Milano

Zegna, borse per volare all’estero

Scade il 31 marzo la possibilità per laureandi e neolaureati di candidarsi per le scholarship, con importi fino a 50mila euro, intitolate al fondatore della nota griffe. Una grande opportunità dopo quella di Alessia a Oxford e Alberto in California

MILANO

Medioriente, parla Lorenzo Cremonesi

Venerdì 11 dicembre. L’inviato del Corriere della Sera chiude il Seminario interdisciplinare di Scienze politiche, un corso curricolare su relazioni internazionali e migrazioni condotto da docenti di varie disciplineLa premiazione dei lavori degli studenti

POSTCARDS

Studiare alla Columbia, vivere New York

Grazie al Premier Scholars Program/Study Abroad Clarissa ha potuto frequentare una delle migliori università al mondo e appropriarsi della città che tutti i ragazzi desiderano. Partita con un sogno, è tornata con un network

MILANO

In Bangladesh ho scritto il mio nome

Se la vita è scrivere in modo sempre più chiaro chi siamo, la mia esperienza di missione mi ha aiutato a farlo: insieme. Con i missionari che mi hanno accompagnato, ma soprattutto con la gente che mi ha accolto come uno di loro

X-CULTURE

Maria e Elena in America col business plan

Maria Feola e Elena Zani, iscritte a Scienze linguistiche, sono state selezionate tra i 50 migliori studenti di tutto il mondo per partecipare al symposium finale del progetto X Culture che si è tenuto a Savannah (Georgia, USA)

MILANO

In Cattolica apre il coworking

Si chiama ConLab, il nuovo spazio di contaminazione tra studenti di diverse facoltà, docenti e mondo delle imprese e delle start up, messo a disposizione da Ilab. Martedì 10 novembre la presentazione della Call for Ideas

CHARITY WORK PROGRAM

L’abbraccio caldo dell’Africa

Tutti i dubbi che mi sono venuti appena prima di partire per l’Etiopia si sono sciolti nell’accoglienza che ci hanno riservato i bambini della missione a Debre Birhan e nell’ospitalità delle loro famiglie nella condivisione di una pietanza e nel rito del caffè

Charity Work Program

El Girasol, un fiore di città

Non sappiamo se siamo riuscite a lasciare qualcosa nel nostro Charity Work Program tra i bambini della periferia povera del Messico. Ma i loro volti grati e gioiosi hanno fatto la differenza sul nostro modo di vedere il mondo e, chissà, sul nostro futuro

Charity Work Program

A Nyabula non si fanno rubare la speranza

Nella missione di Baba Emilio in Tanzania ho incontrati ragazzi che, nonostante le difficili condizioni in cui vivono, non si scoraggiano e affrontano la vita con gioia e con semplicità. È la lezione che l’Africa mi ha dato e che porto con me
 

CHARITY WORK PROGRAM

La bellezza che spacca il cuore

Al Giardino degli Angeli di Canavieiras, un paradiso in mezzo al degrado, ho visto che “mettere il bambino al centro” può diventare non uno slogan stantio, ma un ambiente tutto a misura dei più piccoli, soprattutto quelli più poveri

CHARITY WORK PROGRAM

Etiopia, un milione di emozioni

È sempre stato il mio sogno andare in Africa e sono già pronta a prenotare il prossimo volo per tornarci. Per tre settimane sono entrata nel cuore, nella cultura e tra la gente della magica Etiopia, che il Charity Work Program mi ha fatto incontrare

CHARITY WORK PROGRAM

Al Benedict con i medici di frontiera

Nelle corsie dell’ospedale di Kampala costruito da Padre John abbiamo visto la sofferenza di un’Africa che lotta contro malattie che da noi sono curate e lì fanno ancora molte vittime

Charity Work Program

Terra negli occhi, brividi nel cuore

Mi sono trovata in prima persona a lottare contro lo stereotipo dell’uomo bianco che va ad aiutare l’Africa e ho compreso l’importanza di garantire l’istruzione, perché si cresce non se qualcuno ti risolve i problemi, ma se ti insegna a risolverli

CHARITY WORK PROGRAM

Le Ande d’ananas e cacao

Dal corso di laurea di Scienze e tecnologie agrarie di Piacenza alla Cordigliera in Perù, ho studiato sul campo le coltivazioni tropicali insieme agli esperti della Cattolica di Lima, contando sul duro lavoro dei lavoratori del posto

Charity Work Program

Un vortice di suoni, voci, colori

Scuola di vita, scuola di medicina, scuola di umanità: l’Africa per me è stata casa, famiglia e calore ma anche maestra di consapevolezza: una scossa per aprire gli occhi e comprendere la realtà dell’Uganda, provando a condividerla con loro

Charity Work Program

I have a dream, I have a goal

Ero partita per per l’Uganda con il sogno di aiutare gli altri. Sono tornata con l’impegno di imparare a farlo e, soprattutto, di apprendere come aiutare ad aiutarsi. È la lezione che mi ha regalato il mio Charity Work Program in terra d’Africa

CHARITY WORK PROGRAM

Betlemme: più dei gesti, oltre le parole

Mariam ha 4 anni, Ibrahim 2, Charlie una manciata di mesi. È l’infanzia ferita che ho incontrato nel mio Charity Work Program. Volti di una realtà che suscita domande ma non risposte, solo la certezza che un viaggio così non può che essere un inizio

CHARITY WORK PROGRAM

L’aspirante dottoressa più felice dell’Africa

Ho assistito ai primi vagiti di un bambino, ho visto casi che in Italia non avrei visitato così presto, ho imparato ad ascoltare la “sinfonia” del cuore che batte quando si poggia il fonendoscopio sul torace. All’Ospedale di Ikonda “Love never felt so good”

Charity Work program

Una Ferrari che viaggia come una Seicento

Nel mio Charity Work Program ho incontrato un’isola dove la gente è felice anche se il Paese è povero: per me una lezione ad apprezzare le piccole cose, per il nostro mondo un appello ad aiutarli a mettere il turbo nel loro motore

Charity Work Program

Nelle braccia di Mamma Africa

Fin da subito è lei che mi è entrata dentro l’anima senza chiedermi il permesso e mi ha regalato con i suoi colori e i suoi sorrisi un profondo cambiamento. Sono tornata in Italia da poco, ma il mio cuore è ancora lì e aspetta solo il mio ritorno

Charity Work Program

Metti in circolo il tuo amore

Dal Brasile sono tornata con la certezza di voler continuare a partire all’esplorazione del mondo, senza perdere di vista la realtà, qualunque sia il modo per farlo: il sedile di un aereo o la sedia di uno studio terapeutico


Go top