La tua ricerca ha prodotto 38 risultati per piacenza.
Stai visualizzando i risultati 1 - 25:

Piacenza, nuova linea a Mensa.7

ristorazione Piacenza, nuova linea a Mensa.7 Uno spazio funzionale con una capacità di circa novanta posti a sedere e col self service che, oltre all’offerta tradizionale della Sala Pioppo e della Sala Acero, propone piatti originali particolarmente pensati per il pubblico di riferimento. ottobre 2018 Apre agli studenti la Sala Frassino , una nuova struttura ristorativa dedicata agli studenti della sede di Piacenza, situata all’interno di Mensa 7, al piano terra dell’edificio che ospita il Collegio S. Isidoro. Si tratta di uno spazio funzionale con una capacità di circa novanta posti a sedere e con una nuova linea self service che, oltre all’offerta tradizionale della Sala Pioppo e della Sala Acero, propone piatti originali particolarmente pensati per il pubblico di riferimento. Le tre sale di ristorazione della sede di Piacenza si trovano tutte presso il Collegio S. Isidoro, di fianco alle strutture universitarie. Il servizio è gestito direttamente da Educatt, che ha pensato a menù che rispecchino la tradizione culinaria emiliana, proponendo anche piatti tipici locali, pur nel rispetto di una dieta adatta a giovani studenti. L’intero complesso di Mensa 7 è stato recentemente ristrutturato e comprende ambienti luminosi e gradevoli con blocchi di seduta colorati e un sistema di aria condizionata. Completano l’offerta ristorativa degli studenti di Piacenza il Bar dell’Università all’interno del Campus e il Cafè, un punto di ritrovo per colazioni, spuntini e aperitivi.

 

Cristina Donà in concerto

EDUCATT Cristina Donà in concerto Domenica 30 settembre a Villa Sforza Fogliani si esibisce la cantautrice milanese Cristina Donà, che porta nella dimora del Settecento il suo ultimo lavoro Canzoni in controluce. L’iniziativa fa parte del progetto Educatt per valorizzare Casa Fogliani. by Giada Meloni | 18 settembre 2018 La splendida cornice di Villa Sforza Fogliani, dimora storica di proprietà dell’Istituto Toniolo di Studi Superiori, ospita per la serata del 30 settembre dalle ore 21 il concerto della cantautrice e rocker milanese Cristina Donà in un’esibizione con il musicista e polistrumentista Saverio Lanza. Cristina Donà ha all’attivo numerose collaborazioni con artisti italiani e internazionali: nel 1997 firma “Tregua”, il suo album di debutto in collaborazione con Manuel Agnelli , frontman degli Afterhours , che le varrà l’ambito premio “Targa Tenco”. Dal 2009 collabora con il polistrumentista e produttore Saverio Lanza, con il quale condivide, per la prima volta nella sua carriera, la composizione della parte musicale di tutti i suoi nuovi brani. Casa Fogliani , l’officina creativa di Educatt nata per valorizzare il territorio e un luogo che ha mantenuto immutati il suo fascino e la sua bellezza nei secoli, organizza l’evento per riportare contemporaneità e vivacità alla struttura. L’evento chiude idealmente la programmazione estiva che ha reso Villa Sforza Fogliani protagonista di numerose iniziative: dalle visite guidate, le Domeniche in Villa , che hanno registrato il tutto esaurito sul portale Eventbrite, alla manifestazione di musica classica Festival del Castello 2018 .

 

La sfida di Alimentare la crescita

piacenza La sfida di Alimentare la crescita La tappa piacentina del Festival della Crescita coinvolgerà giovedì 20 settembre la sede di Piacenza e gli studenti di Food Marketing. settembre 2018 Giovedì 20 settembre il Festival della Crescita riprende il Tour 2018 con la tappa di Piacenza , realizzata in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro. Un Festival ricco di incontri, workshop e convivi che, nell’arco dell’intera giornata presso l’ Aula Magna del Campus dell’Ateneo (in Via Emilia Parmense 84), saranno dedicati ad “Alimentare la Crescita”: un titolo che è anche un obiettivo chiaro e lungimirante. Riprendendo il titolo, “Alimentare” non viene inteso solo come significato di valore per imprese e territori, ma anche come contesto ampio e diversificato dell’agroalimentare: forza e ricchezza dell’area geografica e specificità dell’Ateneo. La “Crescita” troverà spazio anche in confronti dedicati a nuovi orizzonti e sfide, soprattutto per realizzare una crescita più umana “investendo sulle persone” : se ne parlerà, ad esempio, nel Dialogo con Francesco Cancellato (Direttore de Linkiesta), Manlio Ciralli (Adecco) e Roberto Pancaldi (Mylia). Nel pomeriggio, il workshop “L’impresa di alimentare la crescita tra commercio e valori umani” , curato dai docenti Daniele Fornari e Sebastiano Grandi e moderato da Cristina Lazzati (Direttore Mark Up), coinvolgerà attivamente gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Food Marketing e Strategie Commerciali. La partecipazione agli appuntamenti del Festival è gratuita, con registrazione al sito: www.festivalcrescita.it #piacenza #crescita #festival Facebook Twitter Send by mail.

