41,03 miliardi di euro (+7% rispetto all’anno precedente) . Quasi i due terzi di queste sono dirette verso i Paesi Ue, ma gli Stati Uniti con 4,03 miliardi di euro sono il principale mercato extra Ue e il terzo in termini generali. Da qui il bisogno di nuove professionalità , capaci di gestire i nuovi sistemi di irrigazione, basati su sensori di umidità, centraline di raccolta dati, software di analisi e così via. Professionalità multi-disciplinari, dove l’agronomia va a braccetto con l’informatica . Bisogna formare nuovi professionisti dell’agro-alimentare che riescano a far mantenere gli attuali livelli di produzione con un ridotto impatto ambientale, senza però cadere nella trappola di un “ambientalismo romantico” , che non può essere compatibile con le necessità di mantenere dei livelli produttivi e qualitativi elevati. Il direttore del Dipartimento di Scienze e tecnologie alimentari per una filiera agro-alimentare sostenibile (Distas) , che insegna Biologia dei Microrganismi alla facoltà di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali della sede di Piacenza–Cremona, interverrà giovedì 24 agosto nella giornata dedicata a “I nuovi lavori”, con un focus particolare sull’agro-alimentare.

 

L'Ateneo alla kermesse di Rimini

All’edizione 2017 della manifestazione - che avrà per tema “Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo” - l’Università del Sacro Cuore presenterà, oltre ai campus dell’Ateneo, la Community Alumni e le diverse declinazioni del progetto Cattolica per . Alumni è il «grande network che riunisce le principali realtà associative formate da ex studenti che condividono un legame profondo con l’Università e che vogliono continuare a contribuire alla sua crescita. Una comunità di persone presente a livello nazionale e internazionale, aperta a tutti coloro che hanno conseguito un titolo di studio di qualsiasi livello e in qualunque ambito presso l’Ateneo». L’importanza di coltivare il rapporto con i propri laureati era già chiara a padre Gemelli» afferma la prorettrice Antonella Sciarrone Alibrandi , responsabile del progetto. Sentiamo, tuttavia, il bisogno di investire di più su di loro, rinforzando il legame con chi si è laureato nella aule dell’Ateneo». Tavoli di lavoro che hanno l’obiettivo di comunicare organicamente con interlocutori del mondo produttivo, dei servizi, delle istituzioni, della cultura, e di parlare con il loro stesso linguaggio, avendo consapevolezza delle loro stesse problematiche. Una organizzazione per industry che opera con business partnership: una relazione tra pari che supera il concetto di consulenza o di coaching , lavorando a fianco dei partner per accrescerne la competitività attraverso una consolidata esperienza nel campo della formazione e della ricerca applicata.

 

Cattolicaper a Rimini

Tra le diverse iniziative che saranno promosse, insieme ai corsi di laurea e all’offerta formativa del nostro Ateneo, ampio spazio sarà dedicato ai progetti di Terza missione, in modo particolare tutte le attività specificamente indicate per un pubblico di professionisti. Per accrescere la competitività dei propri partner, l’Università mette a disposizione una consolidata esperienza nel campo della formazione e della ricerca applicata. I diversi Cattolica per sviluppano questa mission, creando relazioni di valore con lo specifico supporto di una qualificata struttura di ricercatori e professionisti.

 

L’Ateneo al Meeting di Rimini

ATENEO L’Ateneo al Meeting di Rimini Lo stand della Cattolica alla kermesse di fine agosto nella città romagnola. Nel padiglione “Conta su di Te” presenterà attività e progetti rivolti al mondo dell’orientamento, del lavoro e dell’autoimprenditorialità e promuoverà una serie di eventi. luglio 2016 L’Università Cattolica anche quest’anno sarà presente alla 37esima edizione del Meeting per l’Amicizia fra i popoli di Rimini . L’Ateneo parteciperà nel padiglione “Conta su di Te” con uno stand di 40 metri quadrati dedicato alle attività e ai progetti dell’Università rivolti al mondo dell’orientamento, del lavoro e dell’autoimprenditorialità. Lo stand è pensato come un punto di confronto, informazione e aggiornamento su argomenti legati all’inserimento nel mondo del lavoro di giovane laureati e dottorati e delle necessità ed esigenze del mercato. Contestualmente saranno organizzati, nell’area incontri del padiglione 4, 5 momenti di dialogo e riflessione su tematiche trasversali come lo sport, la comunicazione, la cooperazione internazionale, il mondo del lavoro, con particolare riferimento ai neolaureati. A questi incontri parteciperanno professori dell’Università Cattolica che ricoprono a vario titolo ruoli strategici nelle tematiche affrontate ed ospiti di altri enti interessati con cui l’Ateneo da sempre intrattiene rapporti di intensa collaborazione.

 
Go top