 

Giurisprudenza, borsa da 1500 euro

Piacenza Giurisprudenza, borsa da 1500 euro Per partecipare alla selezione per il premio intitolato alla memoria dell’avvocato Giuseppe Gardi è necessario essere iscritti al secondo anno del corso di laurea magistrale nella sede di Piacenza. Le domande vanno presentate entro il 6 luglio 07 giugno 2017 Un premio agli studenti di Giurisprudenza più meritevoli nella sede di Piacenza. Una borsa di studio del valore di 1500 euro è stata istituita in memoria dell’avvocato Giuseppe Gardi ed è riservata a chi che non è risultato idoneo nella graduatoria Educatt. Per partecipare alla selezione è necessario essere iscritti al secondo anno del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza e avere superato entro il 30 settembre 2016 l’esame di Istituzioni di diritto privato. Tutta la documentazione necessaria dovrà essere consegnata alla Direzione di sede entro il 6 luglio 2017 . La borsa di studio sarà assegnata da una Commissione nominata dal Rettore, di cui faranno parte anche i famigliari dell’avvocato Giuseppe Gardi. borsadistudio #piacenza #giurisprudenza #giuseppegardi Facebook Twitter Send by mail.

 

SOcrock sbarca a Expo

PIACENZA SOcrock sbarca a Expo Lo snack eco-compatibile, ideato da un team di studenti di Scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università Cattolica di Piacenza, è stato tra i progetti presentati durante l’ Innovation D ay organizzato al padiglione dell’Unione Europea da FoodDrinkEurope. luglio 2015 Anche SOcrock fa il suo ingresso ufficiale all’Esposizione universale di Milano. A illustrare l’intero processo che ha portato alla realizzazione della barretta è stata Michela Dioni , del team “I Croccanti”, così composto: Sara De Cesare, Tommaso Mastrofilippo, Davide Quadrelli e Rebecca Rizzi . SOcrock è una barretta eco-compatibile a base di sorgo (cereale che necessita di poca acqua) e dagli scarti delle viti: un’idea innovativa, che da Piacenza arriva all’Expo, come esempio di formazione universitaria efficace capace di sintetizzare la teoria e il fare, con cervello, intuito e attenzione all’ambiente. Il gruppo “I Croccanti” si è aggiudicato recentemente il primo premio del concorso EcoTrophelia Italia indetto da Federalimentare e il terzo posto in EcoTrophelia Europa: lo snack, apprezzato dai giudici per la sua sostenibilità e composizione, ha già incuriosito più aziende. piacenza #ecotrophelia #food Facebook Twitter Send by mail.

 

Per Agrisystem 15 nuovi dottori

Piacenza Per Agrisystem 15 nuovi dottori Cerimonia di consegna del titolo di PhD per gli allievi della Scuola di dottorato per lo studio del sistema Agroalimentare di Piacenza. Per quindici giovani ricercatori della Scuola di dottorato Agrisystem è arrivato il momento di cogliere i frutti del loro percorso. Il 31 maggio hanno ricevuto il titolo di dottori di ricerca nella sede della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Dalle ricerche legate allo sviluppo di sistemi produttivi sostenibili allo studio di nuove tecniche di agricoltura conservativa, dallo studio della legislazione per la valutazione del rischio derivante dalle sostanze chimiche alle ricerche di respiro sociologico. Tutti i risultati raggiunti sono stati possibili grazie alle importanti esperienze che i dottorandi hanno svolto all’estero, in altri centri di ricerca o università, coniugate con il lavoro svolto alla sede di Piacenza. È così che il bagaglio scientifico e culturale di ciascuno studioso si è arricchito ed è grazie a tutto questo se quegli anni vengono ricordati come «indimenticabili» dai neodottori. Multisettorialità, interdisciplinarità e internazionalizzazione sono infatti i punti di forza che permettono agli studenti di sviluppare innumerevoli competenze in molti settori, preparandoli a dovere per una loro futura vita lavorativa: sono il 90% coloro che hanno trovato lavoro entro l’anno dopo aver conseguito il dottorato di ricerca.

 

Migranti, quale impatto nel food

PIACENZA Migranti, quale impatto nel food La sesta conferenza dell’Associazione Italiana di Economia Agraria e Applicata (Aieaa) sarà ospitata dalla sede di Piacenza il 15 e 16 giugno. Al centro dei lavori, le politiche dell’immigrazione e le ricadute nel settore agroalimentare. giugno 2017 Negli ultimi decenni l’agricoltura e le aree rurali hanno rappresentato la principale fonte di opportunità di lavoro per i migranti. La ricerca economica è andata oltre l’analisi dell’impatto degli immigrati sui salari e sull’occupazione europea: gli economisti hanno iniziato ad analizzare l’interazione tra i migranti e gli europei partendo dal loro grado di sostituzione e/o complementarietà e analizzando le loro reazioni in ambiti lavorativi. Di questi temi si occuperà la sesta Conferenza dell’Associazione Italiana di Economia Agraria e Applicata (Aieaa), che sarà ospitata dalla sede di Piacenza dell’Università Cattolica il 15 e 16 giugno 2017. Titolo del convegno: “Economics and Politics of Migration: Implications for Agriculture and Food” . piacenza #food #agricoltura #migrazioni Facebook Twitter Send by mail.

 

Il sensore che migliora la vite

Piacenza Il sensore che migliora la vite Posizionato sul trattore permette di acquisire affidabili informazioni sulla morfologia della chioma, in alternativa ad altre piattaforme di telerilevamento. giugno 2017 È Matteo Gatti il vincitore del Premio Antico Fattore dell’ Accademia dei Georgofili per la categoria Moderne tecnologie di gestione e difesa del vigneto nell’edizione 2017. Posizionando opportunatamente il sensore sul trattore, esso consente di acquisire affidabili informazioni sulla morfologia della chioma, proponendosi come valida alternativa rispetto ad altre piattaforme di telerilevamento. Con MECS-VINE ® ora i parametri di Canopy Index (CI), temperatura ambiente, temperatura superficiale della chioma e distanza della parete saranno rilevati grazie a un unico strumento attraverso l’aggiunta di un ricevitore GPS ed una serie di altri sensori. I dati raccolti, infatti, verranno poi rielaborati in mappe dal software di post-processing MECS-MAPS e organizzati sotto-forma di mappe tematiche che potranno essere utilizzate dall’utente per produrre programmi di lavoro per attività di tipo VRT (tecnologie a dose variabile). piacenza #mecsvine Facebook Twitter Send by mail IL PREMIO ANTICO FATTORE Il “ Premio Antico Fattore ” è nato a Firenze negli anni ’30 ed è destinato a lavori letterari e a contributi scientifici di diversa natura, alternativamente nel settore viticolo ed olivicolo. Dopo diversi anni in cui il concorso non veniva più istituito, è stata l’ Accademia dei Georgofili , la più antica del mondo ad occuparsi di agricoltura, a ridare vita al “Premio Antico Fattore”.

 

Cosimo e l’uovo di Colombo

PIACENZA Cosimo e l’uovo di Colombo Columbus’ EggTM è il rivoluzionario packaging, che estende la durata dei prodotti freschi, presentato dallo studente della sede di Piacenza agli investitori della Silicon Valley: una pellicola edibile e biodegradabile, che protegge gli alimenti dalle muffe. La shelf-life è una delle ultime frontiere del food packaging, dagli scenari inaspettati nell’ambito della conservazione degli alimenti e con rilevanti conseguenze sul fronte dello spreco alimentare. Aspetti che non devono essere passati inosservati al ventitreenne di origini toscane Cosimo Palopoli , che sin dagli anni del liceo coltiva l’idea di ridurre la quantità di cibi freschi che finiscono ogni giorno nella spazzatura. Grazie al programma promosso da Aster , la società consortile dell’Emilia-Romagna per l’innovazione e il trasferimento tecnologico al servizio delle imprese , delle università e del territorio, Cosimo dal 19 al 30 giugno è stato in California per incontrare imprenditori e investitori e presentare il suo progetto di imballaggio: Columbus’ Egg TM . Ma in cosa consiste questo “Uovo di Colombo”? Si tratta di una tecnologia ibrida capace di risolvere gli ostacoli degli imballaggi plastici e Map, ossia il confezionamento in atmosfera modificata, tecnica utilizzata per estendere la durata dei prodotti freschi o dei cibi minimamente lavorati. Il packaging - una sorta di pellicola edibile che protegge gli alimenti dall’insorgenza di muffe - si caratterizza inoltre per la capacità di unire tre funzioni: estensione di shelf-life, monitoraggio freschezza, azione benefica sul consumatore. E tutto questo grazie all’uso di componenti, naturali, green e sostenibili quali sottoprodotti di scarto delle produzioni alimentari, estratti antiossidanti e antimicrobici, enzimi maker di freschezza, batteri e fibre funzionali.

 

È green il cibo del futuro

PIACENZA È green il cibo del futuro Una composta di frutta a base di gel d’Aloe e una crema spalmabile con farina di carrube e pasta di nocciole: i prodotti eco-innovativi ideati dagli studenti della sede di Piacenza-Cremona sbancano il concorso EcoTrophelia Italia. FunctionAloe ha vinto la nona edizione di EcoTrophelia Italia , il concorso organizzato da Federalimentare con l’obiettivo di favorire l’eco-innovazione nello sviluppo di nuovi prodotti alimentari industriali. Al secondo posto BYe-BYe Cream , una crema spalmabile dolce a base di farina di carrube e pasta di nocciole, con olio di vinaccioli e farina di bucce d’uva. I due prodotti, premiati nella sede romana di Eataly, sono stati realizzati dagli studenti della sede di Piacenza-Cremona dell’Università Cattolica. EcoTrophelia, nato dall’idea di limitare l’impatto ambientale dei processi di produzione e di favorire il riciclo dei sottoprodotti industriali, è diventato negli anni un appuntamento imperdibile per gli studenti universitari italiani del settore alimentare che vogliono proporre al mondo industriale nuove idee e soluzioni originali. Quest’anno la finale italiana ha messo in gara sei squadre con una gamma di prodotti tra i più innovativi proposti negli ultimi anni vagliati da un panel di esperti giurati selezionati dal mondo della cultura, della nutrizione, della ricerca e, ovviamente, dell’impresa. Dr. Start-upper , il percorso di promozione di nuove idee d’impresa, nato dalla collaborazione tra Università Cattolica e Camera di commercio di Milano, ha premiato il portale e-commerce per prodotti Halal (qui sopra i vincitori) , la piattaforma per reclutare le modelle e la app mobile per prevenire le alluvioni .

 

Nuovo preside a Piacenza

nomina Nuovo preside a Piacenza Il professor Marco Trevisan , docente di Chimica Agraria, è stato eletto alla guida della facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali per il quadriennio 2017/18-2020/21. giugno 2017 Il professor Marco Trevisan , ordinario di Chimica Agraria alla sede di Piacenza dell’Università Cattolica, è stato eletto preside della facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali per il quadriennio 2017/18-2020/21. All’elezione, che ha avuto luogo giovedì 29 giugno, hanno partecipato, come stabilito dallo statuto dell’Ateneo del Sacro Cuore, i docenti di prima e seconda fascia della facoltà. Già direttore dell’Istituto di Chimica Agraria e Ambientale e del Centro di ricerca Biomass, il professor Trevisan è stato presidente della Società Italiana di Chimica Agraria e del Gruppo di Ricerca Fitofarmaci e Ambiente. La sua attività è documentata da oltre 250 lavori scientifici pubblicati su riviste, libri, monografie ed atti di convegni. Già membro della commissione nazionale biocidi, del Gruppo Catastrofi idrogeologiche del Cnr, di un panel Eppo, del gruppo Eu Focus. Membro del Panel Inex (Working Group on External review) dell’Efsa dal 2011 al 2013 è stato presidente di Sica, la Società italiana di chimica agraria.

 

Piacenza, la città controluce

Nonostante il continuo sviluppo economico e i numerosi progressi sociali e culturali, una parte rilevante di popolazione resta sempre coinvolta in processi di impoverimento e di deprivazione, sia a livello planetario che locale. Anche Piacenza, città ricca e operosa, rivela come una fetta significativa della sua collettività soffra situazioni di estremo bisogno economico e spesso anche relazionale e sociale. Il tasso di deprivazione materiale è raddoppiato dal 2008 fino al 16% coinvolgendo quindi circa 47 mila piacentini. Certamente il riflesso indica come le relazioni e le reti tra persone possano contribuire, se non a sconfiggere la deprivazione, a renderla più vivibile, ritrovando tutti le capacità di recuperare spazi di vita più solidali verso un welfare generativo e responsabile.

 

Per le matricole 31 borse di studio

piacenza e cremona Per le matricole 31 borse di studio La Fondazione di Piacenza e Vigevano mette a disposizione dei nuovi iscritti delle facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali e di Economia e giurisprudenza nelle sedi di Piacenza e Cremona, 100mila euro da destinare agli studenti meritevoli. agosto 2017 Trentuno borse di studio per i nuovi iscritti della laurea triennali e magistrali nei campus di Piacenza e di Cremona dell’Università Cattolica . Le mette a disposizione la Fondazione di Piacenza e Vigevano che ha stanziato 100mila euro per le facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambiental i e di Economia e Giurisprudenza . In particolare, tre sono riservate a matricole meritevoli del corso di laurea triennale in Scienze e tecnologie alimentari e altrettante alla triennale in Scienze e tecnologie agrarie del campus piacentino . Sono quattro, invece, i contributi per chi si iscrive al nuovo corso di laurea triennale in lingua inglese Safe - Sustainable agriculture for food quality and environment , che partirà a settembre nella sede di Piacenza. Le otto borse per le laurea magistrali si dividono equamente tra il corso di laurea in Scienze e tecnologie agrarie e in Scienze e tecnologie alimentari. Per quanto riguarda la facoltà di Economia e Giurisprudenza , i nuovi iscritti al corso di laurea in Economia aziendale avranno a disposizione otto borse , da dividere tra le cinque della sede di Piacenza e le tre della sede di Cremona.

 

Piacenza, ritorna il Career day

PIACENZA Piacenza, ritorna il Career day Quasi 100 realtà partecipanti, training point, seminari e incontri con le aziende. Ospite speciale Giovanni Rana 13 novembre 2017 Ritorna il 14 novembre prossimo il Career Day Cattolica , l’evento dedicato a studenti, laureandi, laureati e giovani professionisti. Interessanti opportunità di formazione e incontro con le aziende, racchiuse in una giornata interamente dedicata al mondo del lavoro . Ci sarà la possibilità di prepararsi con servizi di cv check, test di selezione psicoattitudinali e colloqui in italiano e inglese, sia singoli che di gruppo. Saranno presenti nell' area stand brand di prestigio di tutti i principali settori professionali, a disposizione dei ragazzi per raccogliere curriculum vitae ed effettuare un primo colloquio conoscitivo. Alle 10.30 l’Aula Gasparini ospiterà l’intervento di Giovanni Rana “Il racconto di una storia di successo Quali insegnamenti imprenditoriali per i giovani?” . Il Career Day Cattolica è anche un'ottima occasione per tutti coloro che sono interessati al futuro professionale nel mondo dell'agroalimentare.

 

Tokio, per Jacopo stage alla Barilla

Piacenza Tokio, per Jacopo stage alla Barilla Il 24enne piacentino, studente del corso di laurea magistrale in Food marketing e strategie commerciali della facoltà di Economia e Giurisprudenza, è partito per il Giappone . Lavorerà per alcuni mesi nella sede nipponica del gruppo italiano. settembre 2017 È partito da pochi giorni alla volta del Giappone . Svolgerà uno stage di alcuni mesi nella sede della Barilla di Tokio. Nella video-intervista all’emittente locale “Tele-Libertà” tutta la sua soddisfazione per l’esperienza appena iniziata. giappone #barilla #foodmarketing #piacenza Facebook Twitter Send by mail.

 

RicibiAMO, un progetto contro lo spreco

PIACENZA RicibiAMO, un progetto contro lo spreco La campagna, partita lo scorso febbraio, ha l’obiettivo di proporre soluzioni efficaci per ridurre lo spreco alimentare nella ristorazione ed è stata premiata dalla Regione Emilia Romagna VIDEO 19 dicembre 2017 Ridurre lo spreco alimentare si può. Tutto nasce da una rete di ristoratori sostenibili del territorio piacentino e parmense disponibili ad avviare un percorso di valorizzazione, misura e accreditamento delle best practice anti spreco del cibo. Tutti i ristoratori delle province di Parma e Piacenza sono stati chiamati a partecipare all’iniziativa tramite le principali associazioni di categoria presenti sul territorio e in molti hanno già aderito. RicibiAMO - ricorda il prof. Capri - rappresenta la prima rete di ristoratori sostenibili che saranno in grado di raggiungere l'obiettivo 12 dell'Agenda 23 ossia quella relativa ai consumi e alle produzioni sostenibili. Scegliere fonti rinnovabili e promuovere un corretto conferimento dei rifiuti nella raccolta differenziata. Per limitare gli sprechi offrire diverse dimensione delle porzioni in modo da soddisfare diversi appetiti di chi è a dieta, dei bambini e degli anziani. sprecoalimentare #piacenza Facebook Twitter Send by mail.

 

Costruire una società sostenibile

Piacenza Costruire una società sostenibile Nel rapporto che verrà presentato nel seminario, i dati sul posizionamento dei comuni rispetto agli indicatori di sostenibilità : dalla mobilità alle polveri sottili, dal consumo di energia alla raccolta differenziata, attraverso lavoro, sicurezza, legalità. gennaio 2018 Si terrà il prossimo 18 gennaio dalle 9.30 in Cattolica il seminario “ Costruire una società sostenibile ” che anticipa le Linee guida sulla sostenibilità che il Dipartimento della Funzione Pubblica pubblicherà a breve. Nel corso della prima sessione verrà presentato ICity Rate 2017 , la ricerca realizzata da ForumPA , che quest’anno affianca alla tradizionale graduatoria delle smart cities italiane un’analisi sul posizionamento dei Comuni capoluogo rispetto ai grandi obiettivi della strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile. Tra i comuni capoluogo analizzati dalla ricerca non manca Piacenza, che si colloca al 41° posto su 106 nel ranking generale (era al 26° posto l'anno precedente). Piacenza si posiziona inoltre al 17° posto per la mobilità sostenibile e al 24° per l'istruzione, ma non brilla per legalità e sicurezza ( 72° posto) e per i rifiuti urbani (Piacenza si posiziona al 75° posto). Nella seconda sessione del seminario verranno illustrati esempi concreti di sostenibilità da cui prendere spunto, grazie agli interventi dei relatori che fanno parte del gruppo di studio e interfaccia con il Dipartimento della Funzione Pubblica. sicurezza #lavoro #piacenza #icityrate2017 Facebook Twitter Send by mail.

 

Il ricordo di Luigi Calamari

piacenza Il ricordo di Luigi Calamari Ricercatore scrupoloso e prolifico, è morto lo scorso 15 febbraio il professore di Zootecnica Speciale della facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali. All’attività scientifica affiancò sempre anche un’instancabile opera di divulgazione. febbraio 2018 Dopo breve malattia, lo scorso 15 febbraio è deceduto il professor Luigi Calamari . Laureatosi in Scienze Agrarie all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza nel 1978, ha percorso la sua carriera scientifica e accademica presso l’Istituto di Zootecnica del medesimo ateneo sotto l’iniziale guida dei professori Vittorio Cappa e Giuseppe Bertoni. Professore associato di Zootecnica Speciale, il professor Calamari ha offerto un importante contributo personale all’attività universitaria che si è concretizzato, oltre che nell’attività di docenza e di ricerca, anche nell’attiva partecipazione al riordino dell’attività didattica della Facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali. Ricercatore scrupoloso e prolifico, come testimoniano le numerose pubblicazioni scientifiche su riviste di rilevanza nazionale e internazionale, è stato membro attivo di numerose commissioni di studio dell’Associazione per la Scienza e le Produzioni Animali (ASPA) e dell’Editorial board della rivista Italian Journal of Animal Science. All’attività scientifica ha sempre affiancato anche un’instancabile opera di divulgazione per il trasferimento del sapere al mondo della produzione agro-alimentare.

 

È morto il professor Giacomo Vaciago

piacenza È morto il professor Giacomo Vaciago Il docente di Politica economica si è spento nella notte a Piacenza. Sposato, con quattro figli e dodici nipoti, si era laureato in Economia e Commercio all’Università Cattolica nel 1964, e nel 1968 aveva conseguito il Master of Philosophy in Economia all’Università di Oxford (dove nel 1966 è stato President della Common Room di Linacre College). Tra il 1970 e il 1989 è stato prima professore incaricato e poi ordinario di Economia politica all’Università di Ancona, della quale ha anche diretto per diversi anni l’Istituto di Economia. Nel 1989 rientrò in Università Cattolica come professore ordinario di Politica economica alla facoltà di Economia ed era stato direttore dell’Istituto di Economia e Finanza dal 1992 al 1994 e dal 1998 al 2009. Dal 1° novembre 2012, lasciò la cattedra di Politica economica per il pensionamento ed è professore Incaricato di Economia Monetaria. È stato co-fondatore e primo presidente (dal 2000 al 2004) di ref. (Ricerche per l’economia e la finanza); dal 2013 è stato presidente di Ref Ricerche e dal 2014 di Ref&Associati. Sono molti i temi fra cui scegliere, ma credo che uno dei più importanti – anche in prospettiva, per ciascuno di noi – sia quello che brevemente inizio a trattare: la società economica nella quale viviamo sempre più appare, e in effetti è, guidata dal sapere.

 

Dies Academicus a Piacenza e Cremona

PIACENZA CREMONA Dies Academicus a Piacenza e Cremona Mercoledì 22 marzo le lectio del professor Roberto Cingolani , direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia, e del vescovo di Cremona monsignor Antonio Napolioni sono stati al centro dei due tradizionali incontri con autorità e comunità locali. marzo 2017 Doppio appuntamento nella sede di Piacenza-Cremona per il Dies Academicus , il tradizionale momento di incontro della comunità universitaria con le autorità e i rappresentanti della realtà locale. A Piacenza, nella mattinata di mercoledì 22 marzo, nella Piazzetta della facoltà di Economia e Giurisprudenza, ha avuto luogo la Celebrazione Eucaristica, presieduta dal vescovo della diocesi di Piacenza-Bobbio monsignor Gianni Ambrosio . La cerimonia si è poi spostata nell’Auditorium G. Mazzocchi per il discorso introduttivo del Rettore Franco Anelli , per i saluti del presidente dell’Epis e della Provincia di Piacenza Francesco Rolleri e del sindaco di Piacenza Paolo Dosi . La lectio è stata affidata al professor Roberto Cingolani , direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia che è intervenuto sul tema “Umani e Umanoidi”. Nello stesso giorno si è tenuta anche la cerimonia del Dies Academicus del campus di Cremona. piacenza #cremona #diesacademicus Facebook Twitter Send by mail I TESTI INTEGRALI Discorso inaugurale del rettore Franco Anelli a Piacenza Discorso inaugurale del rettore Franco Anelli a Cremona Lectio di monsignor Antonio Napolioni a Cremona.

 

Food marketing, studenti in cattedra

piacenza Food marketing, studenti in cattedra Gli allievi della laurea magistrale della sede di Piacenza dell’Ateneo mercoledì 3 maggio condivideranno la propria visione con i manager delle più importanti realtà industriali e commerciali del nostro Paese. Special guest il regista Pupi Avati 21 aprile 2017 Giovani che condividono la propria "visione" con i manager, in un confronto che arricchisce gli uni e gli altri. Special guest il regista Pupi Avati , che ha accettato con entusiasmo l’invito degli studenti a tenere una conversazione su società e comunicazione. Ad Alberto Bauli , presidente dell’omonimo Gruppo, sarà consegnato il Marketing Vision Award e al direttore commerciale e Marketing di Carrefour Gregoire Kaufman il Retailing Vision Award. Sono inoltre previsti gli interventi del direttore generale Coop Italia Maura Latini e del General Manager Snacks Mondelez Silvia Bagliani . Tra il pubblico i manager delle più importanti realtà industriali e commerciali del nostro Paese: amministratori delegati, direttori generali, direttori commerciali, direttori marketing, direttori vendite, Key account manager, Trade Marketing manager, Category manager, Buyer, responsabili delle risorse umane. Un’occasione “fuori dagli schemi” di aggiornamento manageriale e un momento di ritrovo e di confronto tra i giovani universitari e la business community.

 

La Shoah con gli occhi dei bambini

Piacenza La Shoah con gli occhi dei bambini Per la Giornata della memoria quattrocento studenti delle scuole superiori di Piacenza hanno affollato il campus di Piacenza per un riflettere sul senso di fare memoria. E poi una ricerca svolta su sopravvissuti, bambini durante la Shoah, che ha cercato di mettere in luce i motivi di resilienza per questi bambini catapultati in una situazione terribile. La giornata della memoria ci ricorda una delle pagine più tragiche della nostra storia, pagina che tuttavia non è più così recente: i testimoni diretti stanno scomparendo e quindi urge un altro modo di fare memoria» sottolinea il professor Daniele Bruzzone , organizzatore del convegno. Noi abbiamo voluto trovare i motivi di attualità di quella pagina, cercando di capire in che cosa possa essere utile, nella nostra vita, l’esperienza della deportazione. Pertanto abbiamo concentrato la nostra attenzione su una prospettiva che ci permettesse di capire non solo le efferatezze che venivano compiute nei lager, ma in particolare il modo in cui le persone riuscivano a resistere in questa situazione estrema, con quali motivazioni e con quali risorse spirituali». Marco Ius, ricercatore dell’Università di Padova, ha presentato i risultati di uno studio realizzato sui bambini nascosti della Shoah, scampati all’olocausto grazie al fatto di essere stati allontanati dalle famiglie d’origine per vivere in altre famiglie o in conventi. Solo negli ultimi anni si è aperta questa attenzione ai bambini nascosti, che ha svelato un mondo di dolore e di perdita ma anche di risorse umane e spirituali.

 

Lasciati trasportare...in Cattolica

Provare l’università durante la scuola superiore fornisce risposte a 3 delle domande più frequenti nei colloqui di orientamento, che sono: Che cosa si studia?; Come si studia?; E dopo la laurea?» spiega Federica Terzaghi , responsabile del settore Promozione, Orientamento e Tutorato dell’Università Cattolica. Il salto dalla scuola superiore all’università comporta una scelta consapevole e responsabile, basata in gran parte sulla risposta a questi quesiti. Oltre a sapere che cosa si studia in un determinato corso di laurea, cerchiamo di far sperimentare la metodologia didattica universitaria, molto più partecipativa e interattiva di quella sperimentata alle scuole superiori, dove è previsto anche un approccio critico alle materie. La mattinata si è conclusa con la presentazione e la visita guidata del Campus. orientamento #facolta #piacenza Facebook Twitter Send by mail.

 

Dies Academicus a Piacenza e Cremona

PIACENZA CREMONA Dies Academicus a Piacenza e Cremona Mercoledì 22 marzo le lectio del professor Roberto Cingolani , direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia, e del vescovo di Cremona monsignor Antonio Napolioni saranno al centro dei due tradizionali incontri con autorità e comunità locali. marzo 2017 Doppio appuntamento nella sede di Piacenza-Cremona per il Dies Academicus, il tradizionale momento di incontro della comunità universitaria con le autorità e i rappresentanti della realtà locale. A Piacenza , mercoledì 22 marzo, il programma prevede alle 9.30, nella Piazzetta della facoltà di Economia e Giurisprudenza, la Celebrazione Eucaristica, presieduta dal vescovo della diocesi di Piacenza-Bobbio monsignor Gianni Ambrosio . Alle 10.30 la cerimonia si sposterà nell’Auditorium G. Mazzocchi per il discorso introduttivo del Rettore Franco Anelli , per i saluti del presidente dell’Epis e della Provincia di Piacenza Francesco Rolleri e del sindaco di Piacenza Paolo Dosi . Seguirà la lectio del professor Roberto Cingolani (n ella foto in alto) , direttore scientifico dell’ Istituto Italiano di Tecnologia che interverrà sul tema “Umani e Umanoidi” . Nello stesso giorno, a partire dalle 16, la cerimonia del Dies Academicus del campus di Cremona si terrà nell’aula magna della sede. Al termine della cerimonia saranno consegnati i diplomi di laurea agli allievi che hanno concluso il proprio percorso formativo nell’anno accademico 2015/16.

 

Piacenza parlerà sempre più inglese

novità Piacenza parlerà sempre più inglese Nel corso del Dies Academicus della sede, il rettore ha annunciato due nuovi corsi in lingua straniera: la triennale in Scienze agrarie alimentari e ambientali e la magistrale in Global Business Management . Oltre a un nuovo Double degree 23 marzo 2017 Due nuovi corsi in lingua inglese: Safe, laurea triennale in Scienze agrarie alimentari e ambientali , e Global Business Management , laurea magistrale di Economia . Queste le novità annunciate dal rettore Franco Anelli al Dies Academicus della sede di Piacenza dell’Ateneo, a cui si aggiunge una doppia laurea per ottenere in sei anni due lauree magistrali, una in Giurisprudenza e una in Economia . E di futuro si è parlato nel corso della giornata inaugurale della sede, lo scorso 22 marzo, nella lectio sulla relazione tra essere umano e umanoide di Roberto Cingolani , direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia. Il tema è di quelli che inevitabilmente suscitano un misto di fascino e turbamento – ha osservato il rettore Anelli -. Al contrario: nel 2016 sono stati infatti 216 i progetti di ricerca attivi a Piacenza, di cui 144 avviati nel corso dell’anno, per un valore economico di oltre 4,1 milioni di euro. Il direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia ha subito chiarito che «l’uomo è irraggiungibile, perché il rapporto tra mente e corpo dell’uomo è irriproducibile.

 

Go top